I pannelli ad infrarossi

La tecnologia nel campo della bioarchitettura si evolve di giorno in giorno; scienziati, architetti ed ingegneri studiano da anni il comportamento della natura, per poterla sfruttare ampiamente nel pieno rispetto del pianeta.

Un aspetto molto importante è quello del consumo energetico da parte dell’uomo.

Sfruttare il sole anche di notte: fra poco sarà possibile

Siamo infatti arrivati ad un punto di svolta, dove è diventato estremamente importante trovare delle soluzioni alternative efficienti, in grado disoddisfare i fabbisogni energetici senza provocare danni a ciò che ci circonda.

Un’importante innovazione tecnologica in materia di energie alternative sono i pannelli solari che, sfruttando la radiazione solare diretta, la trasformano in energia utilizzabile in ambito civile ed industriale.

Il pannello solare ha portato ad una importante evoluzione in campo energetico, ma porta con se altrettanti quesiti e problematiche, volte al limite della radiazione solare.

I pannelli solari devono essere direzionati verso Sud e devono catturare il maggior quantitativo di radiazione solare durante l’arco del giorno, in modo da poter fornire abbastanza energia durante tutto l’arco della giornata, compresa la notte.

Proprio per questo si sta’ cercando, da qualche anno, di trovare soluzioni innovative in grado di ovviare al problema, ottenendo risultati ottimali e innovativi.

Si tratta dei pannelli solari ad infrarossi.

Descrizione del pannello ad infrarossi

Particolare pannello infrarossi

Il pannello ad infrarossi nasce dall’analisi del comportamento del pannello solare in condizioni normali e si evolve, per sfruttare al massimo tutta la sua potenzialità intrinseca.

Si tratta di un pannello che di giorno funziona come i normali pannelli solari: cattura le radiazioni solari, le trasforma e le riproduce in energia.

Di notte, invece, sfrutta sempre il Sole, ma anziché catturare la radiazione solare, recupera la radiazione proveniente dal Sole che viene, durante la notte, rilasciata dalla Terra.

In questo modo si sfrutta a pieno la potenzialità del Sole, migliorando le caratteristiche del pannello solare.

Una delle caratteristiche fondamentali del pannello solare ad infrarossi è la sua capacità di funzionare ad alti regimi anche se non posizionato perfettamente a Sud.

Questa è assolutamente un’innovazione che permetterà di risolvere moltissimi problemi progettuali, sia per quanto riguarda il nuovo, ma soprattutto si tratta di un aspetto molto importante per quanto riguarda l’ambiente costruito preesistente.

Avvalendosi di altre potenzialità, è possibile sfruttare l’energia del sole anche per tutti quegli edifici vincolati che non possono essere modificati nel loro orientamento.

Notizie e studi sugli infrarossi

Attualmente chi si sta’ interessando in modo particolare alla creazione di pannelli solari ad infrarossi è Steven Novack, negli Stati Uniti.

L’Idaho National Laboratory, un centro di ricerche molto importante, presente dal 1949 sta’ lavorando a pieni regimi su questa ricerca in modo da riuscire ad ottenere risultati rilevanti, il prima possibile.

L’intento è quello di ottenere il quantitativo di energia in condizioni di cielo sgombero, anche in caso di nuvolosità estrema, senza avere cali di tensione.

Ad oggi è l’accumulatore a garantire in parte un’energia costante, ma questa innovazione, permetterà di non avere più grandi problemi in caso di cambiamenti di clima, in quanto lavora anche di notte e con un’esposizione non obbligata.

Il riscaldamento ad infrarossi è regolato da una semplice analisi scientifica.

Esempio di Interior Architecture con l'utilizzo degli infrarossi - sauna ad infrarossi -

La resistenza presente nel pannello, a contatto con la corrente elettrica, si riscalda sino a raggiungere la parte anteriore. A questo punto l’energia si trasforma in calore, riscaldando gli oggetti e l’ambiente in modo confortevole.

Quindi si potrà ricreare calore e corrente: assolutamente in modo innovativo ed avanzato.

Anche alla Rice University, si sono fatte delle sperimentazioni per ricreare energia elettrica attraverso l’uso di raggi infrarossi; si tratta di micro antenne che catturano i raggi infrarossi e li trasformano in elettricità.

Per quanto si parli di nucleare e di altre soluzioni che talvolta possono essere discutibili, l’energia ottenuta dai raggi infrarossi è una scoperta innovativa, in grado di portare grandi vantaggi all’uomo, che oggi deve rinnovarsi e crescere sfruttando le energie rinnovabili, in modo da conservare l’integrità dell’ambiente, pur mantenendo la qualità di vita ed il comfort ambientale.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Architettura sostenibile: i Tree Hotel nella Lapponia svedese
In Lapponia si sta sperimentando un nuovo modello abitativo. Gli architetti hanno studiato dei nuclei abitativi a metà strada tra un nido di uccello e...
Il ROOF-POND: sistema solare passivo o tetto d'acqua
Un'altra novità in ambito bioarchitettonico è la nuova soluzione di sistema solare a guadagno indiretto. Si tratta del Roof-Pond, il sistema solare...
Feng Shui e architettura
Il feng shui è un concetto cinese legato alla costruzione e al mantenimento di equilibri spaziali ed energetici. Il progetto di architettura può esser...
Certificazioni e marchi di qualità per l'ediliza
Spesso la qualità dei prodotti per normativa deve essere attestata da un marchio certificatore. Cerchiamo di conoscere alcuni dei principali marchi ut...
PROTEZIONE ACUSTICA nella progettazione bioclimatica
Il problema dell'isolamento acustico è un nodo importante nella definizione del progetto di architettura. Cerchiamo di capire quali siano le problemat...
Social Housing e sostenibilità energetica
L'housing sociale è un modello abitativo mutuato dai progetti di ricostruzione attraverso la mediazione pubblica per la realizzazione di edifici a can...
Tradizione e innovazione: Rozak House
La Rozak House sotto alcuni punti di vista può essere definito come un progetto estremo di architettura ecocompatibile e sostenibile. Cerchiamo di cap...
Riscaldamento a idrogeno a zero emissioni è già una realtà
Nel 2006, in occasione delle Olimpiadi invernali  a Torino, l'azienda Giacomini ha esposto, all’interno di Casa Italia, un interessante progetto di ca...