Green economy e sostenibilità ambientale

Filed under: Architettura,Bioarchitettura,In Evidenza |

Il tema della sostenibilità ambientale è di stretta attualità e in questo periodo è molto dibattuto in relazione alla capacità delle energie rinnovabili, con le tecnologie attuali, di sostenere i rifornimenti energetici. Ma anche il tema della sostenibilità ambientale in relazione alle produzioni industriali è delicato e necessita una riflessione in merito.

Alcuni grandi industriali, finalmente, hanno preso coscienza del problema della sostenibilità che l’attività economica tradizionale pone in termini di inquinamento, depauperamento delle risorse e quindi della distruzione dei nostri habitat naturali.  Essendo tra i principali artefici di questo disastro, parte gli industriali si sono resi conto di avere un ruolo da svolgere nel riprogettare sistemi e processi in modo da assicurare alle loro imprese lunga durata, e al nostro pianeta condizioni di sfruttamento sostenibili.

Economia verde o ecologia industriale

E’ nato così un movimento trasversale traducibile come economia verde o ecologia industriale che promuove lo sviluppo sostenibile e presenta un itinerario molto interessante e incoraggiante per le nuove generazioni. I suoi scopi dunque, oltre che al profitto, sarebbero quelli di conservare le risorse, ridurre le emissioni inquinanti e stabilire condizioni di equità di trattamento tra clienti e dipendenti.

Green economy

L'economia verde o Green economy consente uno sviluppo industriale sostenibile.

E’ dunque di primaria importanza utilizzare l’energia in maniera efficiente, produrre materiali durevoli, riciclabili e puliti,  utilizzare cicli di lavorazione minimizzando l’inquinamento.

La cosa interessante che questo può essere attuato mantenendo comunque lo spirito imprenditoriale ma realizzando un valore aggiunto per la comunità.  La grande parte del comparto industriale e manifatturiero implica enormi sprechi e produzione di rifiuti tossici da smaltire.

L’architettura e gli edifici sostenibili

Anche nel campo dell’architettura ci si è posti il problema nella realizzazione di edifici sostenibili in grado di controllare le emissioni nel periodo di realizzazione e di consentire un adeguato funzionamento durante il ciclo di vita mantenendo però l’attenzione sul problema delle risorse.

Questo approccio può essere mutuato anche nei comportamenti da adottare quotidianamente durante la nostra vita al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile.

Le scelte infatti dei consumatori possono essere orientate verso obiettivi di consumismo responsabile.

Ognuno di noi può fare molto per ridurre l’impatto ambientale e per sostenere il filone delle imprese verdi attraverso il perseguimento di stili di vita semplici e sostenibili.

Attraverso il riciclo e il riutilizzo di materiali edilizi, l’acquisto di prodotti verdi, di materiali ecocompatibili e investimenti mirati è possibile realizzare ciò.

edifici sostenibili

L'architettura negli ultimi anni ha affrontato il tema della sostenibilità.

Il Giappone è uno dei leader mondiali in efficienza e tecnologia ambientale avendo investito diversi miliardi di dollari in ricerca e sviluppo finalizzati al finanziamento di comparti del riciclaggio di materie plastiche e impianti di produzione energetica rinnovabile.

Gli obiettivi di un sistema economico finalizzato alla sostenibilità ambientale possono essere dunque riassunti come: evitare l’introduzione di sostanze pericolose nell’aria, nell’acqua e nel suolo, sviluppare tecnologie di produzione energetica rinnovabile, attuare comportamenti mirati alla protezione e alla salvaguardia dei sistemi ecologici e ambientali, riciclare materiali e minimizzare la produzione in base alle esigenze, rispettare la biodiversità e le tradizioni locali.

Uno sforzo comune dunque è richiesto in molti ambiti: i progettisti devono sviluppare i loro progetti seguendo un modello di sviluppo ecosostenibile, la filiera industriale, manifatturiera deve adeguarsi necessariamente a queste regole e il singolo cittadino deve maturare comportamenti atti a perseguire questi scopi.

Si tratta di un percorso tortuoso e delicato ma che l’uomo deve necessariamente intraprendere per formalizzare sistemi in grado di rendere finalmente attuale queste indicazioni. La tutela dell’ambiente e delle risorse porterà enormi benefici per i Pesi più ricchi e per quelli più poveri del nostro pianeta.

Questo modello può essere attuato anche attraverso meccanismi di stabilizzazione della popolazione mondiale, transizioni politiche verso il negoziato globale e una forte caratterizzazione etica verso comportamenti che non creino separazione e cesure di percezione tra l’individuo e l’ambiente che ci circonda.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Regione Piemonte: parte il MUDE (Modello Unico Digitale per l’Edilizia)
In via sperimentale e volontaria i comuni, si adoperano per la presentazione in via telematica da parte dei cittadini di denunce di inizio attività, p...
La CASA di PAGLIA: Come costruire edifici in paglia
Se si sceglie di realizzare un edificio in paglia, bisogna avere la consapevolezza che si sta' aiutando in modo evidente il pianeta, combattendo i cam...
Finestre ad energia solare
Il sole è una delle risorse gratuite più grandi di cui il nostro pianeta può usufruire. I consumi dell’uomo hanno portato lentamente ad un degrado ...
PIRANESI DAY 2010: menzione per un ostello creato in 100 giorni
Il Piranesi Day 2010 si è concluso con una menzione speciale allo studio Up, uno studio di giovani che ha rifunzionalizzato un vecchio centro commerci...
La scelta dei materiali da costruzione
L'individuazione dei materiali da costruzione è un passo importantissimo nella definizione del progetto architettonico. Cerchiamo di capire quali sian...
Un recupero edilizio inusuale: gli edifici industriali di Zavrtnica
Quando si parla di recupero edilizio, spesso si pensa ad una serie di interventi strutturali in grado di rimettere a nuovo edifici ed intere aree di u...
Un edificio ad impatto zero in Africa: la nuova sede dell'Unep
Oggi vi voglio parlare di un grande progetto concluso e inauguratosi nel marzo 2011. E' il più grande edificio ad impatto zero in Africa e cost...
Le Geode
Il Geode è una costruzione realizzata nel 1983 e completata due anni dopo e rappresenta uno dei pochi esempi di architettura sferica. Analizziamone le...