BIO-Albergo a Merano : il primo esempio in Italia

A Gargazzone, località poco distante da Merano, nel cuore della più grande area coltivata a frutta di tutta Europa, sorge un hotel di concezione completamente nuova.

albergo bio

La struttura vista dall'esterno. Piscine riscaldate grazie al sistema di riscaldamento a pompa di calore

Uno stile di vita ecologico

L’edificio sorge su un pendio posto a sud-ovest, incorniciato dalle montagne altoatesine, all’interno della più ampia area frutticola d’Europa; gode di una splendida vista panoramica sulla Val d’Adige centrale e meridionale.

Realizzato in legno massiccio, seguendo le più ferree norme dettate dall’edilizia ecologica, la struttura vanta di essere completamente priva di giunzioni eseguite con colle e chiodi!

Importante sottolineare inoltre che il vasto terreno che ospita la struttura, è sempre stato coltivato seguendo le regole dell’agricoltura biologica (Ciò avviene da oltre trenta anni).

I proprietari infatti, operano da molto tempo nel settore biologico e hanno deciso di estendere al costruito i principi che caratterizzano il loro stile di vita e di lavoro.

Sistema costruttivo

In collaborazione con l’architetto Dominik Rieder, è stato progettato un sistema costruttivo completamente nuovo nel genere, con alta durabilità nel tempo ed ecologico: un buon esempio di architettura moderna e consapevole.

L’hotel è costruito secondo criteri strettamente ecologici e le 57 camere sono realizzate con un sistema in legno massiccio, assemblato senza ricorrere all’ausilio di chiodi o colla, in base al metodo innovativo alto atesino.

Il metodo è la diretta conseguenza dell’evoluzione di un sistema molto utilizzato in passato, già a partire dal XII secolo, per la realizzazione di chiese a palizzata, dai pionieri scandinavi.

albergo segue bioedilizia

le stanze seguono i principi della bioedilizia in tutti i componenti e nella scrupolosa scelta dei materiali

Tutti gli elementi strutturali per realizzare le pareti, i solai e i tetti per le strutture in legno sono composti da tavole rettangolari in legno massiccio, poste affiancate e giuntate tra loro a pettine.

E’ proprio grazie a questo metodo che è possibile realizzare case resistenti ed ecologiche, senza dover utilizzare colle e chiodi e qualsiasi tipo di elemento metallico. (Sono stati utilizzati degli elementi simili a chiodi, ma realizzati in legno)

Secondo i principi della bioedilizia, infatti, la presenza di metalli genera onde elettromagnetiche che agiscono negativamente sul benessere delle persone.

Le pareti hanno uno spessore di pochi centimetri, solo 4 cm e grazie alla presenza dell’argilla, hanno forte capacità coibentante per gli ambienti che, grazie a ciò, si presentano freschi nelle stagioni estive e molto ben riscaldati durante i rigidi inverni.

Impianto di Riscaldamento e produzione di acqua

E’ stato scelto un sistema di riscaldamento a pompa di calore. Esso si occupa anche di produrre l’acqua calda necessaria per il riscaldamento delle piscine e necessaria per la sauna.

Acqua fredda, inoltre, viene fatta scorrere all’interno delle pareti in argilla, tramite un sistema di tubazioni.

E’ stato pensato anche un sistema per la raccolta dell’acqua piovana: attraverso il tetto viene filtrata da ghiaia e da piante posizionate al posto del tradizionale strato bituminoso e successivamente viene riutilizzata per annaffiare le aree verdi.

progetto ecologico

Semplice, ecologicamente corretto e raffinato: la struttura non delude nemmeno nell'organizzazione degli spazi comuni

Tutto ciò è affiancato da un successivo impianto fotovoltaico che contribuisce a produrre energia rinnovabile, e, di conseguenza, ad abbattere i costi.

Anche le piscine sono state pensate secondo i canoni della bioedilizia: a differenza delle piscine tradizionali più diffuse, non sono state realizzate con le mattonelle; la vasca è in acciaio inox e dunque non presenta parti in PVC.

Interni e scelte dei materiali

La costante attenzione alle norme dell’edilizia ecologica prosegue anche per quanto riguarda gli interni e gli arredi che vi sono stati inseriti; ad esempio, i letti sono completamente privi di elementi in metallo, i materassi sono naturali, e i tessuti d’arredo sono esclusivamente in cotone biologico.

Il legno adoperato per la realizzazione dell’hotel proviene esclusivamente dai boschi della zona, così come il porfido, usato per i pavimenti.

Questi materiali sono stati scelti anche per gli ascensori, dove le parti realizzate in metallo sono state ridotte al minimo indispensabile.

Altra curiosa caratteristica: all’interno delle stanze una parete è in legno di cembro.

Esso, secondo studi scientifici che confermano l’uso popolare dell’essenza, sembra possa favorire un migliore riposo notturno e una frequenza cardiaca ridotta: circa 3.500 battiti al giorno in meno, che corrispondono a quasi un’ora di attività cardiaca!

Le stanze da letto non dispongono di televisione e minibar, questo è stato pensato per ridurre la presenza di elettrosmog. ( La tv può essere richiesta eventualmente!)

Sempre per ridurre sollecitazioni inquinanti, sia i collegamenti telefonici che quelli di connessione internet, sono sapientemente schermati.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Detrazioni Irpef e risparmio energetico: benefici non solo per l’ambiente.
Scadono i termini ultimi per presentare le schede integrative relative agli interventi di riqualificazione energetica per beneficiare del 55% di detra...
Sistemi di climatizzazione naturale
Esistono numerosi sistemi architettonici per il controllo climatico affinchè il nostro edificio sfrutti le risorse rinnovabili naturali e consenta un ...
I falsi miti sull'eolico sfatati dall'Aper
E’ recente la diatriba tra Sgarbi e Vendola, governatore della regione Puglia che dichiara di produrre un eccesso di energia pari al 70 % in più r...
La certificazione energetica degli edifici: caratteristiche e applicazioni
La certificazione energetica è uno strumento fondamentale per la valutazione delle prestazioni di un edificio in termini di consumi e di efficienza en...
Una casa nel verde
Villa Van Acker Sissau è la sintesi di un progetto che mira a coinvolgere lo spazio verde esterno nella concezione degli spazi interni. Cerchiamo di a...
Il teatro Chassè di Herman Hertzberger a Breda
Il teatro Chassè a Breda rappresenta una esperienza emozionale importante per il visitatore attraverso la capacità dei progettisti di movimentare gli ...
La galleria Henze e Ketterer di Gigon/Guyer
Un esempio interessante di galleria d'arte multifunzionale: la galleria Henze e Ketterer.
Architettura residenziale: BGF house dello studio FPA vince all'European Property Awards 2012
Quest'anno uno studio di Padova,  FPA Franzina+Partners Architettura, fondato nel 1992 dall'architetto Michele Franzina, ha vinto l’“European Prop...