Opere di edilizia abitativa in Piemonte

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Lavori,Urbanistica |

Sono stati da poco firmati da Guido Cavallara, Vice Presidente della Regione Piemonte ed assessore all’Urbanistica e all’Edilizia, otto protocolli d’intesa con i quali si da il via all’apertura di nuovi cantieri per la realizzazione di 903 alloggi, di cui 402 con contributo statale, 148 con contributi regionali derivanti dal Piano Casa, 354 con risorse di tipo privato. Un importante investimento, per un complessivo di 160 milioni di euro, che si inserisce  tra gli interventi previsti nel Piano Nazionale dell’Edilizia Abitativa.

Programmi integrati

Gli interventi previsti vengono denominati come “programmi integrati” e prevedono l’interessamento, e la trasformazione, di otto aree di perimetro: Collegno, Settimo Torinese, Fossano, Vercelli ed Alessandria.

Piemonte

Piemonte

Gli interventi che coinvolgeranno queste aree prevedono inoltre la realizzazione di opere di edilizia sovvenzionata, di edilizia in locazione per almeno 25 anni oppure in locazione con patto di promessa di vendita, e in ultimo si prevede la realizzazione di opere di edilizia residenziale e di supporto alla residenza, come per esempio attività commerciali e artigianali a carico di privati.

La fase attuativa

Questa nuova fase attuativa ed operativa segue quanto siglato all’interno dell’Accordo di Programma il 18 ottobre 2011 con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Si tratta di una fase delicata e di grande importanza, come sottolineato anche nelle parole del Vice Presidente Cavallara: “Sarà ora possibile l’avvio dei cantieri che coinvolgono Comuni, ATC e soggetti privati (cooperative edilizie e imprese di costruzioni). Duplice è l’obiettivo: incrementare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica integrata realizzando interventi secondo i criteri delledilizia sostenibile e del risparmio energetico, supportare il sistema delle imprese e sostenere loccupazione nel settore delle costruzioni“.

 I finanziamenti

Edilizia: in preparazione 903 alloggi

Edilizia: in preparazione 903 alloggi

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, insieme al Ministero dell’Economia, hanno stanziato per questo progetto 32,8 milioni di euro.

La Regione Piemonte ha aggiunto a questa cifra iniziale 15,6 milioni di euro derivanti dal Programma Casa in corso di realizzazione. Ma le cifre non finiscono qui.

Per le opere di urbanizzazione, viabilità e parcheggi sono stati stanziati altri 6 milioni di euro dai Comuni e dall’Agenzia territoriale per la casa (ATC).

Per quanto riguarda gli investimenti privati la cifra stanziata è di circa 108 milioni di euro.

 Progetti di matrice mista

L’importanza di questo progetto è data soprattutto dalla sua matrice mista, sia per quanto riguarda i finanziamenti che la successiva realizzazione.

Per il Vice Presidente Cavallara si tratta di una scelta giusta: “la scelta della Giunta di promuovere l’inserimento nel piano nazionale di edilizia abitativa di progetti integrati a matrice mista pubblico-privata si è rivelata particolarmente felice sia per la dimensione complessiva dell’investimento attivato che risulta pari a oltre cinque volte il finanziamento statale, sia per la qualità delle proposte progettuali inserite nel programma”.

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Prosegue Cavallara: “La politica per labitare perseguita dalla Regione si consolida attorno a diversi assi. Il Piano nazionale costituisce una delle azioni messe in campo per affrontare, con una pluralità di linee di intervento tra loro complementari, i bisogni abitativi sempre più intensi e diversificati. Più in particolare, la realizzazione di alloggi da destinare all’affitto a canone sociale o a canone calmierato rappresenta un obiettivo prioritario per far fronte allemergenza abitativa, espressa dalle fasce deboli della popolazione, che hanno difficoltà a trovare sul libero mercato una soluzione abitativa stabile e decorosa. Non solo, mi piace in questa occasione evidenziare che, anche negli interventi di edilizia sociale, il risparmio energetico e lutilizzo di materiali eco-compatibili sono una priorità vincolante, sia nella fase di progettazione che in quella di realizzazione, per contenere i consumi dell’energia e delle risorse ambientali“.

Speriamo che tutto ciò serva per un effettivo rilancio dell’economia della Regione sia per quanto riguarda il settore pubblico che per quanto riguarda quello privato.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

I materiali metallici in edilizia
I materiali metallici, le loro applicazioni e i processi ricorrenti di degrado. Una breve trattazione sui principali materiali di derivazione metallic...
ISOLAMENTO TERMICO degli edifici: alcuni accorgimenti
La predisposizione di un efficace sistema isolante è fondamentale per il corretto equilibrio termico di un edificio e per il suo funzionamento virtuos...
Fonti rinnovabili: il FOTOVOLTAICO
Il fotovoltaico è una tecnologia di produzione energitica da fonti rinnovabili: cerchiamo di capire come funziona e quali caratteristiche presenta.
Il riscaldamento nelle chiese e la conservazione delle opere d'arte
Il patrimonio artistico contenuto negli edifici ecclesiastici è inestimabile: cerchiamo di capire quali siano i problemi principali legati alla conser...
Il viadotto di Millau di Foster + Partners
Il viadotto di Millau non è solamente un ponte ma è un esempio di architettura molto interessante. Cerchiamo di capirne di più su questo singolare pro...
Acquisto della prima casa: gli italiani chiedono sempre meno alle banche
Dalle analisi del broker Mutui.it, che ha analizzato oltre 400.000 domande di mutuo prima casa presentate negli ultimi 3 mesi, è emerso che le somme m...
Certificazioni energetiche e fonti rinnovabili: un modo per contenere i consumi
L’ultima parte della norma tecnica Uni – Ts 11300. La conclusione di questo importante quadro normativo era attesa ormai da tempo, grazie a questa ult...
La bellezza del patrimonio italiano. Una proposta di Legge di Legambiente.
Legambiente ha da poco presentato una proposta di legge che mette in primo piano la bellezza come elemento principale del patrimonio italiano. Il pre...