Crisi edilizia: i dati Istat sul 2012 confermano

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Normativa |

I dati Istat  diffusi oggi 20/02/2013 ci confermano la crisi che sta attraversando nell’ultimo periodo il comparto edile.

Crisi edilizia:  produzione diminuita del 14,0%

Confrontando la media del 2012 con quella del 2011 emerge che la produzione è diminuita in edilizia del 14,0% da gennaio a dicembre. Ciò rappresenta il dato peggiore, persino del 2009 (-11,4%), dall’inizio delle serie storiche (1995) e tiene conto sia della produzione di nuovi fabbricati sia della manutenzione.

Crisi ediliza

Crisi ediliza: i dati Istat confermano

In merito a questi poco confortanti dati diffusi oggi dall’Istat che testimoniano il grave stato di crisi del settore edilizio ha commentato Emilio Bianchi:

“Ogni giorno ci troviamo ad ascoltare i problemi che colpiscono le imprese del settore delle costruzioni. Le proteste dei giorni scorsi a Milano unite ai dati preoccupanti diffusi dall’Istat danno una chiara fotografia della realtà che queste aziende stanno vivendo. Un segnale che occorre trovare al più presto una soluzione per il rilancio del comparto”

Il direttore di Senaf, società che organizza Expoedilizia, la fiera internazionale per l’edilizia e l’architettura che si terrà presso la Fiera di Roma dal 21-24 marzo 2013, continua poi affermando che:

Emilio_Bianchi_Direttore di Senaf

Emilio Bianchi,Direttore Senaf

“Una spinta al cambiamento che deve partire anche dalle imprese stesse, le quali, secondo quanto emerge dall’ultimo Osservatorio di Expoedilizia, risultano ferme su posizioni attendiste. Si tratta per la maggior parte di piccole e medie imprese che hanno bisogno non solo di essere sostenute sotto il profilo economico-finanziario, ma soprattutto di essere indirizzate verso concrete opportunità di business, come ad esempio l’offerta di servizi legati alle energie rinnovabili e all’efficientamento degli edifici, sostenuti tra l’altro dalle recenti disposizioni ministeriali in materia: provvedimenti da cui, sempre secondo il nostro Osservatorio, oltre la metà delle imprese si aspetta un aumento del fatturato che arriva fino al 40%”.

Quindi la speranza della ripresa in edilizia è legata ad interventi normativi e sostegno economico e al cogliere le opportunità legate a nuovi settori come quelli delle energie rinnovabili e della riqualificazione energetica degli edifici.

 

 

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La qualità degli interventi di recupero edilizio in ambito rurale.
La tutela del paesaggio e gli interventi su fabbricati antichi rappresentano un nodo cruciale nel mantenimento e la valorizzazione del nostro patrimon...
Architettura bioclimatica nei climi temperati
Lo studio del clima e dell'ambiente in cui il progetto di architettura si sviluppa è fondamentale per una progettazione sostenibile. Vediamo alcune in...
Riscaldamento nelle chiese: caratteristiche e accorgimenti. Parte prima
L'impianto di riscaldamento di una chiesa è una questione delicata per prevenire eventuali danni ai manufatti e alle opere d'arte. Alcuni consigli su ...
Terremoto: come comportarsi
La terra continua a tremare e a far paura. Una nuova ondata sismica ha appena coinvolto tutto il nord Italia; la Protezione Civile ha stilato un sempl...
Certificazioni energetiche e fonti rinnovabili: un modo per contenere i consumi
L’ultima parte della norma tecnica Uni – Ts 11300. La conclusione di questo importante quadro normativo era attesa ormai da tempo, grazie a questa ult...
Rimuovere l’amianto dalle scuole. Finalmente una realtà nella Regione Piemonte
La dichiarazione ufficiale arriva dal Governatore delle Regione Piemonte Roberto Cota, grazie alla collaborazione tra i vari assessorati coinvolti sar...
Riforma del condominio: come cambiano le assemblee.
Dopo 70 anni d’attesa la Legge n.220/2012, meglio nota come riforma del condominio, entrerà in vigore a partire dal 18 giugno 2013. Sono molte le mod...
Cos’è la nuda proprietà e quanto conviene
La nuda proprietà di un immobile rappresenta il valore venale di questo, decurtato dell’usofrutto quindi dell’utilizzo del bene vita natural durante. ...