Livinghome model home: esempio di progettazione sostenibile

I sei zero prestazionali

Il progetto realizzato da Ray Kappe Architetcts a Santa Monica, California, è un progetto di architettura che rappresenta un ottimo standard di abitazione sostenibile. Gli ambiziosi obiettivi del progetto definiti preliminarmente erano i sei zero prestazionali: zero rifiuti, zero energia, zero acqua, zero carbonio, zero emissioni e zero ignoranza.  Questo intervento si pone dunque radicalmente a confronto con esigenze pratiche di sostenibilità ambientale, qualità progettuale e salute degli abitanti.

Il progetto dunque è definito attraverso tre elementi fondamentali che costituiscono l’impalcatura del sistema:

1 – forma e funzione;

2 –  salute, sostenibilità e impronta ecologica;

3 – costo e valore.

La scelta dei sei obiettivi zero ha posto già in partenza obiettivi programmatici molto ambiziosi. Questo edificio ha ottenuto per primo negli Stati Uniti lo standard di certificazione LEED (Leadership in Environmental  Design) che definisce rigorosamente gli standard di abitazione sostenibile.

Caratteri climatici e sito di intervento

Il progetto, come già accennato, è stato realizzato a Santa Monica in California, un sito caratterizzato da un clima costiero temperato che consente di adottare al meglio le strategie di riscaldamento e raffrescamento passivo. Durante i climi più freddi le temperature più rigide non scendono sotto i cinque gradi centigradi mentre durante il periodo estivo raggiungono punte leggermente superiori ai trenta gradi. Durante l’estate le temperature medie si attestano intorno ai ventidue gradi (da giugno a settembre) permettendo una ventilazione continua e un’apertura costante verso l’esterno.

Inoltre la posizione soleggiata ha indotto l’installazione di un generatore fotovoltaico e un collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria.  In precedenza il sito era caratterizzato dalla presenza di un prato verde: per non rompere questa continuità è stata predisposta una copertura verde con specie autoctone, è stato collocato un orto e un giardino che sono irrigati mediante l’uso dell’acqua piovana convogliata in cisterna.

In cosa consiste la progettazione sostenibile delle Livinghomes

Per conseguire i sei obiettivi zero è stato dunque indispensabile installare una serie di impianti che potessero utilizzare le fonti di energia rinnovabili e ottimizzare le risorse esistenti.

Gli impianti solari sono essenziali per ridurre i consumi di energia attraverso lo sfruttamento della radiazione solare.

 LivingHome

Vista esterna della LivingHome.

Il progetto inoltre, attraverso le numerose aperture vetrate, definisce una relazione flessibile tra spazi interni ed esterni. L’abitazione è disposta su due piani ed è costituita da una serie di spazi che si articolano in maniera interessante creando dinamicità e spazialità mutevoli attraverso la definizione di un confine labile tra interno ed esterno.

L’edificio utilizza strategie di diverso tipo per raggiungere gli obiettivi zero definiti.

La casa è orientata di 45 gradi rispetto all’asse nord-sud per favorire il controllo della radiazione solare e il suo approvvigionamento e la ventilazione naturale è garantita attraverso una serie di aperture sui lati sud-ovest, sud-est e nord-est. Il calore in eccesso viene espulso attraverso un sistema che genera effetto camino e che consente dunque, attraverso un elemento posizionato in cima al corpo scale, di aspirare il calore e raffrescare passivamente gli ambienti.

Durante la stagione calda gli aggetti posizionati sul lato sud consentono di schermare l’ingresso della radiazione solare mentre durante le stagioni invernali consentono l’ingresso della radiazione per riscaldare gli spazi interni. Inoltre una serie di lucernari posizionati in punti strategici favoriscono l’ingresso del vento e la circolazione interna.

Le superfici vetrate sono costituite da doppi vetri ad alte prestazioni e bassa remissività ad alte prestazioni e bassa remissività e da pannelli in policarbonato.

Gli ambienti interni sono definiti attraverso tramezzi mobili che consentono notevoli modifiche alla configurazione spaziale per eventuali esigenze future.  Gli spazi interni sono di altezze diverse; ciò consente un avvicendamento spaziale interessante che ha nella continuità luminosa un elemento fondante.

L’edificio è rivestito con materiale ligneo.

Caratteristiche tecnologiche e impiantistiche

progettazione sostenibile

Vista interna.

I sistemi di riscaldamento passivi sono costituiti da impianti di accumulo termico diretto e potenziati con impianti solari a pavimento.  Gli elettrodomestici installati sono a basso consumo energetico così come l’impianto di illuminazione a LED.  Un sistema di monitoraggio continuo è in grado di rilevare il consumo di acqua ed energia e controlla le prestazioni degli impianti (in relazione all’obiettivo zero ignoranza, ovvero la consapevolezza per coloro che abitano dell’entità dei consumi).

Questo intervento definisce un nuovo modello abitativo che sviluppa in maniera approfondita e coerente i dettami della. Esso combina strategie passive a bassa tecnologia con impianti attivi caratterizzati da alta efficienza e un monitoraggio costante dei livelli d’uso. Ray Kappe in proposito afferma: “ Solare vuole dire buona architettura. Utilizzare il sole e creare qualità utilizzando i benefici stagionali.  Solare vuole dire tutto questo”.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

L'USO DELLE MALTE NELLA MURATURA.
La funzione della malta. Una muratura bene eseguita richiede un corretto posizionamento degli elementi lapidei , e tanto più sono pesanti e di gros...
Il ciclo di vita di un prodotto edilizio.
Il ciclo di vita di un prodotto consente di valutare gli impatti dovuti alla produzione, alla gestione e alla dismissione di un elemento. Cerchiamo di...
Il sistema costruttivo a secco: bioedilizia nelle costruzioni
Che cos'è il sistema costruttivo a secco? Da un po' di tempo a questa parte, anche in Italia, si contrappone alle tradizionali tecniche costruttive, ...
Ristorante dell'Opéra Garnier di Parigi, progetto di ODILE DECQ
Il 27 giugno verrà inaugurato in Francia, a Parigi, il nuovo Ristorante dell'Opera progettato dall'architetto di fama mondiale francese, Odile Decq. ...
Il Chichu Art Museum di Tadao Ando a Naoshima, Giappone.
Il museo d'Arte Chicu rappresenta un intervento molto interessante per la capacità di sviluppare una serie di ambienti molto suggestivi. Approfondiamo...
La biblioteca centrale di Phoenix
La biblioteca centrale di Phoenix è un esempio molto importante e significativo di progettazione di spazi pubblici. Analizziamone alcune caratteristic...
Foster + Partners un progetto per abitare la luna
Si è sempre parlato della possibilità di colonizzare altri pianeti del nostro sistema solare, ma forse la possibilità di realizzare qualcosa del gener...
Rendering 3D, Virtual 3D e Prototipazione Rapida: un modo per prevedere il futuro
Il mondo di oggi si è sviluppato molto in ambito tecnologico consentendo alle persone di avere una vita sempre più semplice ed agiata. Una nuova fron...