Conto Termico e generatori a biomassa

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Impianti,Normativa |

Dal 3 Gennaio 2013 entra in vigore il Conto Termico, Decreto del MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO del 28 dicembre 2012 “Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni”, Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 gennaio 2013.

Il Governo ha stanziato 900.000.000 di euro di cui 700.000.000 riservati al finanziamento degli interventi realizzati da parte di soggetti privati (persone fisiche, condomini o soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario), i rimanenti 200.000.000 sono destinati ai lavori eseguiti dalla pubblica amministrazione.

Gli incentivi per i generatori a biomassa

Il decreto (si veda l’Art. 4 comma 2, lettera b) finanzia e incentiva anche la sostituzione di generatori di calore per la climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomassa.

Questo incentivo si basa sul principio che un buon prodotto, ben installato che consumi un combustibile di qualità e sia sottoposto alla giusta manutenzione, consente di mantenere le prestazioni nel tempo e quindi garantire il risparmio promesso nel rispetto dell’ambiente.

Stufa Palazzetti

Stufa Palazzetti, azienda che offre al consumatore servizio a sostegno del Conto Termico

Coloro i quali possiedono vecchi impianti hanno perciò la possibilità di installare un nuovo prodotto che, grazie agli incentivi e alla maggiore efficienza, costerà poco e nello stesso tempo permetterà loro di risparmiare negli anni successivi.

Con  tempi di liquidazione pari a 2 anni, sono incentivabili gli interventi che prevedano la sostituzione, con generatori di calore alimentati da biomassa, di:

  • generatori di calore a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio per la climatizzazione invernale;
  • generatori di calore a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio per il riscaldamento delle serre esistenti;
  • generatori di calore a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio per il riscaldamento dei fabbricati rurali esistenti.

Possono usufruire del Conto Termico solo i prodotti dotati di grande efficienza ed elevate prestazioni, alle condizioni e secondo le modalità di cui all’allegato II del Decreto,  inoltre grazie all’introduzione di un coefficiente premiante, i prodotti con più basse emissioni di polveri in atmosfera beneficeranno di un maggiore incentivo.

Gli incentivi per interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza

conto termico

Dal 3 Gennaio 2013 entra in vigore il Nuovo Conto Termico

Il decreto, oltre agli incentivi per i generatori a biomassa, prevede inoltre che siano compresi anche:

  • la  sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • l’ installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
  • la sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Bioedilizia, costruire in modo biocompatibile case belle e sane
Bioedilizia Quello che sta cambiando veramente il mondo delle costruzioni e dell'edilizia è certamente la nuova sensibilità dell'utente finale ri...
La pietra nel progetto bioclimatico: tipi di rocce nelle costruzioni
Le pietre sono un antichissimo materiale da costruzione. Il loro utilizzo è molto diffuso e certamente rappresenta un materiale molto adatto per l'edi...
Indice di prestazione energetica obbligatorio: ad un mese dall'entrata in vigore del Dlgs 28/2011 tu...
Annunci immobiliari e prestazioni energetiche: il Dlgs 28/2011  E' passato un mese dall'entrata in vigore del Dlgs 28/2011 che ha aggiunto il comma 2...
Fonti rinnovabili in Italia: il futuro
A seguito della presentazione alla Camera lo scorso 27 giugno della Relazione annuale sullo stato dei servizi e sull’attività svolta sono state molto ...
Detrazioni fiscali in edilizia: cambiamenti e novità per chi ristruttura
Recuperare un'immobile, realizzare delle migliorie energetiche, continua ad essere una decisione conveniente, anche in base al decreto del 22 giugno 2...
Ricostruzione in Abruzzo. Verso il rilancio economico.
Ad Aprile 2009 l’Aquila fu colpita da un sisma di magnitudo 5,9. Ad evento concluso il bilancio definitivo è di 308 vittime, oltre 1500 feriti e oltre...
La bellezza del patrimonio italiano. Una proposta di Legge di Legambiente.
Legambiente ha da poco presentato una proposta di legge che mette in primo piano la bellezza come elemento principale del patrimonio italiano. Il pre...
Sportello Unico per l’Edilizia: al via le semplificazioni
Da pochi giorni sono finalmente vigenti tutte le novità e semplificazioni in merito al Nuovo Sportello Unico per l’Edilizia: un importante snellimento...