Il ROOF-POND: sistema solare passivo o tetto d’acqua

Un’altra novità in ambito bioarchitettonico è la nuova soluzione di sistema solare a guadagno indiretto.

Si tratta del Roof-Pond, il sistema solare passivo, capace di regolare la temperatura interna di un ambiente in modo del tutto naturale.

Cosa si intende per Roof-Pond? Viene anche definito tetto d’acqua perchè si tratta di uno strato d’acqua posto sul tetto, in grado di assorbire e rilasciare calore.

L’acqua è un elemento conosciuto per le sue capacità di trasmissione e rilascio del calore.

ROOF-POND: sistema solare passivo

L'acqua è un elemento in grado di recuperare e rilasciare calore

Questo sistema tecnologico passivo sfrutta queste capacità intrinseche, per ottenere un risparmio energetico durante tutto l’arco dell’anno.

Il Roof-Pond, ovviamente non è una vera e propria piscina, ma si tratta di uno specchio d’acqua utile per la formazione di energia solare passiva.

Solitamente questa tecnologia nasce dal recupero dell’acqua piovana, sempre nell’ottica del risparmio e del riuso.

L’acqua piovana viene convogliata nella vasca tramite una pompa, che garantisce la giusta temperatura della superficie coperta.

sistema solare passivo

Schema bioclimatico esplicativo del funzionamento del Roof-Pond

In estate, la superficie d’acqua, viene coperta in modo da non farle assorbire troppo calore, evitando il surriscaldamento interno. Di notte invece, viene scoperta in modo da garantire il raffrescamento dell’acqua, permettendo di ottenere una sensazione naturale di freschezza e comfort all’interno dell’abitazione.

In inverno, invece, il funzionamento è totalmente opposto.

Di giorno si apre per consentire il passaggio della radiazione solare, mentre di notte si copre tramite pannelli isolanti, in modo da non rendere gelivo l’ambiente interno.

Le superfici parietali sono nere o di gradazione scura, in modo da poter catturare maggiore quantità di radiazione solare, riducendo al minimo l’evaporazione.

Il sistema Roof-pond porta molte migliorie in campo energetico, ma c’è chi ha riscontrato una serie di problematiche.

Il tetto d’acqua “Roof-Pond”: limiti

Questa soluzione è adatta per residenze mono famigliari in cui è garantito l’apporto energetico per l’intera abitazione. Se il Roof-Pond venisse realizzato in una struttura multi-piano, a trarne beneficio, sarebbe esclusivamente l’ultimo piano e non l’intero edificio.

Inoltre il carico dell’acqua ha un suo peso specifico in ambito strutturale; è quindi necessario realizzare un’opera che garantisca il sostegno di tale peso.

Il sistema Roof-pond è adatto solo in climi temperati che non sono soliti avere temperature troppo rigide o troppo calde.

In condizioni di notevole altitudine, il Sole è troppo basso per poter riscaldare efficacemente l’acqua.

Campo di applicazione del sistema solare passivo

Come detto in precedenza, per realizzare questo sistema solare passivo, è necessario tenere conto delle condizioni climatiche medie del luogo.

Questo consente di stabilire il giusto equilibrio tra immissione della radiazione solare ed evaporazione.

Questo equilibrio garantisce il funzionamento ottimale di questa soluzione tecnologica.

Un esempio di “Roof-Pond” in Turchia

esempio di roof pondUn esempio pratico può essere considerato quello realizzato in Turchia.

Lo studio GAD ha pensato di utilizzare questa soluzione solare passiva per la realizzazione di tre unità abitative collocate a Bodrum.
Tutta la progettazione nasce da uno studio attento dell’ambiente messo a confronto con la bioclimatica.

Il progettista ha pensato ad una ventilazione naturale data da ampie finestre poste sulle facciate, mentre per quello che riguarda il raffrescamento e il riscaldamento naturale indoor, ha realizzato il Roof-Pond.

Il contenitore d’acqua collocato sul tetto, permette di ottenere una vista armoniosa con l’ambiente circostante, rendendo l’opera perfettamente inserita nel contesto.

Infatti, oltre all’aspetto tecnologico, il progettista ha voluto riflettere sull’impatto che un’opera può avere all’interno di un luogo.

La soluzione del Roof-Pond, permette di avere un apporto calorifero, che garantisce il comfort abitativo, con ampio risparmio energetico.

Questa evoluzione in ambito architettonico – costruttivo, dimostra come l’acqua, possa essere un elemento fondamentale nella progettazione sostenibile e consapevole, volta quindi al risparmio e al rispetto del pianeta.

Una scelta di questo genere, ovviamente deve essere fatta seguendo scrupolosamente tutti i crismi tecnici, solo in questo modo il Roof-Pond può equilibrare naturalmente la temperatura interna di un ambiente, senza dover utilizzare sistemi di climatizzazione forzata, che comunque sono causa di inquinamento dell’aria..

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Casa passiva e casa attiva: progettazione biocompatibile ed ecosostenibile
Si sta finalmente diffondendo e radicando nel pensiero comune una cultura fondata su delle semplici regole di progettazione, scelta dei materiali cost...
Architettura sostenibile: i Tree Hotel nella Lapponia svedese
In Lapponia si sta sperimentando un nuovo modello abitativo. Gli architetti hanno studiato dei nuclei abitativi a metà strada tra un nido di uccello e...
La sostenibilità in architettura
Il concetto di sostenibilità è di straordinaria importanza in relazione alla preoccupazione per il futuro delle prossime generazioni. Questo concetto ...
Raffrescamento passivo dell'edificio mediante scambio termico con il terreno.
Il raffrescamento passivo del nostro edificio può essere realizzato in maniera assolutamente efficace mediante gli scambi termici tra terreno e costru...
Umidità in casa: cause, effetti e rimedi
L'umidità eccessiva in un ambiente confinato può provocare danni rilevanti ai materiali e contribuire al deterioramento del livello di benessere indoo...
Il Novartis Campus Forum 3 a Basilea.
Il particolare trattamento della facciata rende il Novartis Campus Forum a Basilea un edificio molto interessante. Proviamo a descriverne le caratteri...
Lusso frenato per Londra 2012
Con l'arrivo delle Olimpiadi di Londra 2012,  la città ha subito una serie di cambiamenti legati anche e soprattutto all'impianto architettonico-urban...
La bellezza del patrimonio italiano. Una proposta di Legge di Legambiente.
Legambiente ha da poco presentato una proposta di legge che mette in primo piano la bellezza come elemento principale del patrimonio italiano. Il pre...