Un recupero edilizio inusuale: gli edifici industriali di Zavrtnica

Quando si parla di recupero edilizio, spesso si pensa ad una serie di interventi strutturali in grado di rimettere a nuovo edifici ed intere aree di una zona degradata.

Se si parla di edilizia storica, tendenzialmente, le operazioni riguardano un risanamento della struttura in modo che rimanga intatta nel tempo evitando di variare la sua memoria storica.

Ma se ci si trova di fronte ad una realtà industriale, ciò che solitamente avviene è un’opera di demolizione che prevede nuovi riassetti urbanistici.

In questo caso la situazione è ben diversa, e proprio per questo motivo merita di essere menzionata.

Non si tratta di un vero e proprio intervento architettonico ma il risultato è comunque di grande impatto.

Restyling

Prima e Dopo il Restyling

Ciò che è avvenuto in questo quartiere, è un progetto di restyling formale che ha reso l’area innovativa e contemporanea, in modo assolutamente intelligente.

La grande avventura nasce dall’idea dello studio creativo Brigada con sede in Zagabria.

I suoi uffici sono situati nella zona economica di Zavrtnica che si riconosce per edifici a blocco di tipologia commerciale.

L’estetica, ovviamente, in queste aree di tipo industriale, indipendentemente dalla città in cui si trovano, è abbastanza grigia, senza grandi picchi di qualità, ma piuttosto si costituisce di blocchi che mettono al primo posto l’aspetto tipologico e funzionale.

Per questo motivo lo studio creativo ha deciso di donare un nuovo look all’area, rinnovando l’intorno in modo accattivante.

Il progetto in bianco e nero

edificio industriale

Studio design Brigada, edificio industriale

Il progetto, particolarmente geniale, si ispira alla cultura tipografica, fatta di lettere e simboli.

L’intento dello studio era quello di rinnovare inizialmente il proprio edificio, in modo originale, rendendolo riconoscibile agli altri.

La soluzione è stata così apprezzata nel resto del quartiere, tanto da allargare il progetto in tutta l’area circostante.

Lo studio di design Brigada ha deciso di “ristrutturare” gli edifici attraverso la decisione di dipingere numeri e caratteri di formato extra large sulle facciate degli edifici circostanti.

Proprio come in tipografia, il gioco avviene attraverso il sapiente utilizzo di due colori: il bianco ed il nero.

La soluzione finale è assolutamente unica e ha consentito all’intero quartiere di ottenere una nuova immagine.

Senza grandi lavori ed opere architettoniche, è stato possibile dare vita ad un’opera artistica unica nel suo genere.

recupero edilizio

Scorcio di facciata del progetto Zavrtnica

Si potrebbe tranquillamente parlare di un grande quadro da poter osservare secondo differenti punti di vista, in modo del tutto inconsueto.

Un’altra cosa simpatica è la possibilità di tenersi informati delle differenti evoluzioni temporali del cantiere attraverso internet, osservando i diversi stadi del loro lavoro, che sono stati costantemente digitalizzati e resi noti a tutti, anche attraverso uno dei social network più famosi al mondo.

In questo modo l’opera si è fatta conoscere nel mondo, diventando un esempio contemporaneo di recupero e restyling. L’impatto visivo è molto forte, ma non si può dire lo stesso per l’aspetto progettuale che non ha implicato grandi spese edilizie.

Lo studio Brigada si è mostrato sensibile ed affezionato al contesto, non rinunciando alla forma, ha generato un’architettura che merita di essere vista.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Alcune riflessioni sul funzionalismo.
Si tratta di un breve approfondimento sul dibattito funzionalista; sono riportati alcuni spunti di riflessione e accenni storici per cercare di capire...
Cambio di regole al catasto: nuove norme per il mercato immobiliare
Per quanto riguarda le compravendite nel mercato immobiliare le regole cambiano. Senza una pianta aggiornata dell’appartamento oggetto di compravendit...
La forma dell'edificio e il funzionamento bioclimatico.
Questa breve trattazione vuole considerare alcuni aspetti relativi a delle riflessioni sul concetto di forma di un edificio in relazione alle componen...
I colori dell'arcobaleno in città: la filiale della SHINKIN SUGAMO BANK
La nuova filiale di Shimura della Shinkin Sugamo Bank a Tokyo, è un complesso architettonico che merita assolutamente qualche cenno. Si tratta ...
Monumento alle vittime dell’Olocausto di Eisenman a Berlino
Il progetto per il memoriale di Berlino per le vittime della persecuzione nazista è un progetto molto interessante per la sua capacità di intendere qu...
Negozio Freitag a Zurigo, riciclo creativo in architettura
Creare un edificio utilizzando container? Sembra un' idea poco credibile ma lo studio Spillmann-Echsle lo ha realizzato veramente. Cerchiamo di capirn...
Lo stadio olimpico di Pechino di Herzog & de Meuron
Lo stadio nazionale di Pechino è uno degli impianti sportivi più conosciuti e particolari del mondo. Cerchiamo di capire le caratteristiche.
La bioedilizia e le vernici naturali
Per molti anni l'edilizia comune si è rivolta ad aziende petrolchimiche per poter realizzare prodotti in grado di verniciare e trattare differenti sup...