COABITARE: Nuovi concetti di vita per l’architettura moderna cohousing

Il cohousing è la nuova frontiera dell’architettura moderna.

Sala da pranzo di una Cohouse: nuovi spazi per coabitare

In realtà, è un richiamo al vecchio modo di vivere. Quando le comodità erano realtà di pochi e la tecnologia per pochissimi, la realtà residenziale si sviluppava secondo un modello sociale di coabitazione dove alcuni luoghi utili per la vita di tutti i giorni erano a disposizione di tutti comunitariamente.

La coabitazione moderna prevede che venga mantenuta la privacy dell’abitazione, come luogo di vita privata e disciplinato da regole familiari ma insieme vengano associati alcuni spazi di servizio comune.

Ciò permette di avere un vantaggio a livello economico, che in questi tempi non guasta, ma soprattutto di avere molti benefici a livello di servizi e di solidarietà comune.

La solidarietà comune è un termine ormai svanito nella realtà frettolosa in cui viviamo; non c’è più lo spirito di condivisione ma di chiusura che oggi provoca problematiche sociali, come quelle condominiali che spesso, si trasformano in tragedia.

Il recupero della parola condivisione di beni, oggetti che sono necessità di tutti, consentono di riportare alla realtà l’uomo che, per natura, necessita di crescere grazie al confronto.

Il cohousing prevede la realizzazione, ad esempio, di una lavanderia comune (come nei College americani), in cui la famiglia ha la possibilità di incontrare altre persone, di discutere evitando l’alienazione sociale dell’uomo del XXI secolo.

E’ necessario quindi che il progettista abbia a pieno la consapevolezza del significato di progettazione condivisa e partecipata.

Condividere una casa

La condivisione è la parola chiave del cohousing

Non è solo più importante valutare lo spazio come luogo in cui costruire un oggetto compatibile con l’intorno, ma diventa importante discutere con chi abiterà quel luogo delle necessità comuni, in modo da realizzare un oggetto di condivisione e non di divisione.

Diventa infatti importante realizzare uno spazio adibito a sala riunioni, locali cucina o lavanderia, aree gioco per bambini, aree verdi, terrazze comuni, luoghi adibiti a magazzino per contenere oggetti di utilizzo comunitario.

La scelta del cohousing non deve basarsi su un mero risparmio economico, anche perchè spesso i costi sono superiori, ma è necessario essere consapevoli del miglioramento della qualità della vita.

Inoltre questo tipo di soluzione progettuale prevede il totale rispetto dell’ambiente, con la ricerca di soluzioni architettoniche ed energetiche all’insegna della qualità.

La collocazione, l’esposizione, la forma, la scelta dei materiali e la distribuzione degli spazi devono rispondere a standard energetici di alto livello.

Nel mondo è gia dalla fine degli anni ’70 e prima che ci troviamo davanti ad alcune realtà di cohousing già consolidate, mentre in Italia è da pochi anni che questa realtà sta’ prendendo piede come una nuova scelta di vita.

Esempio di cohousing nel mondo - Pinakarri Community - Hamilton Hill- Australia esempio di cohousing nel mondo - Swan's Market - Oakland - California

Il cohousing è la nuova frontiera del risparmio economico ed energetico fusi in un unico concetto per poter rispondere alle problematiche ambientali e sociali moderne.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Pellicole filtranti per vetri
Le pellicole filtranti per vetri sono un'ottima soluzione progettuale per le architetture con ampie vetrate o anche per edifici in assenza di scuri. ...
Il controllo ambientale in architettura. Parte terza
Concludiamo il breve excursus sulle evoluzioni delle tecniche di controllo ambientale attraverso alcune riflessioni su alcuni possibili scenari di rif...
Una casa nel verde
Villa Van Acker Sissau è la sintesi di un progetto che mira a coinvolgere lo spazio verde esterno nella concezione degli spazi interni. Cerchiamo di a...
Un esempio di collaborazione professionale tra architetti famosi: il Groningen Museum
Il progetto per il museo di Groningen raggruppa l'esperienza progettuale di diversi architetti e designers. Il risultato è una architettura sorprenden...
Un edificio per uffici a Calveen, Olanda
Questo progetto tratta la realizzazione di un edificio per uffici che si colloca lungo la Rondweg Noord, una strada a scorrimento veloce che, lungo la...
A Schio un seminario sulle "Serre bioclimatiche"
Presso il centro Centro per il Trasferimento Tecnologico TMD DEMOTEK di Schio (VI) si terrà mercoledì 14 Marzo 2012 alle ore 17.30, il Seminario Demot...
Lo Shangai World Financial Center di Kohn Pedersen Fox
Lo Shangai World Financial Center è uno degli edifici più grandi e importanti del mondo. Cerchiamo di analizzarne le caratteristiche.
Sportello Unico per l’Edilizia: al via le semplificazioni
Da pochi giorni sono finalmente vigenti tutte le novità e semplificazioni in merito al Nuovo Sportello Unico per l’Edilizia: un importante snellimento...