La Classe Energetica degli edifici

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Normativa |

Da anni sentiamo parlare di Classe Energetica per quanto rigurda gli elettodomestici e siamo tutti ormai attenti e sensibili nell’acquistare prodotti (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, ecc.) che ci consentano risparmio energetico ed economico nel loro utilizzo, ma solo negli ultimi anni si parla anche di Classe Energetica degli edifici.

Se si pensa che un elettodomestico viene utilizzato solo per qualche anno ed ha un costo che mediamente si aggira sul alcune centinaia di euro mentre in una casa ci viviamo tutta la vita ed ha costi molto più alti di acquisto e di gestione, si può capire l’importanza di applicare il concetto di Classe Energetica agli edifici.

Dlgs 3 marzo 2011 n. 28

classe energetica edifici

La classe energetica degli edifici

Maggior sensibilità nei confronti della Classe Energetica degli edifici si è ottenuta in parte anche grazie al Dlgs 3 marzo 2011, n. 28, che nell’articolo 13, comma 1, lettera c, cita:

Nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unità immobiliari, a decorrere dal 1° gennaio 2012 gli annunci commerciali di vendita riportano l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica”.

Quindi la normativa vigente prevede l’obbligo di indicare l’indice di prestazione energetica negli annunci di vendita degli immobili (in Lombardia anche per le locazioni) di qualsiasi tipo essi siano.

Cos’è l’indice di prestazione energetica?

L’indice di prestazione energetica, espresso in kWh/mq per anno, indica il grado di risparmio energetico di una unità immobiliare.

La Classe Energetica degli edifici

attestato certificazione energetica

Attestato certificazione energetica

Sulla base dei valori di prestazione energetica l’edificio viene suddiviso in classi energetiche, lettere che rappresentano il consumo di energia dell’edificio stesso, la classe A+ indica il consumo più basso quindi un maggior risparmio, via via si scende sino ad arrivare alla classe G alla quale si associa il consumo più alto e quindi maggiori spese di riscaldamento e raffrescamento dell’immobile.

Il valore dell’indice di prestazione energetica, dal quale si ottiene la classe energetica dell’edificio, si ricava dall’Attestato di Certificazione Energetica (ACE), documento redatto da un professionista abilitato che riporta i consumi energetici dell’edificio insieme agli interventi da realizzare per migliorare le prestazioni energetiche.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Fasi e attori del processo edilizio
Il processo edilizio è un sistema di operazioni molto complesso, che coinvolge una serie di figure professionali e necessita una particolare cura e at...
Edilizia bio-ecologica: in arrivo le prime certificazioni di garanzia
E’ arrivata la prima certificazione totalmente italiana nel campo dell’edilizia bio-ecologica; essa ha già fornito garanzie e certificato dieci aziend...
Fondi europei ed edilizia: il nuovo regolamento
Il nuovo regolamento europeo per l’ecoedilizia ha come volontà primaria quella di aumentare il sostegno tra gli stati membri per un ottimale utilizzo ...
Aerodinamica degli edifici: brevi considerazioni
Gli effetti del vento sono importanti al fine degli sviluppi progettuali in termini strutturali e di benessere degli ambienti. Cerchiamo di capire bre...
Isolamento acustico: contropareti, controsoffitti e pannelli fonoassorbenti per rendere la nostra ca...
La casa è il nostro rifugio personale, dopo una giornata di duro lavoroci rifugiamo nella nostra abitazione, il luogo dove potersi ritrovare con la no...
La certificazione energetica degli edifici: caratteristiche e applicazioni
La certificazione energetica è uno strumento fondamentale per la valutazione delle prestazioni di un edificio in termini di consumi e di efficienza en...
Pagamento IMU: un vademecum per non sbagliare
Nonostante abbiano posticipato al 9 luglio le consegne di Unico e degli Studi di Settore rimane fissa la scadenza del 18 giugno per quanto riguarda l’...
Professioni. E’ legale pubblicizzare prestazioni e tariffe
Con l’abolizione delle tariffe professionali il libero professionista, così come l’eventuale cliente, si trova all’interno di una giungla dove vige mo...