Come pagare l’IMU: le rate e il pagamento

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Normativa |

Scadenze e rate IMU 

La definizione delle rate di pagamento qualche giorno fa ha messo in crisi le banche. Non era infatti stato definito se risultava necessario, o meno, inserire un codice di riferimento in base alla modalità di rateazione che si voleva seguire per il pagamento dell’IMU.

Per quest’anno abbiamo la facoltà di decidere se saldare in due differenti rate, oppure in una sola. Se si decide di dividere il pagamento in due differenti rate (da saldare il 18 giugno e il 17 settembre 2012) si dovrà dividere per tre il valore ottenuto dai precedenti calcoli (rendita x 1,05 x 160 x aliquota – eventuali detrazioni).

Se invece si opta per il pagamento in un’unica soluzione allora il valore va solo dimezzato. Sottolineiamo inoltre che la possibilità di dividere in due rate differenti il pagamento vale solo per quest’anno e solamente per le abitazioni primarie, per tutte le altre è necessario pagare in due soluzioni (il 18 giugno e il 17 dicembre 2012).

Come effettuare il pagamento dell’IMU

Su ogni modulo si deve inserire il codice specifico di ogni Comune (reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate), andrà poi barrata la casella Acc (cioè acconto). Si dovrà poi tener conto se si calcola l’IMU solo sull’abitazione principale o se ad essa devono essere annesse delle pertinenze. Come abbiamo già detto in un precedente articolo http://architetturaxcostruire.lacasagiusta.it/pagamento-imu-vademecum/?preview=true&preview_id=6380&preview_nonce=9199875ea8 è possibile inserire solo una pertinenza per categoria, tutte le altre devono essere indicate insieme agli altri eventuali immobili di proprietà.

pagare l'IMU

F24 per pagare l'IMU

Nella casella relativa al “codice tributo”, se si sta trattando l’acconto per l’abitazione principale, va inserito il numero 3912. In ultimo va definito il tipo di rateizzazione che si vuole seguire (nella casella rateazione/mese di riferimento inserire il codice 0101 se si vuole pagare solo in due rate con l’acconto a giugno, per pagare in tre differenti soluzioni il codice è 0102).

I valori da indicare devono essere tutti calcolati al netto delle detrazioni, e andranno divisi a seconda del tipo di rateazione scelto, la divisione va effettuata anche quando si indicano le detrazioni. In ultimo, nella casella relativa al saldo, si deve inserire l’imposta dovuta, che deve comprendere la somma di tutti gli immobili, se ce ne sono più di uno.

Dove pagare l’IMU

pagamento imu

Il pagamento IMU può avvenire in banca, all’ufficio postale, on line

L’ultimo step dell’IMU è chiaramente quello del pagamento.

Una volta compilato l’F24 è possibile pagare in banca, all’ufficio postale o allo sportello dell’agente delle riscossioni. 

Naturalmente, e fortunatamente, è possibile pagare anche on line (se si dispone di un conto on line).

Se si è possessori di partita iva è possibile pagare on line anche tramite Entratel e Fisconline.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La qualità dell'aria negli ambienti confinati.
Un ambiente confinato deve rispondere a determinate esigenze di comfort termoigrometrico. Vediamo di che si tratta.
Il tetto verde: un prato sulla copertura della casa
Se si vuole progettare a basso impatto ambientale i tetti verdi sono un must. Ovviamente oltre che belli sono anche molto utili. I tetti vegetali migl...
Riscaldamento nelle chiese: caratteristiche e accorgimenti. Parte seconda
L'impianto di riscaldamento di una chiesa è una questione delicata per prevenire eventuali danni ai manufatti e alle opere d'arte. Alcuni consigli su ...
Sicurezza nei cantieri: "I Robot " in edilizia, un futuro non troppo lontano
Uno dei problemi maggiori da affrontare in ambito edilizio riguarda la sicurezza nei cantieri. L'utilizzo di macchinari e strumenti di natura peric...
Riscaldamento a idrogeno a zero emissioni è già una realtà
Nel 2006, in occasione delle Olimpiadi invernali  a Torino, l'azienda Giacomini ha esposto, all’interno di Casa Italia, un interessante progetto di ca...
Opere di edilizia abitativa in Piemonte
Sono stati da poco firmati da Guido Cavallara, Vice Presidente della Regione Piemonte ed assessore all'Urbanistica e all'Edilizia, otto protocolli d'i...
Secondo rapporto sull’efficienza energetica
E’ datato 23 gennaio 2013 il secondo “Rapporto sull’Efficienza Energetica” proposto preso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico dall’ENEA. Si...
Cos’è la nuda proprietà e quanto conviene
La nuda proprietà di un immobile rappresenta il valore venale di questo, decurtato dell’usofrutto quindi dell’utilizzo del bene vita natural durante. ...