La CASA di PAGLIA: Come costruire edifici in paglia

Se si sceglie di realizzare un edificio in paglia, bisogna avere la consapevolezza che si sta’ aiutando in modo evidente il pianeta, combattendo i cambiamenti climatici e riducendo enormemente l’impatto del CO2 nell’ambiente.

Esempio di casa realizzata con balle di paglia in Alto Adige

Anche se nel corso degli ultimi anni la ricerca nel settore bioarchitettonico è sempre più avanzata e la consapevolezza è sempre più forte, l’impatto ambientale provocato dall’edilizia in genere è altissimo.

Per comprendere meglio questo concetto basta un semplice esempio: la produzione del cemento rappresenta il 10% del totale di emissione di anidride carbonica nell’aria.

Per questo motivo, ogni sforzo volto verso l’ecosistema, porterà solamente benefici presenti e soprattutto futuri, garantendo un benessere maggiore anche per chi “di pianeta si nutre”.

La realizzazione di fabbricati in paglia, materiale del tutto vegetale, rappresenta un sistema tecnologico innovativo per la progettazione di nuove infrastrutture.

STORIA E ATTUALITA’

Questo materiale sostenibile offre molti vantaggi, anche a livello energetico, aumentando in alcuni casi, di molto, la sensazione di benessere indoor del fruitore.

In Europa sono presenti già molteplici esempi di edifici realizzati in paglia e qualche caso, è presente anche in Italia.

In realtà realizzare case in paglia ha un fondamento storico molto più antico; per esempio, in Nebraska i pionieri utilizzavano la tecnica delle balle di paglia in sostituzione al mattone.

Decidere di realizzare un fabbricato in paglia vuol dire utilizzare un materiale sostenibile al 100% e facilmente reperibile in ogni parte del pianeta.

Infatti, la paglia è il prodotto della raccolta di cereali e quindi, oltre ad essere totalmente naturale, è rinnovabile ogni anno.

ELEVATO ISOLAMENTO TERMICO

Come ho detto in precedenza, la paglia ha delle influenti caratteristiche tecniche.

In primo luogo produce un grande isolamento termico.

casa realizzata in paglia

Cantiere esplicativo di una casa realizzata in paglia

Per capire meglio un muro realizzato in paglia, ha una resistenza termica K media di 0,09 W/m2K, mentre un muro tradizionale di circa 45 cm arriva a un K di 0,13 W/m2K.

Questo significa che, realizzare uno stabile con l’utilizzo della paglia, si avrà un sensibile miglioramento energetico con un conseguente risparmio economico per l’utilizzatore.

Il muro realizzato in balle di paglia è molto traspirante; ciò consente al vapore di transitare dall’interno dell’edificio verso l’esterno senza stazionare, evitando la formazione di cumuli di umidità che possono dare luogo ad efflorescenze, muffe e alri fattori di degrado.

RESISTENZA AL FUOCO

Un’altra caratteristica della paglia, probabilmente impensabile, è la sua resistenza al fuoco; la paglia ricoperta da intonaco, resiste a temperature elevatissime, infatti resiste prima di incendiarsi, fino ad una temperatura di 1010° C per 3 ore.

struttura casa in paglia

Il che è molto sicuro poiché permette lo sgombero dei locali di un edificio avendo un tempo idoneo.

Inoltre un edificio realizzato in balle di paglia, risponde ottimamente alle norme antisismiche.

Infatti, se la casa viene progettata con una struttura portante in legno e un tamponamento in balle di paglia, l’edificio realizzato risponde strutturalmente come gli altri realizzati con tecnologie costruttive più comuni.

COSTI DI COSTRUZIONE

Un problema imponente nella progettazione moderna riguarda i costi di costruzione.

La paglia risponde positivamente anche a questo.

Essendo considerata un materiale di scarto, i costi sono bassissimi.

costruire in paglia

La paglia è una materiale ecologico al 100%

Questo tipo di scelta consente anche di avere un rapporto diretto con il contadino per decidere l’imballaggio e la quantità, con costi ovviamente ribassati.

Parlando di cifre si tratta di circa 2 euro a balla di fieno. Per una casa di 300 mq occorrono circa 500 balle, il che vuol dire che la spesa si aggirerà intorno ai 1200 euro.

La posa in opera è altrettanto semplice e consente di diminuire ulteriormente anche i costi della manodopera.

RISPARMIO, MANUTENZIONE E RESISTENZA

La costruzione di un fabbricato in paglia, grazie alle sue capacità tecnologiche, permetterà al fruitore, di avere un risparmio economico elevato, quasi del 75% ogni anno.

Inoltre la durabilità di una casa in paglia è elevata ovviamente se viene fatta la regolare manutenzione necessaria per conservare un qualunque edificio esistente.

manutenzione casa paglia

Per manutenzione si intende che venga sempre conservato e/o ridato il manto di intonaco e cosa, non meno importante occorre che il muro non raccolga umidità.

La resistenza alle intemperie, al tempo e al degrado è comunque elevatissima; infatti si sono reperite una serie di case risalenti al 1800.

Questa tecnica è una metodologia innovativa e risolutiva di molte problematiche inerenti il settore edilizio.

Costruire in paglia è un metodo bio eccezionale. Se viene associato poi con fonti di energia alternativa e rinnovabile, consente di avere un risparmio notevole ed un edificio ad impatto zero.

casa bioecologica

Le balle di paglia permettono di costruire edifici di rilievo sia in campo tecnologico che in quello estetico.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

2 Responses to La CASA di PAGLIA: Come costruire edifici in paglia

  1. gentilissima collega nel sostenerla nella scelta professionale che ha operato verso questo ambito della tecnologia e dei materiali biosostenibili, mi farebbe cosa grata qualora ne avesse contezza, di illustrarmi i provvedimenti amministrativi necessari per porre in essere questo tipo di abitazioni; ovvero sono soggette a permesso di costruire ed agli indici fabbricabili e standards previsti per legge nelle zone fabbricabili? O altrimenti per loro natura sono autorizzabili in deroga………..

    camporeale michele
    17/01/2011 at 21:25
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

23 settembre 2010:CONVEGNO INTERNAZIONALE DI LEED ITALIA per territori e quartieri ecosostenibili
Si terrà giovedì 23 settembre 2010 alle ore 9.00 presso il palazzo Taverna a Roma, il convegno internazionale del Leadership in Energy and Environ...
I PANNELLI FOTOVOLTAICI DI TERZA GENERAZIONE
I pannelli fotovoltaici di terza generazione sono uno dei punti cardine dell’energia pulita. Seppur simili ai precedenti, sono migliorate le loro ...
Detrazioni 55%. La telenovela continua: approvato nuovo emendamento proroga
a telenovela continua e ci sembra sempre più evidente che il Governo non si è ancora pienamente chiarito le idee sulla sorte delle detrazioni del 55%....
La riqualificazione energetica di un edificio: le coperture
L'efficienza energetica può essere raggiunta mediante precisi interventi di manutenzione o attraverso una corretta progettazione. In particolare cerch...
Residenze per anziani WoZoCo apartments: una soluzione estrema ad un problema di spazio
Il trattamento della facciata e le scelte spaziali rendono l'edificio di Amsterdam, dello studio MVRDV, un progetto molto interessante.
Salone Como CasaClima 2012, risparmio energetico ed edilizia sostenibile
Torna anche quest'anno, dopo il successo ottenuto nel 2011, il Salone Como CasaClima "Costruire oggi", la sua seconda edizione verrà realizz...
Terremoto: come comportarsi
La terra continua a tremare e a far paura. Una nuova ondata sismica ha appena coinvolto tutto il nord Italia; la Protezione Civile ha stilato un sempl...
IMU: sanzioni per i ritardatari
Il fatidico giorno è arrivato, l’IMU si deve pagare. Dopo mesi a discutere su aliquote più o meno probabili, confronti con la vecchia ICI, code ai pat...