La rappresentazione nel progetto di architettura.

L’architetto e il disegno.

La figura dell’architetto come progettista si rende operativa nella sintesi della produzione architettonica. Per lo sviluppo della propria architettura, il progettista architetto impiega o governa le tecniche?

Le tecniche fanno riferimento alla rappresentazione, che puo essere informatizzata o realizzata con tecniche tradizionali, quali matita, penna, pennarello, ecc..

Maggiormente l’architetto è in grado di sviluppare e rendere raffinate le sue tecniche di rappresentazione piu il disegno risulta efficace. Si pensi ad Aldo Rossi o la straordinaria maestria dell’Alberti, che era un teorizzatore, non seguiva direttamente le realizzazioni cantieristiche, ma sviluppava un programma attraverso dei disegni a cui era difficile aggiungere altro.

Il disegno di progetto dunque si configura come strumento strategico per comunicare efficacemente ed efficientemente le informazioni,svilupparle, organizzarle e coordinarle; per gestire il progetto a vari livelli; per appaltare il progetto ed eseguirlo.

Tra codici e tecniche di rappresentazione esistono sicuramente delle relazioni, in quanto il progettista cerca una tecnica rappresentativa che possa esprimere meglio l’dea a colui che si rivolge.

In realtà l’architettura non sempre è espressione puramente tecnica ma è regolata da informazioni di carattere non tecnico, una sorta di poetica che individua nuove relazioni e costruisce forme. Un esempio che possiamo citare a riguardo è la One Half House di John Hejduck, che sviluppa una serie di oggetti caratterizzati da una rottura, che si costituisce simmetria, ma si presta ad una rappresentazione astratta delle forme.

Sezione della chiesa di San't'Andrea a Mantova.

Sezione della chiesa di S.Andrea, Mantova di L.B Alberti (1472 ).

Le vocazioni delle tecniche di rappresentazione dell’Architettura.

Un altro interrogativo mi sorge spontaneo: le tecniche di rappresentazione hanno una vocazione, ovvero hanno una sensibilità particolare verso un’aspetto che ritengono fondamentale?

La risposta è sicuramente positiva in quanto ogni tecnica rappresentativa mediante la sua configurazione spaziale porta con se suggestioni differenti e comunica messaggi differenti, benché faccia riferimento al medesimo oggetto.

La pianta è una rappresentazione bidimensionale ad esempio di una distribuzione interna. Ha una vocazione prettamente astratta, in quanto rappresenta qualcosa che non è percepibile come viene disegnata.

L’assonometria opera invece nella sua intera articolazione spaziale. Ha una vocazione concreta, reale.

disegno progetto e prospettiva

La prospettiva

La prospettiva invece è una rappresentazione spaziale ma riferita a un centro di proiezione finito, diversamente dalla assonometria che ha un corpo di proiezione infinito. Ha vocazione concreta ma è sviluppata per fare risaltare alcuni elementi rispetto ad altri, oppure a suggestionare.

Nello sviluppo dunque del nostro progetto di architettura è bene tenere a mente queste considerazioni ponendo sempre l’attenzione e la cura nella modalità  di rappresentazione finalizzate e dirette al nostro interlocutore, che sia un tecnico o un cliente, in modo da rendere le nostre idee efficaci e comprensibili.

La rappresentazione quindi è un elemento cruciale nella composizione del progetto sia poi nell’iter di accompagnamento nella realizzazione dell’opera. Saper governare correttamente le tecniche di rappresentazione diventa dunque fondamentale nello sviluppo del progetto architettonico.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

GIARDINI VERTICALI: case verdi e la natura si riappropria dei suoi spazi
Giardini in verticali  e case verdi ricoperte vegetazione I giardini verticali sono un nuovo concetto di vedere l’orto privato e pubblico. Realizz...
Calcestruzzo sostenibile
Quando parliamo di sostenibilità ambientale, definiamo il processo di conciliazione tra le attuali esigenze della società e le necessità di vita quali...
La casa di riposo di Vantaa, Finlandia
Il progetto per la casa di riposo a Vantaa in Finlandia ha caratteri fortemente innovativi rispetto alle tradizionali tipologie edilizie che ospitano ...
Grandi magazzini Selfridges a Birmingham, Regno Unito.
I grandi magazzini Selfridges rappresentano un progetto innovativo nel campo della realizzazione di grandi spazi commerciali. Cerchiamo di capire perc...
Progetto Eden in Cornovaglia di Nicholas Grimshaw
Il progetto Eden è un complesso di serre che ospita vegetali appartenenti al bioma mediterraneo e tropicale: cerchiamo di capire le caratteristiche de...
Herzog & de Meuron: la fondazione Laurenz a Basilea.
L'edificio di Herzong & de Meuron è un episodio importante dell'architettura degli spazi museali: cerchiamo di capire perchè.
Città delle arti e delle scienze a Valencia
Il progetto per la città delle arti e delle scienze a Valencia ha rivoluzionato la città spagnola, rendendola meta turistica molto rinomata. Cerchiamo...
Casa di Paglia: un primo esempio urbano dalla Capitale
La sostenibilità ambientale rappresenta un nuovo stimolo progettuale, che consente di riflettere, discutere ed ottenere grandi risultati in campo edil...