Ufficio portatile ed ecosostenibile

Innovativa ed interessante, arriva direttamente dagli Stati Uniti l’idea di un ufficio disegnato e costruito secondo criteri di sostenibilità ambientale.

Un ufficio portatile ed ecologico

Un ufficio portatile ed ecologico, sfrutta le energie rinnovabili grazie ai pannelli solari installati sul tetto.

Il progetto è stato pensato della società Sustainsia, situata ad Oakland.

L’idea è nata da una particolare richiesta da parte di un importante cliente: egli infatti necessitava di realizzare uno spazio lavorativo e meditativo, dove poter lavorare al suo libro.

I progettisti hanno colto la nuova sfida aiutando l’autore-cliente a personalizzare e realizzare la sua idea.

La richiesta inerente l’aspetto esteriore dell’ufficio era quella che fosse coordinato con gli altri edifici di sua proprietà.

Importante è stata la scelta del punto esatto dove far sorgere questo innovativo ufficio, pensato in modo da poter sfruttare ed organizzare al meglio lo spazio all’aperto circostante, realizzando così un cortile dove poter trascorrere del tempo in meditazione.

Un design sicuramente poco tradizionale, pensato per realizzare un ambiente di lavoro confortevole ma, contemporaneamente, che potesse essere informale e soprattutto ecologico.

La struttura consiste in una sorta di scatola, realizzata in betulla,Teak e mogano.

Per quanto riguarda l’aspetto energetico si affida a fonti rinnovabili: la copertura della struttura è infatti ricoperta di pannelli solari!

progetto ufficio ecosostenibile

Disponibile in differenti colorazioni per potersi inserire armonicamente nell'ambiente costruito

Progetto molto particolare, tra le sue caratteristiche più interessanti vi è sicuramente il fatto che possa essere di impiego molto flessibile; l’ufficio portatile può infatti essere trasportato in luoghi diversi e collegato a qualsiasi presa di corrente, grazie al progetto realizzato dall’architetto Tom Biggs e dal designer di arredo Tony Carr.

La struttura può vantare un ottimo sistema di isolamento termico e si sviluppa su una complessiva superficie di poco più di otto metri quadrati. La sua forma è molto gradevole e le scelte progettuali per quanto riguarda la struttura e l’arredo interno hanno una linea decisamente nuova!

L’ufficio è concepito come una struttura animata da un sinuoso movimento curvilineo: la forma è stata appositamente studiata dall’architetto per poter alleggerire la stessa idea di spazio di lavoro, uno spazio che a volte risulta essere troppo squadrato e che quindi rischia di risultare costrittivo per coloro che devono trascorrerci tante ore al suo interno.

Anche le scelte di arredo sottolineano la chiara volontà di semplificare al massimo l’organizzazione degli spazi interni; armadi a muro per ottimizzare i metri quadrati a disposizione e la possibilità di ricavare un letto futon, estraibile dalla seduta fissa principale, per regalarsi qualche momento di riposo, durante le pause lavorative.

Mogano e pannelli di betulla per realizzare i rivestimenti interni, pavimenti in legno, e un bel banco di mogano africano a stecche che contiene al suo interno un pratico letto: queste sono le caratteristiche che rendono accogliente e pratico un ambiente che deve favorire la concentrazione del committente, durante la preparazione del suo manoscritto, neanche a dirlo, incentrato sul tema del buddismo!

ufficio ecosostenibile

Interni in legno, armadi a muro e letto futon estraibile dalla panca fissa posta nell'innovativo ufficio

L’architetto Tom Biggs ed il designer di mobili Tony Carr hanno lavorato in sinergia, unendo la loro grande creatività, per dare vita ad uno spazio di lavoro portatile, flessibile, un vero esempio del moderno termine plug’n’play, comodo, elegante e compatibile con l’ambiente.

Del resto, stando alle stesse parole dei progettisti, tutto si articola secondo un concetto fondamentale che ha generato la forma:

“Le curve che caratterizzano la costruzione nascono dalla voglia di tirare via le persone dalle linee rette che caratterizzano ed irrigidiscono le aree di lavoro o i capannoni. Sembra quasi che lavoriamo in grandi armadi rettangolari, mentre le curve rasserenano la mente e fanno sembrare tutto più arioso e grande.”

Soluzione ottimale per chi sceglie di lavorare da casa ma vuole conservare l’idea di uscire per recarsi sul posto di lavoro, o non dispone di spazio sufficiente per potersi creare un ambiente personalizzato all’interno delle mura domestiche, questa novità sembra poter risolvere la questione con un progetto economico, sostenibile ed esteticamente valido.

Il prezzo di questo eco-ufficio si aggira intorno ai 10 mila dollari: una cifra effettivamente poco eccessiva e che quindi sta incoraggiando numerosi acquirenti, molti dei quali vorrebbero persino sfruttare l’idea per rendere l’ufficio-portatile una vera e propria abitazione!

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Alcune riflessioni sul funzionalismo.
Si tratta di un breve approfondimento sul dibattito funzionalista; sono riportati alcuni spunti di riflessione e accenni storici per cercare di capire...
Soluzioni progettuali per l'involucro edilizio.
La scelta dell'involucro rispetto alle diverse istanze di progetto:alcune riflessioni su varie soluzioni progettuali.
Risorse energetiche rinnovabili per un pianeta più sano
Le risorse per l'approvvigionamento del nostro pianeta sono in esaurimento e le condizioni ambientali sono sempre più gravose per l'eccessivo sfruttam...
Principi di progettazione bioclimatica
Un progetto bioclimatico si caratterizza per una particolare attenzione sul rapporto tra edificio e ambiente: approfondiamo alcuni aspetti di questo c...
Il progetto di architettura: alcune dritte sulle verifiche dimensionali degli ambienti.
Quando si affronta la progettazione di un qualsiasi ambiente è necessario conoscere almeno alcuni aspetti fondamentali per realizzare uno sviluppo coe...
Aeroporto Internazionale di Kansai, Osaka.
L'aeroporto di Kansai, in Giappone, è stato progettato da Renzo Piano realizzando appositamente un'isola artificiale su cui poi è stato edificato il c...
Kengo Kuma: la casa di acqua e vetro (water/glass house)
Nel progetto di Kengo Kuma i canoni tradizionali dell'architettura sono stati rivisitati, proponendo una soluzione particolare che valorizza il binomi...
Il padiglione Atlantico o dell’Utopia a Lisbona di Skidmore, Owings & Merrill
Il padiglione dell'utopia è un grande intervento che consente alla città di Lisbona di dotarsi di uno spazio molto vasto e innovativo per ospitare eve...