La disposizione delle stanze nel progetto di una casa: l’ingresso ed il soggiorno.

Filed under: Architettura,In Evidenza |

Per potere accedere ed uscire da un ambiente domestico è necessario attraversare l’ingresso che dunque rappresenta un punto importante della casa, uno spazio di relazione tra il pubblico e privato. E’ necessario dunque adottare una serie di accorgimenti affinchè questo spazio sia giustamente valorizzato.

Progettare l’ingresso

La parte esterna dell’ingresso, se affaccia su uno spazio aperto, dovrà necessariamente essere protetta dalle intemperie almeno nella zona di sosta per poter consentire a colui che entra di proteggersi dalla pioggia o dalla neve. E’ necessario inoltre evidenziare l’ingresso e renderlo riconoscibile: per questo si può decidere di arretrarlo o avanzarlo rispetto al profilo dell’edificio per renderlo più visibile.

L'aspetto dell'ingresso fornisce le prime informazioni sulla casa e sugli abitanti.

L'aspetto dell'ingresso fornisce le prime informazioni sulla casa e sugli abitanti.

Può essere utile prevedere un ingresso secondario che possa fungere per l’uso privato. La parte interna dell’ingresso fornisce a prima vista l’immagine della casa e rispecchia la personalità di chi la abita. E’ importante garantire il perpetuamento di alcune azioni attraverso una predisposizione adeguata degli spazi e degli oggetti. L’ingresso è il luogo decisivo anche per quanto riguarda la mediazione della privacy in quanto agisce da filtro e preserva l’intimità delle relazioni private all’interno dell’abitazione anche quando un estraneo vi soggiorna temporaneamente.

Inoltre l’ingresso funge da fulcro per il sistema della distribuzione interna in termini di spazi e soprattutto di percorsi. Una parte dei percorsi è riservata ad un uso che potremmo definire semi-pubblico in quanto utilizzata da estranei e dagli abitanti e consiste nell’ingresso, nei tratti del soggiorno e negli spazi di servizio.

Lo stesso sistema di percorsi deve essere organizzato in modo da non risultare labirintico e poco riconoscibile ma definire una linea chiara, concentrata, illuminata e riconoscibile.

Progettare il soggiorno

Per quanto riguarda gli spazi dedicati al soggiorno è importante riconoscere l’importanza di questo spazio. Per secoli lo spazio del soggiorno, ed è ancora oggi, è stato il luogo della rappresentatività sociale; qui vengono fatti accomodare gli ospiti e si conversa con essi. Per la sua ricchezza di funzioni è uno spazio che si presta ad una progettazione più libera e svincolata; il soggiorno deve essere ben illuminato e se possibile affacciarsi su una area verde o su terrazze.

Lo spazio del soggiorno è fondamentale: gli ospiti spesso vengono fatti accomodare qui.

Lo spazio del soggiorno è spesso utilizzato da tutta la famiglia e quindi assume un ruolo importante nella casa: per questo motivo, insieme alla sala da pranzo, assume dimensioni importanti e una centralità planimetrica rispetto al resto dell’abitazione. Talvolta si possono adottare, per necessità o per scelta, delle soluzioni che uniscano i due ambienti. In questo caso il soggiorno e la sala da pranzo sono concentrate in un unico locale che dovrà essere dimensionato o organizzato in modo tale da potere ospitare un numero relativamente maggiore di persone. Si tratta dunque di dimensionare tavoli, poltrone, divani in modo che sia possibile ospitare non solo i membri del gruppo familiare ma anche gli ospiti.

E’ molto importante infine definire per ogni ambiente uno spazio di filtro rispetto ai sistemi di percorrenza interni, soprattutto quelli semi-pubblici, per consentire una maggiore fruizione degli spazi e garantire il corretto di livelli di privacy interna.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

COABITARE: Nuovi concetti di vita per l'architettura moderna cohousing
Dal Nord Europa è arrivato questo nuovo fenomeno del cohousing: 20 o 30 famiglie, ma a volte anche un numero inferiore, decidono di condividere degli ...
Il controllo ambientale in architettura. Parte seconda.
Proseguiamo il percorso storico nell'analisi dell'evoluzione dei sistemi di controllo ambientale in architettura.
JEAN NOUVEL: l'hotel Sofitel Stephansdom a Vienna
Un altra opera maestosa del grande architetto Jean Nouvel entra a far parte delle grandi opere architettoniche mondiali. Il maestoso albergo Sofite...
Architettura bioclimatica nel mediterraneo: le torri del vento, il patio, la corte, la cupola
Aspetti e caratteristiche di alcune tipologie architettoniche relative all'area del mediterraneo che si caratterizzano per particolari soluzioni biocl...
Un esempio di collaborazione professionale tra architetti famosi: il Groningen Museum
Il progetto per il museo di Groningen raggruppa l'esperienza progettuale di diversi architetti e designers. Il risultato è una architettura sorprenden...
La Rambla de Mar a Barcellona
Il progetto della Rambla de mar caratterizza molto la zona portuale della città catalana ed è punto di attrazione per moltissimi visitatori. Cerchiamo...
Auditorium Parco della Musica, Roma.
Il progetto per l'Auditorium Parco della Musica definisce nuove relazioni tra architettura e contesto urbano. Cerchiamo di approfondire l'argomento.
Obbligo certificazioni energetiche: fine alle autocertificazioni in classe G
Dopo un anno di test al via l’obbligo di certificazioni energetiche per gli edifici sia in affitto che in compravendita. Questa svolta presto avrà i s...