Gas e luce: record delle bollette più alte in Italia

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Impianti,In Evidenza |

L’Italia ha il record delle bollette più alte.

Questo è quanto emerso dall’analisi effettuata da Facile.it che ha analizzato le tariffe medie riservate alle famiglie italiane, scoprendo che gli altri paesi dell’Unione Europea hanno la fortuna di godere di prezzi ben più bassi.

Rispetto ad altri paesi dell’Unione Euopea come Francia, Spagna, Germania e Gran Bretagna una famiglia media italiana spende circa 1.820 euro all’anno per le utenze di gas e luce, con costi unitari del 20%  superiori.

Quindi le tariffe di luce e gas pagate dalle famiglie italiane sono superiori del 20% rispetto a quelle dei cittadini dell’Unione Europea.

Gas e luce i costi da noi e in Europa

Costo gas

gas e luce

Gas e luce: record delle bollette più alte in Italia

Una famiglia  tipo italiana spende di gas circa 1.300 euro all’anno (considerando un consumo annuo medio di 1.400 metri cubi) se avesse le tariffe unitarie in vigore nei principali paesi europei potrebbe risparmiare ben 260 euro l’anno.

Se il costo medio al metro cubo di Germania, Inghilterra, Francia e Spagna è di 0,75 euro in Italia sale a 0,93 euro.

Costo energia elettrica

Una famiglia media paga in Italia circa 520 euro all’anno di luce (per un consumo annuo medio di circa 2.700 KWh) se potesse contare sulle tariffe unitarie in vigore negli altri Paesi considerati potrebbe risparmiare 73 euro all’anno. In Italia infatti spendiamo 0,191 euro per KWh, contro gli 0,164 euro per KWh pagati in media da Germania, Francia, Spagna e Inghilterra.

A cosa è dovuta questa differenza tra bollette italiane e bollette europee? I prezzi della materia prima gas e della quota energia della luce in Italia sono tassati maggiormente rispetto a quanto lo sono all’estero, ciò provoca aumenti che si ripercuotono sulle bollette degli italiani.

Tariffe  energia elettrica

Tariffe energia elettrica nei cinque Paesi europei presi in considerazione da Facile.it.

Basti pensare che a parità di prezzo della materia prima gas rispetto agli altri Paesi europei (0,62 euro/mc)  la differenza di tasse ed imposte sulla bolletta è di 0,31 euro/mc in Italia, contro 0,13 euro/mc per gli altri Paesi europei analizzati.

costo gas

Tariffe gas nei cinque Paesi europei presi in considerazione da Facile.it.

Per quanto riguarda l’energia elettrica il prezzo italiano della quota energia è un po’ più alto rispetto alla media altri Paesi analizzati, 0,132 euro/KWh in Italia vs 0,122 euro/KWh degli altri Paesi (ad l’eccezione della Germania che decisamente sopra la media) è rilevante il diverso peso delle tasse e delle imposte applicate alle bollette in Italia, 0,059 euro/KWh contro 0,042 euro/KWh degli altri Paesi.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Hello world!
Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!
La scelta dei materiali da costruzione e la qualità di uno spazio
I materiali da costruzione spesso sono composti da elementi che se rilasciati in ambienti confinati possono produrre danni per la salute. Ma in che mo...
Aerodinamica degli edifici: brevi considerazioni
Gli effetti del vento sono importanti al fine degli sviluppi progettuali in termini strutturali e di benessere degli ambienti. Cerchiamo di capire bre...
Energie rinnovabili: l'EOLICO
La tecnologia di produzione energetica basata sullo sfruttamento dell'energia del vento si basa su principi antichissimi: cerchiamo di capire come fun...
Il viadotto di Millau di Foster + Partners
Il viadotto di Millau non è solamente un ponte ma è un esempio di architettura molto interessante. Cerchiamo di capirne di più su questo singolare pro...
La garanzia della fideiussione per gli acquisti immobiliari su carta
Capita sovente di trovare in città e nelle nuove zone di espansione dei centri extraurbani cartelloni pubblicitari che mostrano rendering o fotoinseri...
Edifici in Polietilene Tereftalato (PET): l'esempio di EcoArk
Il PET è un materiale molto utilizzato negli ultimi anni, in quanto si tratta di una struttura plastica che può essere facilmente riciclata e reimmess...
Pagamento IMU: un vademecum per non sbagliare
Nonostante abbiano posticipato al 9 luglio le consegne di Unico e degli Studi di Settore rimane fissa la scadenza del 18 giugno per quanto riguarda l’...