Riscaldamento a idrogeno a zero emissioni è già una realtà

Nel 2006, in occasione delle Olimpiadi invernali  a Torino, l’azienda Giacomini ha esposto, all’interno di Casa Italia, un interessante progetto di caldaia a idrogeno, oggi il combustore catalitico ad idrogeno è stato migliorato e chiamato H2ydrogem® ed è stato presentato a Klimahouse 2012  a Bolzano.

Fondata nel 1951 come piccola realtà artigiana nel settore della rubinetteria, Giacomini s.p.a. è diventata oggi una grande azienda che esporta l’80% circa della sua produzione in più di 100 Paesi in tutto il mondo.

Il progetto H2ydroGEM® rappresenta l’impegno dell’azienda nei confronti della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, è nato per studiare soluzioni tecniche che permettano di produrre energia termica in maniera completamente indipendente dall’impiego di combustibili fossili, lo scopo è quello di realizzare un ciclo per il riscaldamento degli edifici che sia veramente a zero emissioni.

Il primo sistema di riscaldamento domestico a idrogeno a zero emissioni

riscaldamento idrogeno

Riscaldamento idrogeno Giacomini: H2ydroGEM®

H2ydroGEM® utilizza solo idrogeno ottenuto da fonti rinnovabili e aria prelevata in atmosfera per produrre il calore che serve al riscaldamento civile, inoltre sfrutta per il suo funzionamento una reazione catalitica, quindi senza fiamma.

Idrogeno e ossigeno si combinano nel catalizzatore in una molecola di acqua, liberando contemporaneamente calore che viene asportato da uno scambiatore di calore integrato nel combustore.
Il sistema è l’ideale per alimentare impianti di riscaldamento a bassa temperatura come i pannelli radianti a pavimento, a soffitto o a parete in quanto si ottiene una temperatura dell’acqua che va dai  35 ai 40°C.
casa sostenibile

La casa sostenibile e confortevole di Giacomini

Possiamo parlare di sistema a  zero emissioni in quanto l’unico prodotto della reazione è vapore acqueo,  l’assenza di carbonio nei reagenti produce infatti una reazione senza emissioni di CO2 e la bassa temperatura di combustione, 300-350°C,  fa si che non vi sia produzione di pericolosi ossidi di azoto, NOx.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

La geotermia, energia dalla terra da valorizzare
Non solo fonti rinnovabili come quella solare ed eolica: esiste anche la geotermia. In Italia è ancora poco sfruttata se paragonato all’utilizzo che s...
Contributi ENERGIA: Il Certificato Bianco o Titolo di Efficienza Energetica (TEE)
Finalmente un dato positivo per l’Italia. Parliamo di energia. Negli ultimi 5 anni l’Italia ha ridotto notevolmente i consumi di petrolio e questo ...
Progettazione delle parti trasparenti e ventilazione naturale.
La progettazione delle aperture finestrate deve essere concepita anche in funzione di regolare i flussi e la movimentazione d'aria. Ecco alcuni accorg...
La riqualificazione energetica di un edificio: le coperture
L'efficienza energetica può essere raggiunta mediante precisi interventi di manutenzione o attraverso una corretta progettazione. In particolare cerch...
Il riscaldamento nelle chiese e la conservazione delle opere d'arte
Il patrimonio artistico contenuto negli edifici ecclesiastici è inestimabile: cerchiamo di capire quali siano i problemi principali legati alla conser...
Il viadotto di Millau di Foster + Partners
Il viadotto di Millau non è solamente un ponte ma è un esempio di architettura molto interessante. Cerchiamo di capirne di più su questo singolare pro...
Case prefabbricate in legno per un'edilizia sostenibile
Le case prefabbricate in legno sono un esempio di sostenibilità ambientale e, lentamente, stanno prendendo piede anche in Italia. Da molti decenni ...
Technodomus 2012, a Rimini Fiera dal 20 al 24 aprile
Dal 20 al 24 aprile 2012 torna, a Rimini Fiera, TECHNODOMUS, Salone Internazionale dell'Industria del Legno per l'Edilizia e il Mobile con la sua ...