Il centro Galego di Arte Contemporanea

L’edificio per il centro Galego di Arte Contemporanea è collocato all’interno di un contesto densamente occupato da edifici a Santiago de Compostela.

Questa condizione è stata certamente un ostacolo nella progettazione che ha visto impegnato Alvaro Siza.

L’edificio è formato da due volumi a forma di L di tre piani più una terrazza realizzati con rivestimento in granito.

La porta ovest comprende il portico di accesso, la reception, l’ingresso per l’auditorium e al primo piano l’ingresso alla biblioteca, ai centri amministrativi e di documentazione.

La porta est ospita invece le aree espositive collocate nel seminterrato, la libreria e la tavola calda.

Tra i due fabbricati è collocata una zona di transizione su cui appoggia un portone di ingresso che porta verso le aree espositive. Il primo piano è occupato dagli uffici amministrativi e della direzione, mentre al terzo piano sono collocate le zone di servizio. Le aree della terrazza, collocate in copertura, sono aperte al pubblico in occasione di mostre ed eventi temporanei.

Alvaro Siza, il progettista del centro Galego

centro Galego

Vista esterna del centro Galego di Arte Contemporanea.

Álvaro Joaquim de Melo Siza Vieira nasce nella città di Matosinhos, presso la città di Porto,nel 1933.

Si laurea in Architettura nel 1955 e alla fine degli anni cinquanta apre un proprio studio e inizia la sua attività professionale con il progetto per la Casa del Té a Leça da Palmeira.

Dalla metà del decennio successivo diventa professore universitario in diverse università internazionali, che abbandonerà poi negli anni per dedicarsi solamente alla cattedra all’Università di Architettura di Oporto, che tra l’altro è stata progettata dallo stesso Siza.

Tra i progetti più importanti di Alvaro Siza troviamo il progetto per il Quartiere residenziale di Malagueira a Evora, in Portogallo,  il complesso residenziale detto “Bonjour Tristesse” a Berlino, Germania, il Padiglione del Portogallo all’Expo ’98 di Lisbona, Portogallo, il Centro Culturale e auditorium della Fondazione Ibere Camargo a Porto Alegre, Brasile e il Padiglione temporaneo della Serpentine Gallery (con Eduardo Souto de Moura) a Londra nel Regno Unito.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Tecniche e Tecnologie dell'architettura
Si tratta di un brevissimo riassunto generale sulle tecniche e le tecnologie in architettura, una riflessione sui materiali delle costruzioni e il lor...
La casa bioclimatica ed il rapporto tra abitazione e clima.
L'architettura e l'ambiente spesso confliggono. Ma proprio dall'ambiente che l'architettura trae i segni del suo compiersi e deve essere in grado di d...
Il radon come inquinante degli ambienti domestici
Il radon è una componente certamente pericolosa degli agenti inquinanti indoor. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e quali rimedi apporre per sfavo...
AutoCad per Mac: un cambiamento epocale per tutti i progettisti
Autocad per Mac ritorna dopo una lunghissima attesa. Si tratta di un cambiamento epocale per tutti i progettisti che utilizzano l'ambiente Mac. La sch...
Progetto Eden in Cornovaglia di Nicholas Grimshaw
Il progetto Eden è un complesso di serre che ospita vegetali appartenenti al bioma mediterraneo e tropicale: cerchiamo di capire le caratteristiche de...
Richard Rogers: il parlamento del Galles a Cardiff
L'edificio del parlamento di Cardiff è un edificio progettato da Richard Rogers che si inserisce come un'esperienza di forte rinnovamento della zona p...
Dal restauro di una Villa Veneta nasce un favoloso "Relais Gourmand"
Villa Pampado è una Villa Veneta della  fine del XVII secolo, situata ad Oriago di Mira, che fu splendida dimora di Gregorio Barbarigo e di Mons. Fran...
Architettura e ambiente in 2 edifici ecocompatibili e ad efficienza energetica in Sardegna
Vi presentiamo un progetto molto particolare e interessante realizzato dallo studio Franzina + Partners Architettura in Sardegna, le Pebble Houses. I...