AutoCad per Mac: un cambiamento epocale per tutti i progettisti

Immaginate uno studio di creativi o di progettisti. Su ogni scrivania troviamo un Apple Cinema Display e qualche altro oggetto tipico del mondo Apple. Capiamo subito che in questo studio non ci sono PC. Le postazioni di lavoro però sono tutte vuote, nonostante le chiavi della macchina siano ancora lì, il caffè sia bello caldo e la sedia Aeron della Herman Miller non sia messa a posto. Ciò vuol dire che il suo occupante si è alzato e non sarà troppo lontano.

La domanda è: dove saranno finiti tutti? Risucchiati in qualche buco spazio – temporale. Già in pausa a fare colazione o a svolgere qualche altra faccenda in orario lavorativo?

AutoCad per Mac

AutoCad per Mac

No. Cambia l’inquadratura e troviamo tutti ad osservare completamente rapiti un collega che ha appena scaricato una nuova versione di AutoCad che gira nativamente su Mac. Un miracolo!

Stiamo vedendo lo spot di Autodesk che pubblicizza l’uscita del software di AutoCad per Mac uscito a metà ottobre.

La Apple ci ha abituati ai cambiamenti storici proponendoci iPod, iPad e quant’altro; ma questo è un cambiamento epocale per la comunità di progettisti Mac – friendly che per anni ha dovuto combattere con la dittatura windows. Anche la canzone di sottofondo promette bene: “things are gettin’ better, oh-oh-oh-oooo”. (“Le cose andranno bene”.)

Un ritorno in grande stile con tutte le tipicità del Mac

Circa 18 anni di attesa ma finalmente Autocad torna su piattaforma Mac. AutoCAD è un software per la progettazione professionale e l’ingegneria, che prima era disponibile solo per la piattaforma Windows.

Il blog della Autodesk, società sviluppatrice della famosa piattaforma CAD più usata da ingegneri, architetti e progettisti, comunica in via ufficiale l’uscita del programma: “Dopo qualche anno di sviluppo e milioni di righe di codice, la prima versione nativa di AutoCAD per Mac è un passo avanti enorme per Autodesk nell’offrire ai propri clienti la possibilità di scegliere la piattaforma su cui preferiscono lavorare”.

Sul sito dell’azienda invece sono già presenti tutte le informazioni relative all’acquisto, e in più si rende disponibile una versione demo scaricabile e con validità di 30 giorni.

Autocad torna su Mac in grande stile. Questa nuova versione integra le caratteristiche classiche del programma con le peculiarità tipiche di Mac OS X.

Novità assoluta la possibilità di utilizzare il software su dispositivi portatili come iPhone e iPad scaricando l’applicazione Autocad WS, gratuita nell’AppStore.

AutoCAD-WS per iPad

AutoCAD-WS per iPad

Aggiunge la Autodesk: “AutoCAD per Mac ha un’interfaccia intuitiva, familiare agli utenti Mac e che sfrutta appieno Mac OS X, incluso il browsing dei file con Cover Flow e l’uso delle gestures multi-touch presenti sia sui portatili Mac, che sul Magic Mouse e sul Magic Trackpad. Grazie alla possibilità di creare e modificare file nel formato DWG nativamente, AutoCAD per Mac faciliterà la collaborazione con colleghi, clienti e partners a prescindere dalla piattaforma usata. AutoCAD per Mac è anche integrato con AutoCAD WS, così gli utenti possono caricare e organizzare i propri progetti nel proprio spazio online, direttamente dalla loro Scrivania e modificarli o convidiverli facilmente, attraverso un qualunque web browser o grazie ad AutoCAD WS per iOS “.

Licenze gratuite e versioni di prova

Attraverso l’Autodesk Education Community è possibile usufruire gratuitamente delle licenze per docenti e per studenti. Oltre Ad Autocad per Mac sono presenti altri 25 prodotti disponibili con licenza della durata di tre anni.

AutoCAD-WS per iPod e iPhone

AutoCAD-WS per iPod e iPhone

AutoCAD per Mac è disponibile per la vendita per ora solamente in lingua inglese in Nord America ed Europa attraverso i principali rivenditori e portali di e-commerce, nonché principalmente sul sito della Autodesk, ha un costo di circa 4.000 dollari, ma la versione di prova di 30 giorni dovrebbe offrire agli utenti ampie opportunità di testare l’applicazione prima di impegnarsi nell’importante acquisto del software.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La scelta dei materiali da costruzione e la qualità di uno spazio
I materiali da costruzione spesso sono composti da elementi che se rilasciati in ambienti confinati possono produrre danni per la salute. Ma in che mo...
Architettura sostenibile: i Tree Hotel nella Lapponia svedese
In Lapponia si sta sperimentando un nuovo modello abitativo. Gli architetti hanno studiato dei nuclei abitativi a metà strada tra un nido di uccello e...
Il controllo ambientale in architettura. Parte terza
Concludiamo il breve excursus sulle evoluzioni delle tecniche di controllo ambientale attraverso alcune riflessioni su alcuni possibili scenari di rif...
Le trasformazioni del paesaggio urbano e naturale
Il territorio italiano nel corso del secolo scorso ha subito grandi trasformazioni in termini di assetti territoriali. Cerchiamo di capire alcuni aspe...
La crescita della popolazione e le sue dinamiche
Il controllo demografico è uno strrumento essenziale per lo sviluppo di un paese: cerchiamo di approfondire il tema delle dinamiche di crescita della ...
Kingspan Lighthouse: stile di vita ecologico.
Il progetto di architettura deve essere in grado di costituirsi come un sistema che si adatti alle caratteristiche climatiche, che ne comprenda le var...
Herzog & de Meuron: la fondazione Laurenz a Basilea.
L'edificio di Herzong & de Meuron è un episodio importante dell'architettura degli spazi museali: cerchiamo di capire perchè.
La Casa del Futuro: una casa domotica a risparmio energetico
Il futuro nasconde moltissime sorprese dietro l'angolo, una di queste è la ricerca di una casa super efficiente in grado di soddisfare le esigenze sem...