Architettura ecologica: per far convivere ecologia e architettura insieme

Filed under: Bioarchitettura |

La progettazione sostenibile si basa sullo sviluppo di tecnologie e di approcci progettuali indirizzati ad infondere un nuovo modo di abitare il nostro pianeta. Ma la vera sfida è proprio quella di rendere l’uomo un elemento in simbiosi con la natura e non in perenne contrasto. L’ostacolo maggiore, dice David Orr (uno studioso americano che si occupa di tematiche ambientali), alla rivoluzione progettuale di tipo ecologico non è di carattere tecnologico o scientifico ma umano.

Nel corso degli ultimi anni il progetto di architettura ha assimilato sempre in maniera maggiore e raffinata i principi ecologici; molti paesi hanno formulato direttive e standard di progettazione, sebbene in molti casi facoltativi, indirizzati proprio alla volontà di rendere ciò un elemento fondante del progetto. Questi dettami hanno impegnato i progettisti, inoltre, nell’individuare nuove soluzioni architettoniche determinando dunque un punto di svolta epocale per la disciplina.

Coloro che si sono interessati alla questione hanno sviluppato dunque nuovi modi di implementare sistemi di produzione energetica attivi e passivi, studiando le tecniche antiche tramandate dalle civiltà che ci hanno preceduto (e che hanno fatto storia) e che avevamo smarrito seguendo diverse forme espressive e realizzative, con le tecnologie più avanzate.

architettura e paesaggio

Architettura e paesaggio: un binomio possibile. La Casa sulla cascata dell''architetto Frank Lloyd Wright lo testimonia.

Interagendo con l’energia fornita dal sole, dal vento, dall’acqua, questi edifici riescono a fornire risposte concrete ed efficaci in relazione alle questioni ecologiche e nello stesso tempo sviluppano uno standard qualitativo spesso elevato.

Continua David Orr: “La finalità ultima della architettura ecologica non è ciò che facciamo ma la mente umana e in particolare la sua capacità di meravigliarsi e capire. Per evitare che sia semplicemente un modo più efficiente per fare le cose di sempre, l’architettura ecologica deve diventare una sorta di pedagogia pubblica connaturata alla struttura del quotidiano […]. L’obiettivo è porre il comportamento dell’uomo in equilibrio con l’ecologia: per fare ciò occorre un pubblico che dell’ecologia capisca le grandi possibilità e i suoi limiti. Per fare ciò bisogna riconsiderare case, edifici, fattorie, industrie, tecnologie energetiche, trasporti, paesaggi comunità con un atteggiamento nuovo[…]. L’architettura ecologica ci aiuta così a espandere la nostra consapevolezza della natura e la nostra competenza ambientale”. (Da David Orr, The Nature of Design, Culture, and Human Intention, Oxford University Press, Oxford, 2002)

Architettura ecologica

Lo sviluppo di sistemi di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili sono parte fondante del progetto di bioarchitettura.

L’architettura dunque per rispondere alle questioni ambientali sollevate dal dibattito e dalle problematiche riscontrabili, deve superare il concetto di best practice che spesso relegava gli aspetti di sostenibilità ambientale in ultimo piano a favore di sistemi più semplici ed economici.

E’ necessario dunque che i progettisti implicati nello sviluppo del progetto architettonico siano in grado di riformulare i principi fondamentali della disciplina e integrarli con questi temi che necessitano una consapevolezza decisa nel riconoscere il progetto di architettura non solo come fonte di rendita ma anche come elemento fondamentale nello sviluppo della società futura.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La qualità dell'aria negli ambienti confinati.
Un ambiente confinato deve rispondere a determinate esigenze di comfort termoigrometrico. Vediamo di che si tratta.
Serramenti e vetri: quando la dispersione termica può essere ridotta
La sostituzione dei serramenti e dei vetri sono delle scelta che offrono grandi vantaggi in termini di risparmio energetico. La spesa da affrontar...
High Line: un esempio tra metropoli e natura a New York
Progetti impossibili che diventano concreti: questa è New York. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno collettivo. E questo è anche il caso della Hi...
Bonus 55% ed efficienza energetica: verso il rinnovo?
Continua il dibattito per quanto riguarda gli incentivi per l’efficienza energetica anche nei prossimi anni. Nell'ambito della Giunta FINCO del 25 Ott...
Un recupero edilizio inusuale: gli edifici industriali di Zavrtnica
Quando si parla di recupero edilizio, spesso si pensa ad una serie di interventi strutturali in grado di rimettere a nuovo edifici ed intere aree di u...
Nikken Sekkei Building,Tokyo
Il progetto per l'edificio dello studio di architettura Nikken Sekkei a Tokyo.
Salone Como CasaClima 2012, risparmio energetico ed edilizia sostenibile
Torna anche quest'anno, dopo il successo ottenuto nel 2011, il Salone Como CasaClima "Costruire oggi", la sua seconda edizione verrà realizz...
La bioedilizia e le vernici naturali
Per molti anni l'edilizia comune si è rivolta ad aziende petrolchimiche per poter realizzare prodotti in grado di verniciare e trattare differenti sup...