La Casa del Futuro: una casa domotica a risparmio energetico

Il futuro nasconde moltissime sorprese dietro l’angolo, una di queste è la ricerca di una casa super efficiente in grado di soddisfare le esigenze sempre maggiori dell’uomo rispettando e valorizzando l’ambiente.

La casa del futuro non è un miraggio, ma si tratta di una soluzione in grado di fornire comfort e sicurezza e che probabilmente potrebbe rappresentare la tipologia abitativa più comune nel 2050.

La casa del futuro rappresenta il giusto incontro tra bioedilizia, design e domotica.

All’interno dell’Illinois Institute of Technology, una serie di designer, progettisti e architetti si sono incontrati e scontrati per un obiettivo comune: “la future living”.

Casa del Futuro

Casa del Futuro

La future living è quindi il risultato degli studi razionali e non di più menti e rappresenta l’esempio del nucleo abitativo del futuro pensato per essere completamente rispettoso del pianeta.

La future living si pone nel panorama edilizio con un prodotto in serie da utilizzare per creare molteplici agglomerati urbani nel mondo.

Ma vediamo il progetto in tutte le sue parti.

La Casa del Futuro: “la future living”

Future living è un sistema residenziale modulare progettato per essere completamente autosufficiente.

Ogni parte del modulo è stata studiata per essere la corretta risposta a qualunque esigenza.

casa domotica

Casa domotica

Il modello abitativo si compone di elementi modulari a base quadrata di 4×4 metri.

Data la modularità e la dimensione degli elementi in serie, la struttura può essere personalizzata completamente, posizionando,sottraendo ed inserendo elementi differenti tra loro.

L’unità abitativa non supera i 90 mq, ma questo non è considerato minimamente un problema, in quanto possono essere creati più moduli per ogni unità.

Inoltre future living può giocare con ampie vetrate e spazi che si relazionano con l’esterno e pareti mobili che organizzano o interrompono l’equilibrio spaziale.

Inoltre, ogni progetto può differenziarsi dall’altro per la presenza forte del colore che può modificare la resa finale dei prospetti, già diversi l’uno dall’altro.

Una Casa domotica

Un altro aspetto importante punto forte dell’evoluzione della residenza “future living” è quello riguardante la domotica.

Con un semplice telecomando sarà possibile modificare, accendere, spegnere il riscaldamento, sarà poi possibile programmare la cucina, la lavatrice, aprire e chiudere le finestre, accendere l’antifurto…insomma tutte le operazioni che normalmente richiedono una serie di operazioni parzialmente controllate, verranno comandate da un unico pannello di controllo.

La domotica è il simbolo dell’avanzamento tecnologico in quanto, attraverso l’elettronica cerca di garantire comfort, qualità e risparmio.

Una casa a risparmio energetico

Il risparmio energetico è poi un altro aspetto importante che, grazie alla domotica, sarà una vera e propria realtà di routine.

Il controllo elettronico di ogni elemento della casa, permetterà di risparmiare notevolmente sui consumi energetici.

future living

Future living, una casa a risparmio energetico

Gli impianti di future living sono stati studiati per funzionare in modo autonomo, non sono previsti sprechi grazie anche ad una serie di sensori.

Anche l’impianto d’illuminazione si baserà su criteri di efficienza e risparmio estremi.

Tutte le luci di future living, sono provviste di sensori in grado di percepire la presenza umana; in questo modo si accendono e si spengono solo all’occorrenza.

La sostenibilità ambientale riguarda poi tutti gli aspetti costruttivi a partire dalla struttura isolata, fino ad arrivare al recupero dell’acqua piovana.

Ad esempio l’energia elettrica è completamente prodotta da pannelli fotovoltaici e turbine eoliche.

Inoltre i giardini sono completamente mantenuti e bagnati grazie al recupero delle acque piovane e, ovviamente per garantire la completa autonomia del fruitore, sono previsti orti verticali per una produzione di ortaggi e frutta di tipo sociale.

Questa soluzione oltre a garantire un risparmio energetico elevato, provocherà in futuro l’abbattimento della produzione globale di CO2 perché maggiore è il risparmio e maggiore è l’autosufficienza dell’uomo, è maggiore sarà il rispetto dell’ambiente in cui quotidianamente viviamo.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

RESTRUCTURA 2010: salone interamente dedicato all’edilizia
Come ogni anno, si svolgerà a Torino Restructura, evento che coinvolge a 360° il settore dell’edilizia. Le date dell'evento previste per quest'...
Il controllo termico attraverso le pareti opache.
Gli strumenti di controllo termico possono essere attuati mediante una corretta progettazione delle partizioni esterne ed interne. Ecco alcune specifi...
Un moderno edificio religioso: Church of Chirst, Tokyo.
La chiesa di Cristo di Tokio, realizzata da Fumihiko Maki è un esempio di architettura religiosa molto interessante. Cerchiamo di capirne le caratteri...
Un esempio di collaborazione professionale tra architetti famosi: il Groningen Museum
Il progetto per il museo di Groningen raggruppa l'esperienza progettuale di diversi architetti e designers. Il risultato è una architettura sorprenden...
Edificio Ing Bank a Budapest di Erick van Egeraat
L'intervento per l'edificio della Ing Bank è molto interessante per la capacità di inserirsi in maniera innovativa su un edificio preesistente di preg...
Torre Agbar a Barcellona
La torre Agbar di Nouvel è uno degli edifici contemporanei più riconoscibili della città di Barcellona. Cerchiamo di capire le caratteristiche dell'in...
Herzog & de Meuron: la fondazione Laurenz a Basilea.
L'edificio di Herzong & de Meuron è un episodio importante dell'architettura degli spazi museali: cerchiamo di capire perchè.
La sede della CCTV & TVCC a Pechino di Office for Metropolitan Architecture (OMA)
Nel progetto per la nuova sede della CCTV di Pechino lo studio OMA reinterpreta la forma tradizionale del grattacielo. Analizziamo alcuni aspetti del ...