Ecologia, estetica e stile di vita

Il progetto di architettura ecosostenibile pone in primo piano il perseguimento di obiettivi specifici al fine di concepire un sistema in grado di porsi in maniera virtuosa rispetto alle tematiche del consumo energetico, dell’uso di fonti rinnovabili, delle basse emissioni e di un ciclo di vita sostenibile. Spesso però questo ha portato, soprattutto per quanto riguarda le prime esperienze di questo tipo nel nostro paese, a concepire edifici esteticamente brutti ma che in maniera, sebbene non ancora esaustiva, si affacciassero al mondo dell’architettura sostenibile.

Architettura ecosostenibile ed estetica

Proprio in relazione a ciò per molti anni la maggior parte degli architetti non ha considerato dunque come una architettura di qualità lo sviluppo di questo tipo di progetto. Nel corso degli ultimi anni la generazione di edifici solari appare certamente diversa. I nuovi edifici, grazie all’ampia gamma di soluzioni possibili a livello tecnologico e materico, applicano dunque principi e precetti dell’architettura sostenibile (quindi progettazione secondo l’orientamento corretto, ambienti con profondità e altezze adeguate, metodi di controllo dell’ingresso della radiazione solare, materiali con caratteristiche specifiche per lo scopo e la volontà progettuale) che hanno portato ad espressioni formali di diverso tipo.

L’ispirazione di questo tipo di progetto a quelli che sono i cicli e i movimenti propri degli elementi della natura è certamente una cosa lodevole che in maniera più o meno evidente avvicina l’uomo alla natura, l’abitante alla terra, l’esperienza quotidiana alle stagioni, al giorno e alla notte.

Architettura ecosostenibile e coscienza ambientale

architettura ecosostenibile

Il sole regola i nostri cicli vitali. L'architettura ecosostenibile promuove la relazione tra il sole e l'edificio in diversi modi.

Questo tipo di idea può influenzare profondamente il nostro rapporto con l’ambiente e infondere dunque una vera e propria consapevolezza ecologica.  L’esaltazione e il movimento della luce, le superfici, le ombre, il contatto con l’esterno sono elementi che continuamente ci pongono in relazione con la natura, nel tempo e nello spazio.  La sfida del progettista è proprio questa: valorizzare questi aspetti concependo una architettura organicamente strutturata e tecnologicamente avanzata.

“Solo avvicinandoci ai nostri sensi e tornando a fidarci nuovamente dell’intelligenza diversificata del nostro corpo sensibile cominciamo a notare e a rispondere ai sottili logos della Terra. I sensi sono il canale primario utilizzato dalla Terra per informare i nostri pensieri e guidare le nostre azioni […] è solo tramite una interazione diretta, sensoriale con il circostante che possiamo davvero percepire e rispondere ai bisogni immediati del mondo vivente.”

(tratto da The Spell o f the Sensuos, David Abram).

L’architettura sostenibile può dunque spingerci ad avere una coscienza ambientale profonda e a vivere in modo più leggero, essendo coscienti delle nostre azioni e delle conseguenze sul nostro pianeta.

Architettura ecosostenibile e cambiamento dello stile di vita

ecologia ed estetica

La relazione tra ambiente e costruito è fondamentale in un progetto di architettura sostenibile.

L’architettura sostenibile ha dunque sviluppato un’ estetica ecologica e una rivoluzione degli stili di vita.

L’estetica ecologica non è propriamente uno stile o un linguaggio architettonico ma attraverso la definizione di un rapporto continuo, importante con l’esterno e con gli elementi che costituiscono il sistema naturale scaturisce un sistema che possiede della qualità architettonica.

La ricerca tecnologica si affianca e diventa elemento essenziale di questo continuo contatto: il sole, il vento non solo diventano elementi con cui si stabilisce un contatto visivo e fisico ma costruiscono energia, pompano linfa vitale e consentono all’edificio di funzionare.

Questo binomio è molto interessante e diventa l’elemento costituente del progetto di architettura. L’edificio dunque si pone come tramite, come elemento in grado di mediare e di concepire un contatto tra l’abitante e l’abitato attraverso riti architettonici creati da finestre, forme, luce, ambienti,volumi.

Attraverso il raggiungimento di un equilibrio ed una sintonia con il sistema edificio finalmente possiamo porci in sintonia con i ritmi naturali e con le caratteristiche del luogo. E questo può avvenire mediante semplici ma efficaci strategie progettuali mirate ad esaltare questo connubio natura-edificio.

“ Non ci serve una maggiore crescita economica ma re imparare le antiche lezioni di generosità perché noi siamo dei custodi temporanei tra chi ci ha preceduto e chi verrà dopo di noi. I nostri bisogni più grandi non hanno a che fare con il possesso delle cose ma con il cuore, la saggezza, la gratitudine e la generosità di spirito. E queste virtù sono parte di ecologie più ampie che comprendono lo spirito, il corpo e la mente, l’inizio della architettura.”

(tratto da The Nature of Design, David Orr.)

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Progettare la copertura dell'edificio
La copertura rappresenta un punto estremamente delicato per l'edificio. Cerchiamo di capire il perchè.
MASDAR CITY: la città a ciclo di vita rinnovabile
Il progetto Masdar city nasce nel 2006, dalla realizzazione della società Masdar di Abu Dhabi. Questa società promuove lo sviluppo di energie rinno...
Feng Shui e architettura
Il feng shui è un concetto cinese legato alla costruzione e al mantenimento di equilibri spaziali ed energetici. Il progetto di architettura può esser...
La certificazione energetica degli edifici: caratteristiche e applicazioni
La certificazione energetica è uno strumento fondamentale per la valutazione delle prestazioni di un edificio in termini di consumi e di efficienza en...
Una copertura giardino per l'Exhibition Hall Art Gallery a Bonn
La galleria di arte a Bonn nel progetto di Gustav Peichl: architettura plastica e volumi puri.
Kenzo Tange: Tokyo Metropolitan, il Municipio di Tokyo.
Il progetto per il Tokyo Metropolitan Government Offices a Tokyo è sicuramente uno degli interventi più significativi di Kenzo Tange, che in questo co...
Museo delle Belle Arti di Lille
Il progetto di ampliamento del Museo delle belle arti di Lille è stato promosso dagli architetti Jean-Marc Ibo e Myrto Vitart. Cerchiamo di capirne le...
EXPOEDILIZIA 2013: Concorso Architettura Sostenibile al femminile
Torna, dopo il successo della scorsa edizione e per il quarto anno consecutivo, il Concorso Nazionale Architettura Sostenibile. Si tratta di una in...