Architettura e ambiente in 2 edifici ecocompatibili e ad efficienza energetica in Sardegna

Vi presentiamo un progetto molto particolare e interessante realizzato dallo studio Franzina + Partners Architettura in Sardegna, le Pebble Houses.

Il contesto

Si tratta di unità abitative da realizzarsi in una splendida zona completamente immersa in una natura incontaminata in un’area collinare circondata dal verde ed affacciata sul mare meraviglioso color smeraldo della Sardenga.

Le Pebble Houses rappresentano un concept originale ed innovativo, che si ispira alla forma rotondeggiante e smussata dei massi di granito che spesso troviamo naturalmente in questo paesaggio. Il risultato sono due grandi “sassi” destinati ad unità abitative, nei quali la forma si unisce con la natura circostante e l’architettura diventa innovazione tecnologica.

Architettura e ambiente naturale

L’intento del progetto era quello di creare degli edifici che si fondessero e si integrassero con il contesto naturale senza però rinunciare a manifestare il carattere artificiale dell’architettua, dichiarato in modo evidente nella scelta dei materiali tecnologici come il vetro e l’acciaio e delle scelte costruttive.

Architettura ambiente

Architettura e ambiente naturale per due ville in Sardegna

Lo stretto rapporto tra architettura e ambiente naturale è espresso  perfettamente dalla “forma a sasso” delle due abitazioni in quanto si tratta di una forma imperfetta asimmetrica, che fa sembrare di trovarsi davanti ad un elemento naturale.

Le due unità, la cui massima altezza è di 7 mt, aderiscono alle caratteristiche geo-morfologiche del terreno, sembrando due grossi massi di granito che si armonizzano alla perfezione con l’ambiente circostante.

Premessa irrinunciabile e vincolante per l’inizio della fase progettuale è stato il riconoscimento dei caratteri dell’intorno, concretizzata con la scelta di un’architettura quasi invisibile che vuole divenire parte integrante dell’ambiente nel quale si confonde.

L’edificio dialoga perfettamente con il contesto grazie alla scelta dei materiali utilizzati e alla geometria creando un continuum spaziale ed estetico nel quale  il rapporto tra natura e architettura risulta essere molto forte.

La scelta di fondersi con la natura circostante, non implica la rinuncia alla manifestazione del carattere artificiale della progettazione architettonica, esplicitamente dichiarato nella scelta dei materiali tecnologici e delle scelte costruttive.

Il progetto delle Pebble Houses

edifici ecocompatibili

Pebble Houses: edifici ecocompatibili e ad efficienza energetica

Nel prospetto principale sono presenti due grandi vetrate che  danno aria e luce alle tre camere del piano primo dalle quali si può godere dello splendido panorama circostante, grazie alle naturali curve di livello.

Le Pebble Houses insistono su due lotti attigui e sono orientate e disposite in modo tale da garantire la privacy di ogni singola unità e al tempo stesso di offrire ad entrambe una ampia vista verso lo splendido mare sardo.

Le due abitazioni sono uguali fra loro e si articolano su due livelli per una superficie coperta totale di 209 mq.

La zona giorno con cucina, zona living e area armadi è collocata al piano terra, mentre al piano superiore troviamo due camere singole ed una camera matrimoniale.

In direzione del mare si protende poi un’ampia terrazza di 55 mq che funge anche da portico per il piano terra.

La copertura a guscio presenta due fori che contribuiscono a dare aria e luce alle stanze interne come il vano scale e i servici igienici, e una grande apertura laterale in corrispondenza della terrazza.

Due edifici ecocompatibili e ad efficienza energetica

ville in Sardegna

Prospetto delle due ville in Sardegna

I due edifici sono stati concepiti per essere alta efficienza energetica ed eco-compatibili.

Si è scelto di creare delle abitazioni caratterizzate da una maggiore eco-compatibilità rispetto ad una costruzione tradizionale con emissioni in CO2 pari a zero, conformemente al protocollo di Kyoto.

Il riscaldamento dell’edificio è stato pensato con un impianto radiante a pavimento e l’intero sistema è gestito dalla domotica, che rileva in tempo reale il bilancio energetico e garantisce condizioni climatiche omogenee e stabili in tutto l’edificio grazie alla regolazione dell’apertura delle bocchette di aerazione e della velocità dell’aria all’interno dei condotti,

 

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La Biennale di architettura 2010 a Venezia: venite con noi a visitarla!
la biennale di architettura a venezia è un appuntamento imperdibile per architetti, studenti designer e curiosi!
Aerodinamica degli edifici: brevi considerazioni
Gli effetti del vento sono importanti al fine degli sviluppi progettuali in termini strutturali e di benessere degli ambienti. Cerchiamo di capire bre...
Ufficio portatile ed ecosostenibile
Innovativa ed interessante, arriva direttamente dagli Stati Uniti l’idea di un ufficio disegnato e costruito secondo criteri di sostenibilità ambienta...
Pavimenti e rivestimenti in materiali ecologici o bioclimatici
Nella realizzazione di elementi di pavimentazione o di rivestimento è possibile utilizzare molteplici materiali: proviamo ad elencarne alcuni cercando...
Sciencepark a Gelsenkirchen: sistema sostenibile
Il progetto del parco della scienza a Gelsehkirchen si configura come complesso dai caratteri altamente tecnologici applicati ai principi della archit...
Walt Disney Concert Hall, Los Angeles.
Un progetto di Frank Gehry fa sempre discutere nel bene e nel male: il suo estremismo plastico lo ha portato a consolidare la sua posizione di archite...
Biblioteca Nazionale di Francia di Dominique Perrault
Analizziamo le caratteristiche dell'intervento di Perrault per la Biblioteca Nazionale francese, uno dei progetti più interessanti del panorama archit...
PALLET HOUSE: un modulo abitativo per un aiuto concreto
Pallet, conosciuto da noi italiani più comunemente con il termine bancale, è una base d'appoggio, solitamente in legno, utilizzata in ambito industria...