Affitto con riscatto come nuova formula contrattuale

Filed under: Edilizia e Costruzioni,In Evidenza,Normativa |

Il cosiddetto “mattone” è sempre stato tra i principali motori trainanti dell’economia Italiana. Attualmente, a causa della crisi economica che da tempo destabilizza la nostra società, il mercato immobiliare sta subendo una flessione rilevante. Acquistare una casa diventa sempre più difficile, sia perche i prezzi rimangono spesso molto alti, ma anche perché diventa sempre più difficile ottenere dei mutui dalle banche. Un altro elemento fondamentale che spesso viene sottovalutato è anche il mutamento della società: le famiglie diminuiscono, i nuclei familiari composti da un unico componente aumentano e le garanzie dei giovani e la loro affidabilità di fronte agli istituti di credito diventano purtroppo sempre più scarse.

Per venire incontro a questi continui mutamenti attualmente si sceglie sempre con più frequenza una nuova forma contrattuale, cioè l’affitto con riscatto. Si tratta di un’interessante “scappatoia” per risolvere il problema di mancanza di liquidità e per tutti coloro che attualmente non hanno la possibilità di accendere un mutuo.

Affitto con riscatto, una nuova tipologia contrattuale

Affitto con riscatto, una nuova tipologia contrattuale

Cos’è l’affitto con riscatto

La scelta dell’affitto con riscatto risulta essere vantaggiosa per entrambe le controparti in gioco. Chi affitta, e poi decide di comprare, può facilmente ottenere un sostanziale sconto sul prezzo convenuto (spesso infatti è pari all’intera somma dei canoni di affitto già pagati al momento dell’acquisto, o più normalmente può essere pari ad una sostanziale parte di essi, a seconda di quanto preventivamente pattuito). Un altro vantaggio di questa forma contrattuale è che l’acquirente potrà decidere di comprare, anche dopo qualche anno, un immobile con prezzo bloccato, non subendo quindi possibili aumenti di costi causati dalla fluttuazione del mercato immobiliare.

I vantaggi esistono anche per chi decide di vendere al locatario, primo tra questi la mancata svalutazione dell’immobile: questo infatti verrà venduto a prezzi di listino. Naturalmente le parti si devono impegnare entrambe sia a mantenere l’immobile in buono stato, ma anche ad erogare corretti pagamenti al locatario.

Chi può scegliere l’affitto con riscatto

Affitto con riscatto ora anche in Italia

Affitto con riscatto ora anche in Italia

La nascita di questa nuova formula contrattuale è da attribuirsi alla notevole diminuzione di capacità di spesa delle famiglie causata dalla crisi economica che ormai da tempo sta interessando il nostro paese.

I fruitori di questa formula possono comunque essere molteplici. Per esempio anche chi dispone di un reddito sostanziale potrebbe non disporre nell’immediato della giusta quantità di denaro necessaria sia per l’acconto che per l’acquisto di un immobile. Si tratta di una formula indicata per i più giovani, spesso con contratti atipici o a tempo determinato (che quindi non consentono loro la possibilità di accendere un mutuo in banca). Questa soluzione da loro la possibilità di investire comunque parte dei loro risparmi nell’acquisto di un immobile.

Naturalmente si tratta solo di esempi perché questa formula contrattuale è davvero indicata per una moltitudine di soggetti differenti.

L’utilizzo dell’affitto con riscatto in Italia

Naturalmente il nostro paese arriva sempre in ritardo. La soluzione contrattuale dell’affitto con riscatto è infatti in uso già da tempo nella maggior parte dei paesi europei.

In Italia (secondo le fonti del sito casa.it) si tratta di una formula in netta crescita, si riscontra infatti un aumento medio delle offerte immobiliari di circa il 13% e delle domande di circa il 9%.

Affitto con riscatto prende piede anche in Italia secondo i dati di casa.it

Affitto con riscatto prende piede anche in Italia secondo i dati di casa.it

Questa formula innovativa per ora viene applicata con maggior frequenza al nord, e soprattutto per le abitazioni di nuova costruzione. Inoltre tra le tipologie abitative maggiormente ricercate si rilevano gli appartamenti di tipo tradizionale.

Daniele Mancini, amministratore delegato di Casa.it, riporta alcune interessanti considerazioni in merito a questa nuova forma contrattuale: “È interessante notare come, in periodi di crisi, il mercato immobiliare reagisca proponendo nuove soluzioni e formule che non solo permettono al settore di affrontare questa particolare congiuntura economica ma, soprattutto, stimolano i consumatori a continuare ad investire nel mattone non dovendo così rinunciare a una casa di proprietà nonostante le difficoltà finanziarie.

Le regioni dove registriamo maggiormente l’offerta di soluzioni immobiliari di affitto con riscatto sono concentrate prevalentemente nel Nord Italia; per quanto riguarda il centro, stiamo rilevando l’intensificarsi delle prime offerte di soluzioni immobiliari di affitto con riscatto principalmente nella provincia laziale. Il fenomeno sembra invece non avere ancora preso piede nelle regioni del Sud. Per quanto riguarda l’analisi della domanda, in generale, la tendenza è sempre rivolta a soluzioni tradizionali ed economicamente accessibili.”

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Bioarchitettura, l’architettura consapevole
La bioarchitettura è una disciplina che si occupa di individuare il giusto equilibrio tra il benessere di chi vive in una casa e la salute dell’ambien...
GIARDINI VERTICALI: case verdi e la natura si riappropria dei suoi spazi
Giardini in verticali  e case verdi ricoperte vegetazione I giardini verticali sono un nuovo concetto di vedere l’orto privato e pubblico. Realizz...
Serramenti e vetri: quando la dispersione termica può essere ridotta
La sostituzione dei serramenti e dei vetri sono delle scelta che offrono grandi vantaggi in termini di risparmio energetico. La spesa da affrontar...
Aerodinamica degli edifici: brevi considerazioni
Gli effetti del vento sono importanti al fine degli sviluppi progettuali in termini strutturali e di benessere degli ambienti. Cerchiamo di capire bre...
Il recupero migliorativo dei sottotetti: soluzioni praticabili
Per sottotetto si indica un ambiente, spesso non abitabile, compreso tra l’ultimo solaio e la copertura. Si tratta di un’intercapedine isolante che ai...
Residenze per anziani WoZoCo apartments: una soluzione estrema ad un problema di spazio
Il trattamento della facciata e le scelte spaziali rendono l'edificio di Amsterdam, dello studio MVRDV, un progetto molto interessante.
Negozio Freitag a Zurigo, riciclo creativo in architettura
Creare un edificio utilizzando container? Sembra un' idea poco credibile ma lo studio Spillmann-Echsle lo ha realizzato veramente. Cerchiamo di capirn...
Conto Termico e generatori a biomassa
Dal 3 Gennaio 2013 entra in vigore il Conto Termico, Decreto del MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO del 28 dicembre 2012 "Incentivazione della pr...