Ricostruzione in Abruzzo. Verso il rilancio economico.

Filed under: Edilizia e Costruzioni,Lavori,Urbanistica |

Ad Aprile 2009 l’Aquila fu colpita da un sisma di magnitudo 5,9. Ad evento concluso il bilancio definitivo è di 308 vittime, oltre 1500 feriti e oltre 10 miliardi di euro di danni stimati.

Il processo di ricostruzione dell’area si muove con lentezza. La Regione Abruzzo ha però presentato una serie di proposte atte al rilancio economico della zona. Analizziamole insieme.

Cinque proposte per il rilancio

Sono cinque le priorità segnalate dal Presidente della Regione Abruzzo per il rilancio dell’Aquila e dei territori limitrofi colpiti dal sisma dell’Aprile 2009.

Ricostruzione in Abruzzo

L’Aquila verso la ricostruzione

Queste proposte si inseriscono all’interno del convegno nazionale della Cgil che si svolge all’Aquila, dove i temi affrontati riguardano infatti la ricostruzione post sisma.

La proposta presentata dal Presidente della Regione è così articolata:

  • Un’adeguata rete viaria in grado di supportare le attività produttive, in modo tale da collegarle con facilità con il tessuto produttivo del paese.
  • Il rilancio di un polo farmaceutico.
  • Il finanziamento dei contratti di sviluppo.
  • Il consolidamento dell’avviato progetto di sviluppo del Gran Sasso Institute.
  • Il rilancio dell’Istituto Zooprofilattico d’Abruzzo.

La parola al Presidente della Regione Abruzzo

La Cgil discute sulla ricostruzione dell'Aquila e dei territori limitrofi

La Cgil discute sulla ricostruzione dell’Aquila e dei territori limitrofi

Ed ecco come si è espresso il Presidente della Regione Abruzzo per Spiegare e motivare le cinque proposte presentate per rilanciare i territori del post sisma: “Sul primo punto  esistono una serie di progetti infrastrutturali che riguardano l’area del cratere sui quali abbiamo concordato con l’Anas una rimodulazione e integrazione dei finanziamenti su progetti specifici. Tale rimodulazione delle risorse economiche consentirebbe una rapida approvazione dei progetti immediatamente cantierabili con conseguente avvio delle gare di appalto per circa 102 milioni di euro, di cui 76 sono già disponibili. Le risorse aggiuntive, circa 25 milioni di euro, possono essere attinte dalla legge 134/12 per il sostengo delle attività produttive e della ricerca”. Per quanto riguarda il polo farmaceutico, per il quale la Regione ha già finanziato la costituzione del Consorzio delle imprese con fondi Fesr, saranno necessarie risorse aggiuntive legate al consolidamento e sviluppo dei livelli occupazionali e il futuro del Polo sarà oggetto di un incontro il prossimo 21 gennaio nella sede di Confindustria all’Aquila. Inoltre, altro elemento di grande rilevanza, sono i Contratti di sviluppo, che hanno già ottenuto il parere favorevole dal ministero dello Sviluppo economico e da Invitalia. Anche in questo caso la normativa di riferimento è la legge 134 che nell’articolo 67 finanzia specificatamente attività di sviluppo economico legate alla ricerca

Il Gran Sasso Institute e la vocazione scientifica del territorio

Il Gran Sasso institute è una scuola sperimentale, un polo di alta formazione nato per creare nuove figure di eccellenza in grado di trasformare la ricerca in innovazione. Ed è proprio per questa ragione che il Presidente della Regione Abruzzo sottolinea la necessità di puntare proprio sul “consolidamento e rafforzamento del progetto del Gran Sasso Institute, sul quale la Regione Abruzzo ha creduto fin dall’inizio e che nella propria programmazione ritiene essenziale per esaltare le eccellenze scientifiche e di ricerca del territorio. Il Gran Sasso Institute sarebbe la naturale conseguenza della vocazione scientifica del territorio, che nei Laboratori nazionali del Gran Sasso dell’Istituto nazionale di Fisica, nel Dipartimento di Matematica Pura e Applicata dell’Università e nel Dipartimento di Informatica si è imposta a livello internazionale. L’ultima priorità di rilancio è rappresentata dall’Istituto zooprofilattico con una serie di progetti scientifici e di ricerca di valore internazionale: dal progetto del Centro mondiale di sicurezza alimentare, al Laboratorio di biotecnologie per la tipizzazione genetica dei patogeni e lo sviluppo dei vaccini fino alla realizzazione di una banca antigeni da utilizzare nella produzione di vaccini per le malattie emergenti in Italia”.

Gran Sasso Institute verso il rilancio

Gran Sasso Institute verso il rilancio

La necessità di affrontare problemi legati alla ricostruzione dell’Aquila e dei territori limitrofi non può più aspettare. Il rilancio economico per questi territori è ormai una condizione necessaria, ed è proprio per questo motivo che la Cgil ha organizzato questo incontro e confronto. Il Sindacato chiede inoltre, in quest’occasione, “che la ricostruzione sia anche una sfida nazionale, e soprattutto vengano date certezze sui fondi necessari e sulla relativa tempistica, incluso un piano del lavoro che possa nel minor tempo possibile rendere concreta la ripresa della città”.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La casa bioclimatica ed il rapporto tra abitazione e clima.
L'architettura e l'ambiente spesso confliggono. Ma proprio dall'ambiente che l'architettura trae i segni del suo compiersi e deve essere in grado di d...
RESTRUCTURA 2010: salone interamente dedicato all’edilizia
Come ogni anno, si svolgerà a Torino Restructura, evento che coinvolge a 360° il settore dell’edilizia. Le date dell'evento previste per quest'...
Nuove prescrizioni per le prestazioni energetiche degli edifici: la Direttiva 2010/31/UE
Il Parlamento Europeo e il Consiglio EU hanno emanato, lo scorso Maggio 2010, una direttiva riguardante le prestazioni energetiche degli edifici. Si t...
Energie rinnovabili: le CALDAIE a BIOMASSA
Le biomasse rappresentano un notevole investimento per la produzione energetica pulita: cerchiamo di capire il funzionamento di questa tecnologia e le...
Restructura propone RestrucTour 2012, visite guidate a Torino
Restructura, in collaborazione con Edilcantiere, propone l’edizione 2012 dei RestrucTour, visite guidate gratuite che inizieranno sabato 2 giugno con ...
Obbligo certificazioni energetiche: fine alle autocertificazioni in classe G
Dopo un anno di test al via l’obbligo di certificazioni energetiche per gli edifici sia in affitto che in compravendita. Questa svolta presto avrà i s...
Crisi edilizia: i dati Istat sul 2012 confermano
I dati Istat  diffusi oggi 20/02/2013 ci confermano la crisi che sta attraversando nell'ultimo periodo il comparto edile. Crisi edilizia:  produzione...
Affitto con riscatto come nuova formula contrattuale
Per venire incontro ai continui mutamenti del mercato immobiliare attualmente si sceglie sempre con più frequenza una nuova forma contrattuale, cioè l...