Solarsiedlung a Friburgo: un quartiere nel sole.

Il progetto della SOLARSIEDLUNG è stato realizzato a Friburgo, in Germania, a firma dell’architetto Rolf Disch.

Un quartiere sostenibile ed ecologico

La comunità si trova in un nuovo quartiere ecologico sostenibile.

La politica energetica della cittadina tedesca poggia essenzialmente su tre pilastri:

– il contenimento energetico,

– l’uso di nuove tecnologie,

– l’uso di fonti energetiche rinnovabili, come il solare, invece di utilizzare i tradizionali combustibili fossili per soddisfare le esigenze e realizzare una fornitura ecosostenibile.

L’obiettivo dunque è quello di promuovere a livello regionale questa impronta di sviluppo.  Il progetto in questione è certamente emblematico rispetto a questi temi.

Caratteristiche climatiche e del sito

Il quartiere si sviluppa negli anni 90, dopo la caduta del muro di Berlino.

E’ situato a sud-ovest del centro storico della città di Friburg, ospitava un tempo un complesso residenziale occupato dall’esercito francese.

La città si trova in una bella regione circondata  da monti e dalla Foresta Nera e caratterizzata da un clima mite e da un soleggia mento molto significativo, soprattutto in relazione alla sua posizione piuttosto a nord.

Le temperature sono molto contenute infatti raramente scendono sotto i due gradi durante l’inverno e salgono oltre i 20 gradi durante l’estate.

Questo consente di non necessitare durante l’estate di climatizzazione, ma di semplice e moderata ventilazione.

SOLARSIEDLUNG: caratteristiche di progetto

Il quartiere è costituito da una serie di residenze e dalla Nave solare che è un edificio commerciale a sviluppo lineare.

Le residenze sono costituite da villini a schiera e si sviluppano in maniera perpendicolare rispetto alla spina commerciale.

Pedoni e biciclette accedono alle aree residenziali mediante degli ingressi posti lungo la via commerciale mentre il terreno boscoso lungo il bordo est dell’insediamento costituisce un confine naturale.

Gli spazi esterni sono stati progettati in continuità con gli spazi interni e con il l’intero sistema di quartiere. Sono caratterizzati da una forte presenza di verde: orti, terrazze e giardini.

Le automobili all’interno del quartiere non sono ammesse. In questo modo, grazie anche alla capillare e funzionale rete di trasporti pubblica, circa la metà degli abitanti ha deciso di rinunciare alla automobile.

Ogni unità abitativa ha caratteristiche particolari di orientamento, sviluppo planimetrico e spaziale tali da ottimizzare gli apporti di calore, luce e aria.

Si tratta di costruzioni modulari altamente personalizzabili attraverso dei sistemi mobili che consentono il ridimensionamento degli ambienti secondo le proprie esigenze.

La pianta tipo di una abitazione prevede al piano terra una area soggiorno e pranzo orientata verso sud con cucina, bagno e angolo studio a nord.

Per quanto riguarda il primo piano sono previste le camere da letto verso sud, una scala al centro e un bagno con angolo studio a nord.

Le aperture su questo lato (nord) consentono la ventilazione naturale incrociata e una illuminazione da entrambi i lati (nord-sud). La copertura è orientata a sud ed è inclinata di 22 gradi per favorire l’assorbimento della radiazione solare.

Sistemi energetici e impianti

Solarsiedlung progetto di architettura sostenibile

Il Solarsiedlung è l'emblema del progetto di architettura sostenibile.

Principalmente le fonti di approvvigionamento del quartiere sono legate allo sfruttamento delle energie rinnovabili come sole, vento e biomasse.

La riduzione della domanda di energia è realizzata attraverso la programmazione ecologica e le soluzioni di progetto.  La scelta di inserire elementi ad alto fattore isolante consentono un risparmio energetico importante ai fini di stabilire standard di consumo molto bassi.  Inoltre ogni casa produce elettricità con un proprio impianto fotovoltaico di potenza varia.

I vetri sono realizzati con triplice lastra ad alte prestazioni e i frangisole consentono di modulare l’ingresso della radiazione.  In relazione a ciò si è espresso un abitante che conferma la grande efficacia di questo sistema: “ Quando durante le stagioni fredde fuori ci sono 6 gradi, il termometro posto sulla parete interna di casa, grazie alla radiazione solare e al contenimento energetico effettuato dal sistema isolante, arriva a 24 gradi. E tutto questo ovviamente senza accendere il riscaldamento”.

Questo tipo di abitazione consuma circa 15 kWh/mq all’anno.

In relazione a ciò i residenti si considerano molto soddisfatti e ritengono di usufruire di diversi benefici, oltre che quelli economici: queste abitazioni solari determinano uno stile di vita responsabile nell’uso delle risorse. Se poi ci aggiungiamo che il quartiere è vicino al centro della città, che il trasporto pubblico è vicino ed efficiente, che le infrastrutture che mette a disposizione sono a misura di bambino (niente autoveicoli e smog) questo quartiere di Friburgo diventa un sistema esemplare.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Le serre solari: progettare sostenibile
L'architettura moderna si sta' sviluppando mettendo in primo piano l'uomo, l'edificio e l'ambiente. Le caratteristiche climatiche del luogo in ...
Energie rinnovabili: eolica, geotermica, solare e ...
Le energie rinnovabili sono un tema molto attuale ma spesso non si conoscono le tecnologie e neppure le enormi potenzialità di queste fonti di approvv...
Museo d’Arte Contemporanea di Meier a Barcellona
Il museo di arte contemporanea di Barcellona ospita installazioni permanenti di opere d'arte: cerchiamo di capire le caratteristiche di questo importa...
Un edificio ad impatto zero in Africa: la nuova sede dell'Unep
Oggi vi voglio parlare di un grande progetto concluso e inauguratosi nel marzo 2011. E' il più grande edificio ad impatto zero in Africa e cost...
Kenzo Tange: Tokyo Metropolitan, il Municipio di Tokyo.
Il progetto per il Tokyo Metropolitan Government Offices a Tokyo è sicuramente uno degli interventi più significativi di Kenzo Tange, che in questo co...
Herzog & de Meuron Caixa Forum a Madrid
Analizziamo le caratteristiche di uno dei progetti più interessanti che abbiano interessato la città di Madrid negli ultimi anni: la Caixa Forum di He...
Grattacieli nel mondo SOSTENIBILI: la tecnologia guarda verso l'alto
L'edilizia contemporanea, soprattutto quella delle grandi star dell'architettura, trova nei grattacieli il giusto connubio tra modernità e stravaganza...
Edifici in Polietilene Tereftalato (PET): l'esempio di EcoArk
Il PET è un materiale molto utilizzato negli ultimi anni, in quanto si tratta di una struttura plastica che può essere facilmente riciclata e reimmess...