Lusso frenato per Londra 2012

Filed under: Architettura,Architettura Moderna |

Con l’arrivo delle Olimpiadi di Londra 2012,  la città ha subito una serie di cambiamenti legati anche e soprattutto all’impianto architettonico-urbanistico.

One Hyde Park

One Hyde Park

Nelle differenti aree londinesi moltissime “Archistar” si sono cimentate nella progettazione più sfrenata in modo da garantire lusso e immagine per presentare a pennello la città, ospite di uno degli eventi sportivi più importanti a livello mondiale.

Partendo dagli edifici legati all’evento sportivo, si arriva alla progettazione di edifici extralusso, in grado di ospitare gli illustri personaggi internazionali di passaggio e non.

Uno dei progetti che mi ha colpito maggiormente, soprattutto per l’attenzione al lusso e nei confronti dell’estetica, è il progetto dello studio Rogers Stirk Harbour + Partners, quasi concluso, del condominio più lussuoso al mondo.

Esempio di Appartamento Extra-lusso

Il complesso edilizio, One Hyde Park è situato a Knightsbridge, un quartiere esclusivo di Londra, conosciuto ai più per la presenza dei magazzini Harrods.

Il particolare condominio non può giudicarsi altro che super lussuoso, anche e soprattutto per i costi, basti pensare che il prezzo al metro quadrato si aggira intorno alle 20 mila sterline. Un bilocale infatti costa intorno ai 7,7 milioni di euro e per chi desidera invece avere un appartamento ai piani alti si può arrivare ad un costo di 160 milioni di euro.

Si tratta di cifre da capogiro, che viaggiano in controtendenza rispetto alla crisi che stiamo attraversando, ma si tratta di un investimento sicuro in quanto ad oggi il 60% degli appartamenti è già stato venduto e acquistato da industriali del Medio Oriente, Cina, Africa, Russia e India.

Il progetto

Il nuovo complesso condominiale, si compone di 4 complessi residenziali a forma di esagono appiattito collegati tra loro;  all’interno degli edifici sono stati realizzati 86 appartamenti, 3 locali commerciali, 139 posti auto, il tutto per occupare una superficie di circa 65 mila metri quadrati.

Da una serie di dati rilevati l’importo dell’opera è stato stimato intorno a 250 milioni di sterline.

L’intero progetto è provvisto di collegamenti interni per gli abitanti del condominio, rendendo completamente fruibile l’intero edificio ad uso esclusivo dei residenti. I collegamenti verticali, perimetrati attraverso l’uso di superfici vetrate, lasciano libera la visuale su Hyde Park. I parcheggi sono disposti al piano interrato, mentre al piano terra sono stati realizzate le attività commerciali ed i servizi di segreteria a disposizione dei facoltosi residenti.

Esempio di Appartamento Extra-lusso

Per quanto riguarda l’aspetto energetico e progettuale, una delle attenzioni maggiori è legata al contesto, che svolge un ruolo fondamentale.

Inoltre le superfici esterne sono state protette attraverso un rivestimento in rame patinato che richiama in modo esaustivo il colore rosso mattone tipico delle costruzioni di Knightsbridge.

La soluzione in rame non è stata scelta a caso in quanto svolge il ruolo di moderatore climatico, garantendo un elevato risparmio energetico globale.

Lusso e design

Per quanto riguarda la progettazione di interni il progetto del nuovo condominio è stato seguito dai fratelli Candy&Candy, che hanno svolto un ruolo fondamentale per la creazione degli appartamenti e degli spazi comuni.

Tutti i materiali scelti sono di altissimo pregio e provengono da tutto il mondo.

Si tratta di un design di interni studiato per rappresentare il massimo comfort ed il lusso. Ad esempio i vetri sono tripli garantendo un’insonorizzazione ed un comfort climatico ai massimi livelli; tutti i marmi provengono dalle migliori aziende italiane e turche, i tessuti provengono dalla cina, altri materiali dall’Egitto e poi la presenza di una moltitudine di vasche e piscine, contribuiscono al relax assoluto.

Anche la vista è studiata nel miglior modo, garantendo un panorama mozzafiato sia verso Nord che verso Sud.

Per confermare ulteriormente la classe ed il lusso del condominio, sono stati predisposti una serie di servizi d’alta classe, capaci di rendere la vita del residente un continuo piacere.

A disposizione del residente infatti, è stata realizzata una piscina olimpionica, cinema, golf simulator, saune varie ed altri servizi dedicati al comfort.

Inoltre l’abitante, come in un piccolo microcosmo, può avvalersi 24h su 24h, attraverso una chiamata, dei servizi di assistenza dello staff del limitrofo Mandarine Hotel, facilmente raggiungibile e collegato da un apposito tunnel sotterraneo.

Concludendo ritengo che questo complesso residenziale rimarrà un diamante prezioso nel già noto quartiere di Knightsbridge e, per quanto sia esempio e ostentazione di lusso ed abbondanza, non rimarrà inutilizzato e abbandonato dopo la conclusione delle Olimpiadi di Londra 2012.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La Biennale di architettura 2010 a Venezia: venite con noi a visitarla!
la biennale di architettura a venezia è un appuntamento imperdibile per architetti, studenti designer e curiosi!
Il bambù: un materiale antico, ecosostenibile ed autorinnovabile
Il bambù è un materiale antico, ecosostenibile e rinnovabile. Tipico e tradizionale in Asia attualmente sta conoscendo un recente sviluppo in altri me...
I materiali metallici in edilizia
I materiali metallici, le loro applicazioni e i processi ricorrenti di degrado. Una breve trattazione sui principali materiali di derivazione metallic...
Energie rinnovabili: l'EOLICO
La tecnologia di produzione energetica basata sullo sfruttamento dell'energia del vento si basa su principi antichissimi: cerchiamo di capire come fun...
Soltag Energy Housing: il Tetto Solare
Il SOLTAG è un progetto molto interessante in cui i dettami dell'efficienza energetica si associano a nuove modalità di configurazione abitativa. Cerc...
Tradizione e innovazione: Rozak House
La Rozak House sotto alcuni punti di vista può essere definito come un progetto estremo di architettura ecocompatibile e sostenibile. Cerchiamo di cap...
Il Chichu Art Museum di Tadao Ando a Naoshima, Giappone.
Il museo d'Arte Chicu rappresenta un intervento molto interessante per la capacità di sviluppare una serie di ambienti molto suggestivi. Approfondiamo...
A Schio un seminario sulle "Serre bioclimatiche"
Presso il centro Centro per il Trasferimento Tecnologico TMD DEMOTEK di Schio (VI) si terrà mercoledì 14 Marzo 2012 alle ore 17.30, il Seminario Demot...