L’ECO-CAMPER Ecco, una casa mobile ad emissioni zero

Per gli amanti del viaggio, liberi nel mondo, senza problemi, aldilà del pensiero fisso di poter vedere ciò che il nostro pianeta ha da offrire, ecco una soluzione compatibile con la mentalità dell’eterno viaggiatore, ovviamente in completo rispetto della natura che lo circonda.

ECO-CAMPER

ECO-CAMPER Ecco del gruppo Nau Design

Insomma un’idea in perfetto stile green-economy.

Si tratta di una casa mobile, anzi per dirla tutta, è un camper, che si propone come un nuovo stimolo, un innovativo stile di viaggiare e di stabilirsi temporaneamente nei diversi luoghi che il mondo ha da offrire.

Questo camper, chiamato Ecco, produce zero emissioni di CO2 e si può quindi affermare che tratta di un prodotto innovativo ad impatto zero. La casa mobile, è stata progettata dal gruppo Nau Design che si è concentrato sullo sfruttamento a 360° delle nuove energie rinnovabili.

Un camper elettrico con pannelli fotovoltaici

CASA MOBILE

Una CASA MOBILE sostenibile

Il veicolo è completamente elettrico e per ricaricarsi, può sfruttare due metodi estremamente funzionali e comodi a seconda delle proprie esigenze: quando si è fermi, ormai tornati a casa, può essere ricaricato grazie alla presenza di una stazione da 240 V, se invece ci si trova in viaggio, magari in piena zona desertica, è la presenza dei pannelli fotovoltaici collocati in copertura, a garantire il corretto funzionamento dell’eco-camper.

Inoltre l’intento dello studio Nau Design Team, non si è soffermato solo sull’aspetto energetico, ma si è spinto oltre, analizzando ogni minimo dettaglio, in modo da riuscire a creare un piccolo “mostro” di innovazione tecnologica avanzata, ovviamente in completo stile eco-friendly.

L’interno di Ecco è stato progettato per garantire il massimo comfort al viaggiatore, sia in fase di guida che in quella di sosta. Anche la forma ed i materiali sono stati scelti per consentire al fruitore di mantenere molto stretto il rapporto Uomo-Natura.

Per aumentare lo spazio interno del camper, lo studio di design ha progettato una calotta mobile che può essere aperta quando si arriva a destinazione. La calotta poi, ha un cristallo che consente di apprezzare la volta celeste, semplicemente alzando lo sguardo. Per immergersi completamente nella natura circostante, sono state previste una serie di vetrate dalla forma particolare, molto ampie, che ne trasforma anche la forma complessiva.

camper elettrico

Ecco è un camper elettrico

La struttura complessiva, infatti, non ha nulla a che vedere con la classica forma del camper, piuttosto assomiglia molto ad una goccia e, a calotta aperta, sembra quasi avere l’aspetto di un fossile. Insomma una casa-mobile assolutamente futuristica, dall’aspetto elegante e fashion. L’eco camper può accogliere al suo interno 5 persone, garantendo comfort e comodità, ovviamente in totale rispetto della natura.

Attualmente è solo un progetto in fase di analisi e studio, ma penso che, aldilà della sua particolarità estetica, che può piacere o meno, questo veicolo, possa rappresentare il futuro, che ci garantirà di visitare il mondo, senza inquinarlo, permettendoci di godere ogni attimo del nostro viaggio!

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Hello world!
Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!
Materiali da costruzione: il calcestruzzo degrado
Il calcestruzzo è il materiale di costruzione più diffuso e prodotto nel mondo. La sua funzione è fondamentale perchè viene impiegato quasi sempre per...
Il rapporto tra uomo, energia ed ambiente
Lo studio delle relazioni tra uomo, energia e ambiente sono fondamentali per una progettazione consapevole degli ambienti confinati. Valutiamo insieme...
Un modello di edificio per il risparmio energetico: Erica
Erica. Si tratta dell’acronimo di un progetto da poco concluso con la realizzazione di un modello di edificio realizzato con materiali tecnologicament...
L'asilo Ape Tau a Coppito: le basi per il futuro in un “alveare”
Nel mese di ottobre è stato inaugurato l’asilo Ape Tau. Questo asilo si trova a Coppito, paese devastato durante il terremoto che ha colpito L’Aquila....
30 St. Mary Axe, "The Gherkin" di Londra.
30 St. Mary Axe è uno dei numerosi interventi realizzati nella City Londinese ma si caratterizza per una nuova tipologia edilizia per un grattacielo, ...
La sede della CCTV & TVCC a Pechino di Office for Metropolitan Architecture (OMA)
Nel progetto per la nuova sede della CCTV di Pechino lo studio OMA reinterpreta la forma tradizionale del grattacielo. Analizziamo alcuni aspetti del ...
Il padiglione di Barcellona di Mies
Il progetto per il padiglione di Barcellona è uno dei progetti di architettura più importanti della storia dell'architettura moderna. Cerchiamo di app...