Progettare sostenibile: il PLASTIC DINING ROOM

Filed under: Architettura,Bioarchitettura,In Evidenza |

La sostenibilità ambientale e di conseguenza il progettare sostenibile ha, fortunatamente, invaso il pianeta.

La maggior parte degli architetti ormai si interessano al rispetto dell’ambiente.

Un esempio di progetto sostenibile

struttura sostenibile

Questa struttura galleggiante è totalmente sostenibile

Per questo motivo, un esempio che voglio porre alla vostra attenzione, è un progetto che mi ha colpito molto per originalità e sostenibilità ambientale.

Si tratta di uno Yacht club, solitamente un luogo caratterizzato dal lusso e dalla tecnologia avanzata.

Questa costruzione da’ spazio all’ecocompatibilità e alla natura.

Per vedere questa piccola opera d’arte dobbiamo recarci a Vancouver, in Canada.

L’idea nasce dalla “sustainable School of Fish Foundation”, il cui obiettivo principale è aumentare la consapevolezza del declino delle risorse marine e del pianeta intero.

Caratteristiche tecnologiche

Da lontano il lussuoso yacht club può essere scambiato per una palafitta rustica, in realtà questa struttura è stata pensata prevedendo l’ausilio di materiali riciclati, alimentando il tutto, attraverso l’energia rinnovabile e pulita.

In realtà, questa struttura architettonica, non comprende l’intero stabilimento dello yacht club, ma vede la realizzazione bio dello spazio dedicato al ristorante.

Il Plastic Dining Room è stato pensato e costruito per diventare una vera e propria struttura galleggiante, che viene sorretta da 1675 bottiglie di plastica da due litri.

Progettare sostenibile: il PLASTIC DINING ROOM

La struttura galleggiante viene sorretta da 1675 bottiglie di plastica da due litri.

La sfida che i progettisti  hanno superato egregiamente, è stata la parte dedicata all’ingegneristica, cioè quella che prevedeva di sostenere la struttura solamente attraverso le bottiglie senza il rischio di capovolgimento.

Per evitare il biodegrado delle bottiglie si è scelto di racchiuderle in una struttura in legno.

Inoltre in pavimentazione sono stati collocati degli inserti in plexiglass, in modo che il fruitore della “palafitta” possa, con un semplice sguardo, vedere le bottiglie capendo la soluzione tecnologica adottata.

Ogni dettaglio della struttura ricettiva è stato pensato in base ai criteri energetici e sostenibili.

Progettare sostenibile

Il PLASTIC DINING ROOM è un esempio di progettazione sostenibile

Il che vuol dire che l’energia occorrente per rendere produttivo il ristorante, è stata ideata secondo criteri sostenibili ed ecocompatibili. Per la produzione energetica si utilizzano pannelli solari e fotovoltaici.

Anche le finiture del ristorante sono state progettate in base ad una ideologia ecologica.

I materiali utilizzati, infatti, arrivano esclusivamente da fonti di rifiuti riciclati e riutilizzati per lo scopo.

Tutto il progetto è stato studiato in modo da rendere i consumi energetici il più vicino possibile allo zero.

Caratteristiche d’arredo

Essendo un ristorante, oltre alle necessità strutturali, i progettisti hanno dovuto fare un ulteriore pensiero rispetto ai suppellettili occorrenti quotidianamente.

Di conseguenza hanno ritenuto necessario dotare il ristorante di complementi d’arredo ottenuti da fonti riciclabili e ambientalmente corrette.

Interno del ristorante, anche qui la regola principale è la sostenibilità ambientale

I piatti ad esempio sono a base di pesce locale. Grazie a questa semplice soluzione, si evita l’emissione di inquinanti dovuta al trasporto, elemento importante per le gravose condizioni ambientali attuali.

Concludendo, questo semplice ristorante, è in grado di servire il pianeta in modo generoso.

Non producendo inquinanti, il Plastic Dining Room può essere considerato come un edificio innovativo, realizzato per sensibilizzare la mente umana e quella degli architetti.

Se un progetto viene creato per essere funzionale, rispettoso e allo stesso tempo unico nel suo genere, sicuramente la sua memoria si protrarrà nel tempo, risultando infine, come un esempio da seguire.

Progettare sostenibile vuol dire pensare a qualcosa che, oltre a garantire il benessere del fruitore, si espande verso l’intorno e la natura.

Soluzioni architettoniche come questa sono l’esempio di una concezione nuova, legata alla progettazione sostenibile, attenta non solo agli aspetti progettuali e locali ma a concetti più ampi come il benessere e la salvaguardia del mondo e della natura di cui l’uomo deve rendersi conto di far parte e quindi deve sforzarsi di non entrarne in conflitto.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La rappresentazione nel progetto di architettura.
Il disegno è sicuramente un elemento fondamentale nella costruzione e la presentazione del progetto. Ma in che modo può risultare davvero efficace? Qu...
L'apporto dell'energia solare in un edificio.
L'architettura bioclimatica si occupa di sviluppare sistemi in grado di fare funzionare sinergicamente l'edificio e l'ambiente. L'aspetto relativo all...
Detrazioni 55%: bocciata nella finanziaria 2011 ma forse inserita con il mille proroghe
E’ da oltre un anno che si discute sulla possibilità e necessità di proseguire con la detrazione del 55% per gli interventi di riqualificazione energe...
Un ecovillaggio e una casa passiva per il futuro verde della Svezia
Come spesso avviene, è dal nord Europa che ci giungono gli esempi significativi in materia di soluzioni bioedilizie più all’avanguardia. E’ ver...
Metodi di raffrescamento passivo per gli edifici.
La progettazione architettonica consapevole contempla certamente l'analisi e lo studio di sistemi in grado di interfacciarsi correttamente in relazion...
I falsi miti sull'eolico sfatati dall'Aper
E’ recente la diatriba tra Sgarbi e Vendola, governatore della regione Puglia che dichiara di produrre un eccesso di energia pari al 70 % in più r...
La sede della CCTV & TVCC a Pechino di Office for Metropolitan Architecture (OMA)
Nel progetto per la nuova sede della CCTV di Pechino lo studio OMA reinterpreta la forma tradizionale del grattacielo. Analizziamo alcuni aspetti del ...
Salone Restauro a Ferrara dal 28 al 31 marzo 2012
Torna a Ferrara, con la sua XIX edizione, dal 28 al 31 marzo 2012, il  Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e ambien...