COABITARE: Nuovi concetti di vita per l’architettura moderna cohousing

Il cohousing è la nuova frontiera dell’architettura moderna.

Sala da pranzo di una Cohouse: nuovi spazi per coabitare

In realtà, è un richiamo al vecchio modo di vivere. Quando le comodità erano realtà di pochi e la tecnologia per pochissimi, la realtà residenziale si sviluppava secondo un modello sociale di coabitazione dove alcuni luoghi utili per la vita di tutti i giorni erano a disposizione di tutti comunitariamente.

La coabitazione moderna prevede che venga mantenuta la privacy dell’abitazione, come luogo di vita privata e disciplinato da regole familiari ma insieme vengano associati alcuni spazi di servizio comune.

Ciò permette di avere un vantaggio a livello economico, che in questi tempi non guasta, ma soprattutto di avere molti benefici a livello di servizi e di solidarietà comune.

La solidarietà comune è un termine ormai svanito nella realtà frettolosa in cui viviamo; non c’è più lo spirito di condivisione ma di chiusura che oggi provoca problematiche sociali, come quelle condominiali che spesso, si trasformano in tragedia.

Il recupero della parola condivisione di beni, oggetti che sono necessità di tutti, consentono di riportare alla realtà l’uomo che, per natura, necessita di crescere grazie al confronto.

Il cohousing prevede la realizzazione, ad esempio, di una lavanderia comune (come nei College americani), in cui la famiglia ha la possibilità di incontrare altre persone, di discutere evitando l’alienazione sociale dell’uomo del XXI secolo.

E’ necessario quindi che il progettista abbia a pieno la consapevolezza del significato di progettazione condivisa e partecipata.

Condividere una casa

La condivisione è la parola chiave del cohousing

Non è solo più importante valutare lo spazio come luogo in cui costruire un oggetto compatibile con l’intorno, ma diventa importante discutere con chi abiterà quel luogo delle necessità comuni, in modo da realizzare un oggetto di condivisione e non di divisione.

Diventa infatti importante realizzare uno spazio adibito a sala riunioni, locali cucina o lavanderia, aree gioco per bambini, aree verdi, terrazze comuni, luoghi adibiti a magazzino per contenere oggetti di utilizzo comunitario.

La scelta del cohousing non deve basarsi su un mero risparmio economico, anche perchè spesso i costi sono superiori, ma è necessario essere consapevoli del miglioramento della qualità della vita.

Inoltre questo tipo di soluzione progettuale prevede il totale rispetto dell’ambiente, con la ricerca di soluzioni architettoniche ed energetiche all’insegna della qualità.

La collocazione, l’esposizione, la forma, la scelta dei materiali e la distribuzione degli spazi devono rispondere a standard energetici di alto livello.

Nel mondo è gia dalla fine degli anni ’70 e prima che ci troviamo davanti ad alcune realtà di cohousing già consolidate, mentre in Italia è da pochi anni che questa realtà sta’ prendendo piede come una nuova scelta di vita.

Esempio di cohousing nel mondo - Pinakarri Community - Hamilton Hill- Australia esempio di cohousing nel mondo - Swan's Market - Oakland - California

Il cohousing è la nuova frontiera del risparmio economico ed energetico fusi in un unico concetto per poter rispondere alle problematiche ambientali e sociali moderne.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Fondi europei ed edilizia: il nuovo regolamento
Il nuovo regolamento europeo per l’ecoedilizia ha come volontà primaria quella di aumentare il sostegno tra gli stati membri per un ottimale utilizzo ...
Ufficio portatile ed ecosostenibile
Innovativa ed interessante, arriva direttamente dagli Stati Uniti l’idea di un ufficio disegnato e costruito secondo criteri di sostenibilità ambienta...
Calcestruzzo sostenibile
Quando parliamo di sostenibilità ambientale, definiamo il processo di conciliazione tra le attuali esigenze della società e le necessità di vita quali...
High Line: un esempio tra metropoli e natura a New York
Progetti impossibili che diventano concreti: questa è New York. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno collettivo. E questo è anche il caso della Hi...
La boutique Chanel a Milano: gli stilemi dell’eleganza francese
E’ Peter Marino che si occupa da più di dieci anni dell’immagine delle boutique Chanel nel mondo. Già vincitore di due premi AIA (American Institutr o...
Il FOTOVOLTAICO del futuro si spalma e si ricicla
Siamo in un momento decisivo per il nostro paese (e forse anche oltre). Il pannello sul tetto che scotta desta l’attenzione di tecnici e ricercato...
Un progetto tra uomo e ambiente: Tim and Karen Hixon Visitor Center
Il progetto del Tim and Karen Hixon Visitor Center è un esempio interessante di architettura integrata rispetto all'ambiente circostante: cerchiamo di...
Un moderno edificio religioso: Church of Chirst, Tokyo.
La chiesa di Cristo di Tokio, realizzata da Fumihiko Maki è un esempio di architettura religiosa molto interessante. Cerchiamo di capirne le caratteri...