Walt Disney Concert Hall, Los Angeles.

Il progetto, realizzato da Frank Gehry, ospita la nuova sede della Philarmonic Orchestra di Los Angeles.

L’edificio e i giardini sono realizzati su una piattaforma sopraelevata e l’accesso ad essi è garantito attraverso una scala e attraverso il grande atrio collegato con il parcheggio sottostante da una scala mobile.

Il parallelepipedo centrale ospita l’auditorium ed è rivestito attraverso una grande copertura in acciaio.

Altri volumi dalle fattezze scultoree ospitano sale prove, un ristorante, aree multifunzione, servizi igienici e spazi di circolazione.

La sala dei soci fondatori, collocata in prossimità dell’ingresso principale, si caratterizza per il suo scintillante rivestimento di acciaio che si sviluppa verso l’alto.

L’auditorium principale può ospitare 2.265 persone; le balconate e le file in platea sono rivestite in abete Douglas, un materiale ligneo dal colore chiaro ed è presente al centro della sala un grande organo a canne.

Un teatro dalle dimensioni più piccole (può ospitare fino a 250 persone) è invece collocato ad incasso nelle vicinanze del parcheggio e sopra di esso sorge un anfiteatro all’aperto.

Vista esterna del complesso della Walt Disney Concert Hall.

Vista esterna del complesso della Walt Disney Concert Hall.

Dopo la costruzione, sono state apportate modifiche al rivestimento esterno della sala fondatori, poiché mentre la maggior parte esterna dell’edificio è stato progettato con acciaio inossidabile, che possiede una finitura opaca, la sala dei soci fondatori è stata progettata con pannelli lucidati a specchio.

La qualità riflettente della superficie è stata inoltre amplificata dalle sezioni di pareti concave della sala stessa. Alcuni residenti dei condomini vicini hanno cominciato a soffrire del  riverbero causato dalla luce del sole che si rifletteva su queste superfici e veniva concentrata in un modo simile a uno specchio parabolico.

Il calore prodotto in alcune parti dei condomini vicini è divenuta durante le stagioni estive insopportabilmente calda e ha causato la climatizzazione forzata degli ambienti con conseguente aumento delle spese e ha creato i punti caldi sui marciapiedi adiacenti di ben 60 ° C (140 ° F).

Dopo le diverse lamentele dei residenti, i proprietari hanno chiesto a Gehry Partners di  trovare una soluzione. Nel 2005 i pannelli incriminati sono stati offuscati da una leggera levigatura per eliminare i riflessi indesiderati.

L’architetto Frank Gehry

Frank Gehry è un architetto canadese vincitore del premio Pritzker che ha il suo studio di progettazione a Los Angeles, California.

architetto Frank Gehry

Rivestimento esterno in acciaio.

I suoi edifici nel corso della sua carriera sono diventate vere e proprie attrazioni turistiche.

Le sue opere sono spesso citate come tra le opere più influenti dell’architettura contemporanea.

Tra le opere più note del progettista canadese sono troviamo Guggenheim Museum di Bilbao, in Spagna, il MIT Stata Center a Cambridge, Massachusetts, la Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, l’Experience Music Project di Seattle, il Weisman Art Museum di Minneapolis, la Dancing House di Praga , il Vitra design Museum e MARTa Museum in Germania, l’Art Gallery of Ontario di Toronto, la Cinémathèque française a Parigi, e 8 Spruce Street a New York City.

Potrebbero interessarti anche:

    None Found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



Altri articoli di giardinaggio che potrebbero incuriosirti:

L'USO DELLE MALTE NELLA MURATURA.
La funzione della malta. Una muratura bene eseguita richiede un corretto posizionamento degli elementi lapidei , e tanto più sono pesanti e di gros...
I PANNELLI FOTOVOLTAICI DI TERZA GENERAZIONE
I pannelli fotovoltaici di terza generazione sono uno dei punti cardine dell’energia pulita. Seppur simili ai precedenti, sono migliorate le loro ...
Un modello di edificio per il risparmio energetico: Erica
Erica. Si tratta dell’acronimo di un progetto da poco concluso con la realizzazione di un modello di edificio realizzato con materiali tecnologicament...
SOLAR EXPO e GreenBuilding. A Verona dal 4 al 6 Maggio 2011
Il taglio del nastro è avvenuto il 4 maggio. La dodicesima edizione del SolarExpo, in concomitanza con la quinta candelina della mostra-conveg...
ISOLAMENTO TERMICO degli edifici: alcuni accorgimenti
La predisposizione di un efficace sistema isolante è fondamentale per il corretto equilibrio termico di un edificio e per il suo funzionamento virtuos...
Alvaro Siza: padiglione del Portogallo, Lisbona Expo 98
Il padiglione del Portogallo di Alvaro Siza è un progetto realizzato nell'ambito dell'Expo di Lisbona. Cerchiamo di analizzare alcune caratteristiche.
Grattacieli nel mondo SOSTENIBILI: la tecnologia guarda verso l'alto
L'edilizia contemporanea, soprattutto quella delle grandi star dell'architettura, trova nei grattacieli il giusto connubio tra modernità e stravaganza...
CO-WORKING: la condivisione dell' ufficio e degli spazi per un nuovo modo di lavorare
Oggi vi voglio parlare del co-working, un nuovo modo di lavorare che sta prendendo piede in Italia e che coinvolge, molto spesso, attività come qu...