Villa VPRO a Hilversum, Olanda.

Filed under: Architettura,Architettura Moderna |

La villa Vpro a Hilversum, Olanda, è la sede di una emittente televisiva pubblica.

Si tratta di una area caratterizzata dalla presenza di un piccolo specchio d’acqua, boschi e brughiere.

Il piano prevedeva misure restrittive in termini di sviluppo volumetrico e di altezza. La soluzione maturata è un edificio molto compatto che segue l’andamento imposto dal terreno per limitare l’impatto ambientale.

Lo spazio interno: un grande open space

spazio interno: un grande open space

Lo spazio interno è un grande open space

Lo spazio interno è organizzato in maniera molto particolare: è concepito come un grande open space attraversato da numerosi percorsi fatti di dossi, scivoli, scale e tribune.

Gli spazi hanno configurazioni volumetriche differenti e gli spazi centrali, in cui sono localizzate le zone di lavoro, sono illuminate attraverso pozzi di luce.

L’esterno: copertura verde e tagli in facciata

Il terreno sottratto per la realizzazione della costruzione è stato riportato in copertura, attraverso la concezione di una copertura verde.

La continuità visiva con l’esterno è un elemento molto caratterizzante del progetto così come la facciata dell’edificio tagliata in modo tale da mostrare parte degli spazi interni.

copertura verde

Vista della facciata esterna.

Aroon Betsky a proposito afferma: “[…] la miriade di possibilità combinatorie degli elementi abitativi li ha guidati a proporre un puzzle di interni gradonati, che si intersecano, creando in tale insieme un ambiente abitabile, compatto e con infinite possibilità di trasformazione. Era una strategia che più tardi essi hanno sperimentato nel progetto del 1995 per Villa VPRO. Una struttura che era come una “scatola affamata”, volta ad inghiottire gli elementi di differenti programmi in un unico volume rettangolare. In combinazione, questi due approcci, hanno prodotto edifici senza inizio né fine, senza gerarchie, e senza ambiti distinti. L’atto concettuale di unire tutti gli elementi del programma, l’organizzazione di queste parti insieme il più strettamente e distintamente possibile, e la realizzazione di una struttura con il minor numero di elementi per alloggiare questi pezzi è diventato il marchio ufficiale delle loro numerose realizzazioni”.

Tratto da Aaron Betsky, MVRDV: The Matrix Project, in Veronique Patteeuw (a cura di),op. cit., p. 19.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

L'USO DELLE MALTE NELLA MURATURA.
La funzione della malta. Una muratura bene eseguita richiede un corretto posizionamento degli elementi lapidei , e tanto più sono pesanti e di gros...
Pellicole filtranti per vetri
Le pellicole filtranti per vetri sono un'ottima soluzione progettuale per le architetture con ampie vetrate o anche per edifici in assenza di scuri. ...
Illuminazione alimentata dai rifiuti: Gaon Street Light
Dallo studio del designer Haneum Lee, è nato l'innovativo lampione per esterni Gaon Street Light. Questa fonte di illuminazione per esterni, è ...
Frits Philips Concert Hall: nuovo re-styling fra musica e tecnologia
La sala da concerto di Eindhoven è stata inaugurata il 9 ottobre, dopo i lavori di re-styling progettati dallo studio olandese Van Eijk & Van ...
Il controllo termico attraverso le pareti opache.
Gli strumenti di controllo termico possono essere attuati mediante una corretta progettazione delle partizioni esterne ed interne. Ecco alcune specifi...
Una piscina pubblica nella roccia: la Piscina Itakeskus a Helsinki
La piscina Itakeskus a Helsinki ha una peculiarità straordinaria: è ricavata all'interno di una collina. Cerchiamo di capire alcuni aspetti di questo ...
Edificio Ing Bank a Budapest di Erick van Egeraat
L'intervento per l'edificio della Ing Bank è molto interessante per la capacità di inserirsi in maniera innovativa su un edificio preesistente di preg...
MATERIALI INNOVATIVI: i nuovi ISOLANTI per la costruzione e ristrutturazione edilizia
Il risparmio energetico all'interno di edifici di nuova costruzione o preesistenti, è un aspetto fondamentale nell'ambito del nuovo concetto di “bioed...