Case prefabbricate in legno per un’edilizia sostenibile

Le case prefabbricate in legno sono un esempio di sostenibilità ambientale e, lentamente, stanno prendendo piede anche in Italia.

Da molti decenni alcune aziende, soprattutto nel Tirolo, realizzano case classiche e di design in grado di rispondere ai più alti canoni di efficienza energetica ed ecocompatibilità.

Oggi vi voglio parlare di un’azienda storica che ha raggiunto riconoscimenti mondiali proprio per il suo attaccamento alle origini e per la continua ricerca di soluzioni in grado di soddisfare il fruitore nel pieno rispetto della natura.

Si tratta della Rubner, un’azienda storica nata nel 1926 come esempio di prima segheria ad acqua, diventata oggi un vero e proprio pilastro nell’ambito delle eco costruzioni in legno.

Ruber: Casa prefabbricata in legno

Rubner: Casa prefabbricata in legno

Le costruzioni già realizzate sono moltissime, più di 12.000 esempi distribuiti nel mondo, dalla tipologia classica, in tipico stile tirolese, fino ad arrivare al design più estremo e all’edilizia commerciale e pubblica.

In tutti questi casi comunque sono sempre gli stessi gli standard e gli ideali perseguiti: si tratta di edifici che utilizzano tecniche costruttive all’avanguardia con i più moderni standard di efficienza energetica.

L’intento è poi quello di rispettare l’ambiente, soprattutto grazie all’uso massiccio del legno, uno dei materiali naturali riconosciuti in ambito edilizio e non solo per le sue proprietà eco-sostenibili.

Le abitazioni prefabbricate, indipendentemente dall’azienda produttrice, sono delle costruzioni solide, durature, che seguono canoni edilizi elevati e che rispondono adeguatamente alle normative più ferree. Si tratta di realizzazioni moderne, in grado di rispondere alle esigenze comunitarie senza intaccare il luogo in cui vengono collocate.

In un periodo sociale delicato, proprio come questo, è importante ricercare soluzioni innovative, seppur legate al passato, che possano fornire delle risposte concrete, sia per quanto riguarda l’aspetto economico sia per quanto riguarda l’aspetto ambientale.

Materiali utilizzati nelle case prefabbricate in legno per un’edilizia sostenibile volta al futuro

Rubner Longano Monopoli

Rubner Longano Monopoli

L’azienda Rubner, come molte altre, mettono in primo piano l’importanza del materiale.

I materiali, il loro confezionamento ed il loro smaltimento, sono degli aspetti fondamentali se si desidera costruire consapevolmente.

Un materiale può decretare una migliore o peggiore prestazione energetica, come allo stesso tempo modificare le caratteristiche di sostenibilità ambientale complessive.

La Rubner si distingue per la scelta a 360° di materiali ecologici, in grado di rispondere a tutte le esigenze di un cantiere.

Tutte le case realizzate dall’azienda, anche per questo motivo, oltre ad ottenere differenti riconoscimenti, tra i quali quelli di CasaClima, oscillano tra la classificazione energetica B, A e alcune riescono a raggiungere la Classe Oro che è destinata agli edifici che richiedono un fabbisogno energetico minore o uguale ai 10 kWh/m2 pari ad 1 litro/m2. Proprio per questo motivo, queste soluzioni progettuali, vengono rinominate anche case da 1 litro.

Si tratta di condizioni di efficienza di altissimo livello; soddisfano il cliente, lo fanno risparmiare, limitando l’inquinamento ambientale.

Vediamo allora alcuni dei materiali che oltre a caratterizzare gli standard qualitativi della Rubner, rispondono ai più alti standard qualitativi e di efficienza energetica.

Il sughero

CasaClima A+

Rubner Haus Flora CasaClima A+

Il sughero è un materiale naturale diventato già da tempo una soluzione nel campo dell’edilizia soprattutto per quanto riguarda l’isolamento termico.

Dura nel tempo, è resistente e molto efficiente.

La cellulosa

La cellulosa utilizzata è un composto organico di carta da giornale riciclata.

Grazie all’utilizzo di collanti naturali, è un materiale ad alta sostenibilità ambientale.

E’ ideale per la creazione di struttura frangivento ed è molto resistente agli attacchi fungini e di parassiti.

Le tegole in cemento

La Rubens si distingue poi anche per l’utilizzo di tegole in cemento che possono essere impiegate per la realizzazione di tutti i tetti. Hanno delle elevate caratteristiche antigelo e sfruttano materie prime inesauribili.

L’intonaco minerale

Esempio casa in legno Rubner Blockhaus

Anche l’intonaco minerale è un materiale utilizzato per isolare ambienti interni ed esterni.

Inoltre ha delle ottime capacità di diffusione al vapore, evitando condensa.

L’uso dell’intonaco minerale, oltre ad essere una soluzione ecologica, partecipa all’isolamente termico dell’intero involucro edilizio.

Cartongesso e fibrogesso

Un altro materiale in grado di costruire edifici ecologici sono il cartongesso e il .

Il cartongesso è un materiale naturale puro costituito sonlo da gesso ed acqua. E’ resistente e consente di avere molta libertà nella creazione e distribuzione degli interni.

Il fibrogesso è costituito da carta riciclata e acqua e consente di avere un prodotto con un elevata resistenza al fuoco (REI).

La fibra di legno

eco costruzioni

Le eco costruzioni possono essere anche prefabbricate

La fibra di legno è un materiale che permette di recuperare il legno proveniente da disboscamento.

Consente quindi di evitare inutili sprechi ottenendo un materiale con elevate caratteristiche e qualità tecniche.

La fibra di legno trattiene il calore, garantendo un elevato comfort indoor; inoltre risponde ad elevate prestazioni fonoassorbenti.

La canapa

Un altro materiale utilizzato sia in ambito edilizio che nel settore dell’interior design, è la canapa.

Si tratta di un materiale che ci fornisce direttamente la natura e non richiede particolari trattamenti. E’ un ottimo isolante; è idrorepellente ed ha un altro coefficiente fonoassorbente.

Il legno

Il legno è il materiale per eccellenza che contraddistingue da sempre l’azienda Rubner.

Si tratta di un materiale naturale al 100% che ha delle proprietà fondamentali per un’edilizia ecologica.

Per prima cosa è un materiale resistente, duraturo, che risponde adeguatamente agli agenti atmosferici.

E’ poi un materiale isolante che permette di svolgere funzioni termoisolanti lasciando comunque la giuasta traspirazione in modo da evitare le condense.

Le tinte: silicati su base biologica

Per avere una casa ecologica al 100% è necessario pensare a tutto. L’azienda Rubner ritiene altrettanto importante l’aspetto rigurdante la tinteggiatura esterna ed interna.

La scelta è quella verso una tinteggiatura ecologica realizzata da silicati su base biologica che garantisce oltre alla qualità e alle grande scelta cromatica, anche una lunga durata.

Queste sono le soluzioni, indipendentemente dalle scelte alternative per l’alimentazione energetica, che permettono di realizzare una casa ecologica ad altissime prestazioni. L’azienda Rubner ne ha fatto un simbolo merciologico, ma è corretto sapere che si tratta di una vera e propria svolta per un’edilizia consapevole e di altissima qualità.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Biopellet all'arancia e fotovoltaico all'uva: dal CNR alcune novità
Quando l’Italia sta per essere investita da una forte ondata di caldo (era ora), e una attesissima e ritardataria estate sta facendo capolino, ci ...
La casa bioclimatica ed il rapporto tra abitazione e clima.
L'architettura e l'ambiente spesso confliggono. Ma proprio dall'ambiente che l'architettura trae i segni del suo compiersi e deve essere in grado di d...
La qualità degli interventi di recupero edilizio in ambito rurale.
La tutela del paesaggio e gli interventi su fabbricati antichi rappresentano un nodo cruciale nel mantenimento e la valorizzazione del nostro patrimon...
La qualità dell'aria negli ambienti confinati.
Un ambiente confinato deve rispondere a determinate esigenze di comfort termoigrometrico. Vediamo di che si tratta.
Bonus 55% ed efficienza energetica: verso il rinnovo?
Continua il dibattito per quanto riguarda gli incentivi per l’efficienza energetica anche nei prossimi anni. Nell'ambito della Giunta FINCO del 25 Ott...
Net Lima Tower: il primo edificio ecosostenibile progettato nelle Filippine
Questo progetto merita sicuramente di essere menzionato, in quanto rappresenterà un esempio da seguire nella progettazione futura all'interno delle Fi...
MATERIALI INNOVATIVI: i nuovi ISOLANTI per la costruzione e ristrutturazione edilizia
Il risparmio energetico all'interno di edifici di nuova costruzione o preesistenti, è un aspetto fondamentale nell'ambito del nuovo concetto di “bioed...
Il problema amianto: una minaccia per la salute ancora estesa
Il problema dell'amianto grava sul territorio nazionale in modo ancora evidente. Per anni e ancora oggi, una politica soprattutto rivolta verso gli...