Vetro traslucido e struttura metallica per l’Ambasciata Finlandese a Washington D.C.

Filed under: Architettura,Architettura Moderna |

Nonostante l’apparente semplicità di questo edificio progettato da Mikko Heikkinen e Markku Komonen si tratta di un sistema fatto di linee sospese, movimenti di luce, leggerezza formale che nascondono una complessità compositiva non indifferente e che rendono l’idea di un architettura poco tangibile, quasi eterea.

L’evoluzione progettuale dei due architetti ha radici profonde nella loro esperienza a partire dai numerosi progetti a cui hanno fatto parte fino alle ultime realizzazioni come questo progetto per l’ambasciata Finlandese a Washington e l’ambasciata nordica a Berlino, il centro di arte contemporanea a Helsinki e il teatro reale a Copenhagen.

Si tratta di un processo creativo che parte da una certa complessità nella definizione geometrica fino ad arrivare ad un maggiore rigore e pulizia nei lavori più recenti.

Nonostante l'ermetismo e l'austerità formale della facciata, l'edificio stabilisce un rapporto continuo con la vegetazione attorno.

Nonostante l'ermetismo e l'austerità formale della facciata, l'edificio stabilisce un rapporto continuo con la vegetazione attorno

Si tratta di una area densamente popolata occupata da grandi edifici all’interno di una zona verde caratterizzata dalla presenza di alberi anche molto antichi.

Il layout di questo progetto prevede il collocamento di uno spazio relativo all’amministrazione, aree per conferenze, una piccola biblioteca, un bar, aree per mostre, seminari, concerti e uno spazio di accoglienza. In totale circa 50.000 metri quadrati occupati per una discreta parte anche da una area per i parcheggi.

L’uso del vetro traslucido e della struttura metallica e la composizione sono un riferimento alla Maison en Verre di Pierre Chareau.

L’edificio combina in maniera razionale e coerente la distribuzione di spazi per uffici in due blocchi di forma rettangolare con uno spazio centrale caratterizzato da una serie di intersezioni di scale e passerelle pedonali, come in uno spazio piranesiano.

Questo spazio centrale serve anche per fare filtrare la luce proveniente dal lucernaio all’interno degli uffici che vengono illuminati naturalmente non solo attraverso la luce che filtra in facciata ma anche attraverso quella dei corridoi.

vetro traslucido struttura metallica

Particolare della facciata con rivestimento in pannelli di vetro.

Sulle facciate laterali un rivestimento in granito verde riflette in maniera spettacolare le piante e le foglie degli alberi.

La facciata frontale è realizzata mediante blocchi di vetro traslucido e pannelli metallici.

Sulla facciata sud è presente una griglia che funge da brise soleil.

Per la sapienza d’uso di elementi metallici in architettura, Heikkene e Komonen hanno vinto il Building of Excellence prize nel 1994 promosso dalla Iron Worker Employers Association of Washington D.C.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

Illuminazione alimentata dai rifiuti: Gaon Street Light
Dallo studio del designer Haneum Lee, è nato l'innovativo lampione per esterni Gaon Street Light. Questa fonte di illuminazione per esterni, è ...
Sistemi di climatizzazione naturale
Esistono numerosi sistemi architettonici per il controllo climatico affinchè il nostro edificio sfrutti le risorse rinnovabili naturali e consenta un ...
Bonus 55% ed efficienza energetica: verso il rinnovo?
Continua il dibattito per quanto riguarda gli incentivi per l’efficienza energetica anche nei prossimi anni. Nell'ambito della Giunta FINCO del 25 Ott...
Il recupero migliorativo dei sottotetti: soluzioni praticabili
Per sottotetto si indica un ambiente, spesso non abitabile, compreso tra l’ultimo solaio e la copertura. Si tratta di un’intercapedine isolante che ai...
Un Grattacielo di legno a Milano
La ricerca nel settore della bioarchitettura è sempre in movimento ed è costantemente alla ricerca di nuove soluzioni nei confronti dell'edilizia e de...
Tradizione e innovazione: Rozak House
La Rozak House sotto alcuni punti di vista può essere definito come un progetto estremo di architettura ecocompatibile e sostenibile. Cerchiamo di cap...
Tree Hotel: case sull'albero dove passare le vacanze
L'altro giorno mi trovavo a navigare in internet alla ricerca di qualcosa di divertente, magari una meta per un nuovo viaggio in giro per il mondo. ...
“L’architettura può essere poesia?”. Scopriamolo al MAXXI
Il MAXXI ospiterà, a partire dal 16 giugno 2012 e fino al 13 gennaio 2013, un’importante mostra dedicata alla Tomba Brion progettata da Carlo Scarpa.