Casa di Paglia: un primo esempio urbano dalla Capitale

La sostenibilità ambientale rappresenta un nuovo stimolo progettuale, che consente di riflettere, discutere ed ottenere grandi risultati in campo edilizio e non solo.

Una tipologia edilizia che non mi ha lasciato indifferente e della quale ho già parlato in termini costruttivi è la Casa in Paglia.

Si tratta di un sistema costruttivo ecologico in grado di garantire prestazioni di altissimo livello con un’altissima efficienza energetica.

paglia

La paglia è un ottimo materiale da costruzione

Le case in paglia ovviamente non rappresentano una novità edile in quanto si tratta di una tipologia arcaica che si sviluppò in modo massiccio durante la metà dell’Ottocento negli Stati Uniti.  Nello stato del Nebraska infatti, in una zona povera di materiali tradizionali, le case dei pionieri venivano progettate e realizzate tramite l’uso della paglia compatta.

La paglia ha delle elevate caratteristiche che le consentono di essere un materiale per l’edilizia di alto livello.

I principali pregi della paglia e delle conseguenti costruzioni realizzate in paglia sono:

– ottimo isolante termoacustico;

– materiale a bassissimo impatto ecologico;

– per quanto possa sembrare strano poi, la paglia, è un materiale a basso rischio di incendio e risulta resistere più a lungo di un edificio realizato in cemento armato

-Un edificio in paglia risponde adeguatamente alle normative antisismiche in quanto si tratta di una tipologia edilizia leggera e che di conseguenza riceve una sollecitazione  relativamente bassa.

Per questi ed altri motivi, la casa in paglia si può considerare una realta ecologica in grado di rispondere a tutte le esigenze edilizie. Inoltre un edificio in paglia riesce ad ottenere punteggi elevatissimi per quanto riguarda  la valutazione energetica, risultando di classe A fino ad arrivare anche a livelli Gold di classificazione energetica.

Il progetto della casa di paglia di Roma

Per farvi capire meglio la concreta possibilità di realizzare edifici in paglia anche in aree metropolitane tendenzialmente caratterizzate da un edilizia classica in calcestruzzo armato, vi voglio mostrare un edificio che diventerà realtà nella città di Roma il prossimo Luglio.

Già in fase di cantiere da Gennaio, il progetto  della squadra BAG Officinamobile rapprenterà un esempio da tenere in considerazione per quanto riguarda un’edilizia sostenibileall’avanguardia.

Casa di Paglia

Casa di Paglia di BAG Officinamobile

La struttura portante edilizia prevista è in legno lamellare con muri di tamponamento  in balle di paglia.

Inoltre anche la scelta del rivestimento esterno risponde a pieno ai criteri ecologici.

Si tratta di un intonaco ottenuto dall’impasto di coccio pesto e terra locale, in modo da dichiarare anche l’importanza dell’uso di materiali locali.

La tradizione quindi, è un altro punto forte del progetto.

L’edificio diverrà un luogo fresco, con un’efficienza energetica elevatissima e con la conseguente eliminazione dell’eventuale umidità superficiale (un problema abbastanza comune nell’edilizia classica).

Lo spessore dei muri in paglia previsto è di 45 cm e questo fa si che il valore della trasmittanza termica subisca un netto calo con un K di 0,13 W/mqk, risultando con caratteristiche maggiori rispetto a quelle richieste per la zona geografica di riferimento.

Tutti questi accorgimenti consentiranno di risparmiare circa il 75% dei costi rispetto ad una casa tradizionale.

casa in paglia

La casa di paglia durante la costruzione di BAG Officinamobile

Il progetto inoltre è da prendere in considerazione anche per la formulazione di una sorta di cantiere partecipato, dove chiunque, curiosi, professionisti e studenti hanno la possibilità di relazionarsi con il progetto, partecipando attivamente alla sua costruzione.

Concludendo non resta che sperare che diventi un metodo comune di pensare e progettare.

Non si tratta di un pensiero rivolto solo alle case in paglia, ma si può tranquillamente estendere a tutto il settore della bioedilizia che deve diventare la normalità rispetto ad una progettazione e produzione consapevole.

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Finestre ad energia solare
Il sole è una delle risorse gratuite più grandi di cui il nostro pianeta può usufruire. I consumi dell’uomo hanno portato lentamente ad un degrado ...
Muffa in casa: cause e rimedi
Pareti annerite e macchie che fioriscono in alcuni punti della casa sono elementi da non trascurare, spesso indice di scarso comfort domestico e di un...
Net Lima Tower: il primo edificio ecosostenibile progettato nelle Filippine
Questo progetto merita sicuramente di essere menzionato, in quanto rappresenterà un esempio da seguire nella progettazione futura all'interno delle Fi...
Fotovoltaico galleggiante: acqua e sole per produrre energia
Il problema delle energie rinnovabili Tocchiamo oggi, seppur sfiorandoli, argomenti caldissimi dell'attualità: le energie rinnovabili, la scarsa disp...
I grandi magazzini Manor: involucro edilizio ed efficienza energetica
Il progetto dei magazzini Manor in Svizzera è interessante dal punto di vista tecnologico per le soluzioni impiegate in relazione ai temi della sosten...
Solarsiedlung a Friburgo: un quartiere nel sole.
Il quartiere Solarsiedlung è un progetto veramente efficace di architettura sostenibile: cerchiamo di capire perchè.
Kenzo Tange: Tokyo Metropolitan, il Municipio di Tokyo.
Il progetto per il Tokyo Metropolitan Government Offices a Tokyo è sicuramente uno degli interventi più significativi di Kenzo Tange, che in questo co...
La bellezza del patrimonio italiano. Una proposta di Legge di Legambiente.
Legambiente ha da poco presentato una proposta di legge che mette in primo piano la bellezza come elemento principale del patrimonio italiano. Il pre...