La biblioteca centrale di Phoenix

Filed under: Architettura,Bioarchitettura |

La Burton Barr Central Library a Phoenix, Arizona è un importante progetto realizzato da William Bruder e dagli Architetti DWL, e una delle 15 biblioteche che sono state realizzate nella città americana. Essa contiene oltre 705.000 articoli ed è stata inaugurata nel 1995.

La particolarità del progetto è certamente la gestione dell’illuminazione diurna, con schermi verticali ondulati,  posizionati sopra l’ingresso sud che fungono da elementi ombreggianti. L’ingresso nord è invece totalmente investito dai raggi di sole attraverso una facciata totalmente vetrata, con alberi che esercitano, il seppur debole ombreggiamento estivo. Le facciate che ricevono più radiazioni solari, ad est e ovest sono ombreggiate invece con una struttura orizzontale di rame.

Vista della biblioteca centrale di Phoenix. E' possibile individuare gli elementi modulari in facciata.

Vista della biblioteca centrale di Phoenix. E' possibile individuare gli elementi modulari in facciata.

Utilizzando un unico nucleo centrale aperto,  la circolazione verticale è realizzata mediante tre ascensori ad alta velocità e una grande scala, in modo tale da rendere tutte le collezioni della libreria facilmente accessibili. La biblioteca è spesso citata come un esempio di architettura verde, affrontando molti temi del design eco-sostenibile. La massa termica delle pareti e una elevata efficienza meccanica consente di diminuire i consumi del sistema energetico ad un terzo dell’importo inizialmente ipotizzato.

Il progettista Bruder è solito lavorare con gli elementi che caratterizzano il paesaggio dell’Arizona e infatti la nuova biblioteca di Phoenix evoca infatti le formazioni rocciose del paesaggio della Monument Valley. Gli interni inoltre sono stati concepiti in maniera molto flessibile per andare incontro ad eventuali esigenze di trasformazione degli spazi.  La struttura è realizzata da un reticolo di pilastri alti 10 metri.

Will Bruder è nato nel 1946 a Milwaukee, Wisconsin ed è l’architetto che si è occupato della progettazione della biblioteca.

Bruder ha studiato arte e ingegneria, ma non ha avuto formazione universitaria in architettura. Dopo aver ricevuto un Bachelor of Fine Arts in scultura presso l’Università del Wisconsin-Milwaukee nel 1968, ha lavorato e studiato con Paolo Soleri, acquistando esperienza sul campo del legno, della lavorazione dei metalli, e della muratura. Attraverso l’apprendistato con Soleri e con Gunnar Birkerts, ha ottenuto l’ abilitazione come architetto e ha aperto il suo studio nel 1974.

Nella sua carriera ha affrontato numerosi progetti tra cui la Cholla Branch Library a Phoenix in Arizona nel 1986, la Rock Valley Art Center, Deer Valley, Arizona nel 1994, la Temple Kol Amia sempre a Phoenix, nel 1994, il Nevada Museum of Art  a Reno nel Nevada nel 2003 e attualmente sta lavorando alla realizzazione della Portland Main Library a Portland nello stato del Maine (USA).

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La casa bioclimatica ed il rapporto tra abitazione e clima.
L'architettura e l'ambiente spesso confliggono. Ma proprio dall'ambiente che l'architettura trae i segni del suo compiersi e deve essere in grado di d...
Il tetto verde: un prato sulla copertura della casa
Se si vuole progettare a basso impatto ambientale i tetti verdi sono un must. Ovviamente oltre che belli sono anche molto utili. I tetti vegetali migl...
Un progetto tra uomo e ambiente: Tim and Karen Hixon Visitor Center
Il progetto del Tim and Karen Hixon Visitor Center è un esempio interessante di architettura integrata rispetto all'ambiente circostante: cerchiamo di...
ENERGIA in MOVIMENTO: il Centro Ricreativo Marino a Steinhude
Il progetto per la struttura ricreativa marina a Steinhude rappresenta un alto livello di progettazione sostenibile attraverso una serie di interventi...
Auditorium Parco della Musica, Roma.
Il progetto per l'Auditorium Parco della Musica definisce nuove relazioni tra architettura e contesto urbano. Cerchiamo di approfondire l'argomento.
Il Chichu Art Museum di Tadao Ando a Naoshima, Giappone.
Il museo d'Arte Chicu rappresenta un intervento molto interessante per la capacità di sviluppare una serie di ambienti molto suggestivi. Approfondiamo...
La sede della CCTV & TVCC a Pechino di Office for Metropolitan Architecture (OMA)
Nel progetto per la nuova sede della CCTV di Pechino lo studio OMA reinterpreta la forma tradizionale del grattacielo. Analizziamo alcuni aspetti del ...
Case prefabbricate in legno per un'edilizia sostenibile
Le case prefabbricate in legno sono un esempio di sostenibilità ambientale e, lentamente, stanno prendendo piede anche in Italia. Da molti decenni ...